Nell’altalena viola dopo il ‘basso’ cercasi il primo ‘alto’. Anche se con la Roma sembra sfida da mission impossible

17



Miglior difesa della Serie A, reduce da un 3-0 al Chelsea in Champions spettacolare, imbattuta lontano dall’Olimpico, 4 vittorie su 4 in trasferta con ancora 0 gol subiti. Questi sono solo alcuni numeri e dati della Roma di Eusebio Di Francesco. Che oggettivamente fa paura. E non solo perché si è dimostrata un muro quanto a fase difensiva, ma anche perché davanti ha un potenziale offensivo impressionante, al cospetto del quale la Fiorentina opporrà una fase difensiva che fin qui non si è certo dimostrata inappuntabile. Anzi. Servirà una gara perfetta da parte dei viola per provare a strappar punti a questa Roma. Nei singoli, visto che allo Scida molto è passato anche da errori individuali, ed anche di squadra. L’assenza di Laurini costringerà Pioli a mescolare le carte dietro, con Pezzella che sarà schierato a destra ed il ritorno di Vitor Hugo dal primo minuto dopo la prova non certo brillante di San Siro alla prima giornata alla quale, non per caso, sono seguite solo panchine e 27’ totali in due subentri dalla panchina. Per il resto non cambierà niente Pioli. Thereau è in dubbio e lo sarà fino all’ultimo. E questo è un problema perché Gil Dias ed Eysseric si sono dimostrati lontanissimi dai livelli del francese.

Nel campionato definito da tutti l’altalena viola, fin qui si sono visti soprattutto bassi. Anzi, bassissimi. Chievo e Crotone sono state prove pessime da parte della Fiorentina, mentre la vittoria contro l’Hellas ed i successi contro Torino, Udinese, Bologna, Benevento, possono essere annoverati nel dovuto. Manca ancora il vero alto. Anche perché contro Inter e Juventus la Fiorentina ha subito e basta con una, e praticamente mai tirato in porta con l’altra. Adesso l’occasione di poter far tornare verso l’alto speranze e quotazioni. Se alternanza tra buone e cattive prestazioni deve essere, come normale che possa essere quando la rosa che ha a disposizione Pioli è molto giovane nei suoi interpreti che devono fare la differenza, allora è giunto il momento di provare a confermare la regola. Fin qui eccezioni non ce ne sono state. Se non il filotto di tre vittorie di fila che aveva illuso critica ed ambiente di aver trovato continuità e certezze prima del capitombolo di Crotone di domenica scorsa. Una gara da mission impossible, come detto, quella contro la Roma. Ma hai visto mai che la storia non possa essere riscritta?

17
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Aliush
Ospite
Aliush

Forse oggi ci va bene. Nel senso che forse la rimandano per pioggia. A proposito nessuno sa nulla?

QuasarScandiano
Member
Member

Impossible is nothing

Gattaviola
Tifoso
gattaviola

Io, da sempre, penso alla Viola che regala sorprese. Perché non oggi? Forza Ragazzi in Viola, crederciiiii

CervelloInAcqua
Ospite
CervelloInAcqua

Jblk77 ha ragione: la Roma ha avuto finora una fortuna colossale, che ha celato la sua pochezza abissale. Da qui in avanti collezionerà una serie terrificante di sconfitte o al massimo pareggi, che la relegheranno a fondo classifica. Del resto Di Francesco, se fosse per suoi meriti, non riuscirebbe nemmeno ad azzeccare un match simulato alla Playstation. E cosa dire dei suoi giocatori? Parliamoci chiaro: il livello medio della squadra è da serie B, qualcuno anche da C, e presto i nodi verranno al pettine.

Jblk77
Tifoso
Jblk77

La Squadra ha un enorme potenziale in gran parte inespresso che al momento dell’esplosione sarà la vera sorpresa del campionato. Dopo Napoli e Juventus credo si possa tranquillamente inserire la compagine viola grazie ai meccanismi di gioco che appena ben rodati daranno grandissime soddisfazioni. Complice la maggior freschezza data dalla mancata partecipazione alle coppe europee vedrete come si innescheranno lunghe serie di vittorie consecutive. In questo modo sarà evidente che l’investimento fatto in estate (tra acquisti, obblighi e opzioni di riscatto) non dimenticate che la società ha messo sul piatto 80 milioni: non vorrete mica pensare che spendendo una cifra… Leggi altro »

vecchio criticone
Ospite
vecchio criticone

sono perfettamente d’accordo. La genialità nel prendere tre terzini dei quali due sono retrocessi e uno non è un terzino, in modo tale da portare nella rosa un contributo di esperienza nel lottare punto su punto e una imprevedibilità che si estrinseca nel non saper marcare l’avversario non ha eguali. Il fantasmagorico disegno a cui è sottesa la costruzione di questa squadra va oltre le normali dinamiche calcistiche e sarà una pietra miliare nello sviluppo futuro delle strategie di gestione delle squadre di calcio, lo stanno già studiando ad Oxford; voi non lo sapete, ma gli abbonati sono tutti ricercatori… Leggi altro »

