Nazionale, Mancini: “Prossime due gare le più difficili del girone”

2



Le dichiarazioni del commissario tecnico azzurro dal ritiro di Coverciano in vista delle gare con Bosnia e Grecia

Come si apprende dal canale mediatico della FIGC, tra una settimana, ad Atene, riprenderà il cammino della Nazionale nelle qualificazioni per Euro 2020. Prima la Grecia, quindi a Torino la Bosnia Erzegovina, un momento importante per gli Azzurri e per il Commissario tecnico Roberto Mancini che apre il primo giorno di raduno a Coverciano con una certezza:

“Trovo positivo che, pensando a quando abbiamo iniziato e tutti credevano fosse difficile trovare 15 giocatori da Nazionale, oggi ce ne sono 33 e 5 o 6 che hanno le qualità per rientrare: una quarantina di giocatori importanti e tra questi 15/20 giovani, questa è l’indicazione più importante arrivata dal campionato appena concluso. Da qui si può ripartire per fare tanta strada”.

GRECIA E BOSNIA.  “Non so se sia un momento cruciale di sicuro è molto importante per l’Italia, perché abbiamo due compiti: vincere quasi sempre per risalire nel ranking e vincere sempre per qualificarci per gli Europei. Le prossime due sono probabilmente le gare più difficili del girone: la Grecia è migliorata nell’ultimo anno e sta producendo buon calcio, la Bosnia ha prima di tutto due giocatori che conosciamo bene (Dzeko e Pjanic ndr) e possono essere decisivi”.

BELOTTI.Ho lasciato ai ragazzi 6 giorni per togliersi un po’ di scorie del campionato, li ho visti tranquilli e rilassati. Belotti ha fatto un ottimo girone di ritorno e si è meritato la convocazione. Chiamo i migliori e lui adesso è qui”.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Il fustigatore
Ospite
Il fustigatore

Per quanto riguarda Biraghi Mancini fai un’indagine su questo sito e lo rimandi subito a casa!

Jean
Tifoso
Jean

Si e venderlo subito. Non ha più la testa da Viola.

Articolo precedenteChampions League, Tottenham-Liverpool: disposto un minuto di silenzio per Reyes
Articolo successivoDragowski: causa infortunio niente europeo con l’Under 21 della Polonia
CONDIVIDI