Nicchi: “Attenzione a minare l’indipendenza e la terzietà classe arbitrale, si rischia…”

10



“Minare l’indipendenza e la terzietà della classe arbitrale potrebbe significare l’inizio di una nuova Calciopoli”. Marcello Nicchi, presidente Aia, prospetta “scenari nefasti”, nel caso l’associazione arbitri perdesse il suo 2% di diritto di voto in assemblea, se la Figc recepirà i principi informatori degli statuti federali approvati dal Consiglio nazionale Coni. “Lo sciopero? Io faccio di tutto per calmare gli arbitri – ha aggiunto – ma se un giorno qualcuno arriverà al campo e non troverà l’arbitro non si sorprenda”. “L’arbitro deve votare perché è un principio democratico”, ha aggiunto Nicchi a ‘Radio anch’io sport’. “Qualcuno vuole mettere le mano sugli arbitri: il 2% è un’attribuzione residuale. A chi gioverebbe questa decisione, se non alla serie A che non ci vuole riconoscere questo diritto, come del resto dichiarato dal commissario Malagò? – ha aggiunto Nicchi – . Tutte le altre componenti sono a nostro favore. Mettere le mani sugli arbitri significherebbe che ognuno dice la sua”.

Commenta la notizia

10 Commenti on "Nicchi: “Attenzione a minare l’indipendenza e la terzietà classe arbitrale, si rischia…”"

avatar
ultimi più vecchi più votati
Lorenzo
Ospite
Member

Ma se siete ancora dipendenti della rubentus! Dovreste diventare indipendenti e questo sarebbe un grande successo per chi ama il calcio.

Ricorbolo
Ospite
Member

Se volesse veramente difendere la terzietà degli arbitri, dovrebbe chiedere una severissima punizione per Puffon per le parole che ha usato contro l’arbitro.

Biliapolis
Ospite
Member

Ma quali indipendenti, voi dipendete dai gobbi e gli permettete di fare la voce grossa, di circondare l’arbitro, per quello all’estero si trovano in difficoltà.

Singleton
Ospite
Member

Senti nicchia ma di quale terzietà parli, ti dovresti solo vergognare di esistere

Ursula K.
Ospite
Member

siete solo degli insensibili

Enologo Bio
Ospite
Member

Bisognerebbe chiedere a Puffon cosa ne pensa.
Probabilmente scambierebbe terzieta’ con terza eta’.
Forza Viola!!!
Facciamoli verdi quei piccioni che pensano di essere aquile!!!

Simone Magnani
Ospite
Member
Nicchi come diavolo fa a parlare di indipendenza e terzietà, se il loro regolamento sancisce una dipendenza diretto e totale dalla FIGC. REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ALL.A) Art. 1 Natura e funzione 1. L’Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l’associazione che, all’interno della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), riunisce obbligatoriamente tutti gli arbitri italiani….. … 3…… Le risorse dell’AIA sono rappresentate dai contributi federali………In ogni caso, la FIGC agevola l’AIA nel reperimento di risorse finanziarie. …….. Art. 3 Potestà disciplinare 1. Gli arbitri sono sottoposti alla potestà disciplinare degli Organi della giustizia sportiva della FIGC per le violazioni delle norme federali.… Leggi altro »
marco mugello
Ospite
Member
Verissimo…ma cerchino loro di essere sempre terzi e indipendenti. Un arbitro deve essere sempre al di sopra di ogni sospetto. A Firenze c’è rimasta sul gozzo, e non va ne in su ne in giù, il rigore dato e poi tolto contro la Juve, quattro minuti di attesa che sa tanto di ricerca precipitosa di un vizio di forma che stia un po in piedi alla bell’e meglio, trovato poi con l’affermazione di un fuorigioco precedente, evidente , già visto e giudicato ininfluente da guardalinee e arbitro che erano li, (dando il rigore), per un tocco lieve ma volontario e… Leggi altro »
Ezio
Ospite
Member

Ha ragione anche se mi sta sulle OO.

si ruzza
Ospite
Member

tardivi

Articolo precedente#ASKPIOLI: fai la tua domanda al tecnico viola
Articolo successivoParolo: “Ora testa a Firenze”. Strakosha: “Daremo sempre il nostro meglio”
CONDIVIDI