Pandaviola
Tifoso
pandaviola

hai scordato gli spunti geniali di marketing.
hanno dovuto chiudere i punti vendita ufficiali per la ressa di gente a comprare le maglie azzurre e verdi…

Bob Marley
Ospite
Bob Marley

Secondo me, sei anche un pò pessimista. Io credo che Napoli e Juve non abbiano nulla in più di noi e infatti siamo lì anche noi a soli 15 punti dalla vetta e non dimenticare che abbiamo da giocarci, col Napoli, sia all’andata che al ritorno. Due vittorie facili facili e quindi ci possiamo considerare già a -9. La mia convinzione deriva dal gioco spumeggiante che pratichiamo, e da alcune novità come la sottile finezza con cui ci addormentiamo per lunghi tratti della partita per poi risvegliarci (in genere, dopo un gol o due sul groppone) e battere 10 o… Leggi altro »

Fabrizio.66
Ospite
Fabrizio.66

Lo Faso, Lo Faso, Lo Faso, Lo Faso……
Ce lo metti o no, ce lo metti si o no.

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Il filotto di tre vittorie di fila aveva illuso solo chi ha scritto l’articolo.
Non siamo nessuno, abbiamo una società fantasma.
Oggi incontriamo un allenatore che NON ha voluto venire da noi solo perchè gli piace vincere e da noi ha visto che aria tira.
Magari la sorpresa ci sarà ma finchè non ci sarà un vero presidente…. poveri noi!

Cuore viola
Ospite
Cuore viola

Secondo me, questo articolo è troppo pessimistico. La Roma è più forte sulla carta della Viola, ma non è il Real Madrid. Non dimentichiamoci che giochiamo in casa e se il tifo aiuterà la squadra possiamo fare un ottima partita. In campo si gioca 11 contro 11. Se i viola lotteranno su tutte le palle, entreranno concentrati e vogliosi di far bene, se il tifo sarà incessante, possiamo giocarcela. Ripeto: state incensando troppo la Roma. Ce la possiamo fare. Io ci credo.

Tresantiviola
Ospite
Tresantiviola

Sperare nell’impresa è sempre lecito per un tifoso anche se obbiettivamente È difficilissimo ma il calcio è bello anche perché possono succedere cose impensabili .Purtroppo noi tifosi viola abbiamo delle certezze che nemmeno l’imprevedibile gioco del calcio può alterare quella di non vincere più nulla o al limite essere competitivi per risultati importanti dato che la nostra attuale proprieta la peggiore della storia viola confrontando le possibilità economiche e i risultati raggiunti sommando quelli che non sono stati voluti raggiungere per mancanza di passione interesse e mentalità calcistica subordinata ad altri interessi che quelli sportivi,ecco questa situazione fino a quando… Leggi altro »

Index-567
Ospite
Index-567

Sportiello Pezzella Astori Milenkovic Badely Chiesa Sanchez Benassi Veretout Dias ( Babacar) Simeone. 3-5-2 con un esterno largo Dias o con due punte. E poi solo sperare…..

Index-567
Ospite
Index-567


smettete fi scrivere articoli nei quali si prefigurano esiti miracolistici la Roma e8 di due categorie superiori ci rifila 3 gol e saluta

gianni usa
Ospite
gianni usa

Partire con l’idea che s’e’ gia’ perso mi pare fuori luogo.Almeno qualche speranza questo sito che si chiama FIORENTINA.IT dovrebbe averla e dovrebbe darla anche ai tifosi.Io ci credo poco , ma almeno giochiamocela e poi si potra’ ripartire con le critiche.Comunque togliere il miglior difensore che abbiamo per farlo giocare in un’altro ruolo e’ da suicidi.Ancora una volta GRAZIE A CORVINO siamo nella situazione dove appena manca un terzino si deve rifare tutta la difesa.L’altro campionato fi Sanchez che dovette giocare in quel ruolo non suo.Questo DS fa piu’ danni della grandinae e ancora tanti lo considerano una fra… Leggi altro »

Kiniko
Ospite
Kiniko

Ma finiamola con questi discorsi: l’obbiettivo è la salvezza quindi in 11 dietro la linea della palla e buttarla in tribuna quando serve. Auguriamoci di un diluvio universale che permetta di spezzare il gioco è in bocca al lupo. Grazie ai Dv e ai 16 mila complici.

paolo, orgoglio viola
Ospite
paolo, orgoglio viola

La rosa che ha a disposizione Pioli NON E’ MOLTO GIOVANE NEI SUOI INTERPRETI. Contro il Crotone la differenza di età media era minima: 25,1 contro 25,6, e se giocava Thereau si saliva a 25,9. E una squadra con età media 25,1 NON E’ AFFATTO MOLTO GIOVANE, per cui per cortesia basta con queste attenuanti e scuse e cominciamo ad andare a vedere davvero dove e quali sono i problemi (nel tasso tecnico medio scarsino, per esempio? nella mancanza di rabbia agonistica, per dire?) Altro che l’età, e la seconda menata sulla squadra messa in piedi a fine mercato non… Leggi altro »

Articolo precedenteDerby di Genova, i gol di Ramirez e Quagliarella regalano tre punti alla Samp
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI