Nazionali e Nations League: come funziona

5



Il nuovo torneo Uefa mette in palio 4 pass per Euro 2020. Oggi esordio dell’Italia contro la Polonia

La Nations League è il torneo Uefa che va a sostituire le vecchie amichevoli. In campo 55 nazionali divise in 4 categorie, dalla A alla D: l’Italia è inserita nella Lega A, che comprende le 12 nazionali con il Ranking Uefa più alto suddivise in 4 gironi da 3 squadre ciascuno.

Dopo le gare di andata con Polonia e lunedì col Portogallo, l’Italia il 14 ottobre sarà in terra polacca e il 17 novembre a San Siro contro i lusitani. La vincente di ogni girone si qualificherà per le Final 4 (Semifinali e Finali) in programma nel giugno 2019, che si svolgerà in casa di una delle partecipanti, e l’Italia in caso di qualificazione è candidata a ospitare le 4 sfide.

L’ultima classificata di ciascun girone, invece, retrocederà nella Lega B. La classifica finale della UNL determinerà inoltre il ranking per il sorteggio delle Qualificazioni a Euro 2020, previsto a inizio dicembre. La Nations League, inoltre, metterà in palio quattro posti per Euro 2020, attraverso i play off tra le vincitrici dei 4 gironi di ogni Lega (se non già qualificate, altrimenti si slitterà fino alla prima squadra che segue in classifica nella divisione non qualificata) attraverso un barrage su semifinale e finale in gara unica che promuoverà le ultime 4 qualificate all’Europeo 2020. Gli spareggi per Euro 2020 si giocheranno il 26-31 marzo 2020.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Maurizio Brindisi Zurigo
Ospite
Maurizio Brindisi Zurigo

speriamo di qualificarci, un torneo senza l italia una cosa misera.
e poi abbiamo 3 nostri alfieri in campo.

Solo viola
Ospite
Solo viola

Ah ecco…molto interessante, ora che so il regolamento sto meglio….ma a Napoli chi gioca sabato prossimo?

I'POLEMIHO
Ospite
I'POLEMIHO

ma l’italia cuale scuadra a scielto per la Nazion ligue? spero non avesse scielto la rube

ale
Ospite
ale

“ma” e “spero” li hai scritti bene … per il resto devi impegnarti di più

Renato
Ospite
Renato

Stavo in pensiero. Ti sei rifatto vivo ma sono sempre meno quelli che ci cascano nel tuo stanco giochino degli errori. Te ne sei accorto?
Questa è la seconda e ultima volta che ti prendo in considerazione e spero che lo facciano anche gli altri, evitando di criticare e di mettere i pollici giù dandoti soddisfazione.
È ormai chiaro che sei laureato ma non diverti più.

Articolo precedenteFiorentina Women’s al lavoro per compiere un’altra impresa
Articolo successivoFascia dei capitani, la Bild attacca: “Come se il calcio italiano non avesse altri problemi”
CONDIVIDI