Il nome di Llorente conferma due costanti nel mercato viola: ricerca di giocatori d’esperienza e attenzione ai parametri zero

90



Il nome di Llorente lascia diversi dubbi, di natura tecnica ed economica. Ma il profilo dell’ex Juve è la conferma che Pradè cerca giocatori d’esperienza e guarda ancora ai parametri zero

Il mercato in entrata della Fiorentina resta in stallo, fermo alle ultime operazioni di Corvino e all’unico acquisto dell’era Predè, ovvero Terracciano. Tanti i buchi in rosa da coprire: il terzino destro -dove si lavora incessantemente per fare abbassare le pretese del Sassuolo su Lirola; impresa non facile, come testimoniano le parole del ds neroverde-, praticamente tutto il centrocampo, il reparto degli esterni offensivi -dove ancora siamo in alto mare- e il centravanti.

L’ultimo nome accostato con forza alla Fiorentina è quello di Fernando Llorente, attaccante classe 1985 con un un palmarès di tutto rispetto. Lo spagnolo ex Juventus ha trascorso le sue ultime due stagioni al Tottenham, dove ha perlopiù ricoperto il ruolo di riserva di lusso, regalandosi anche la soddisfazione di segnare diversi gol pesanti (LEGGI QUI).

I dubbi tecnici, quando si guarda ad un giocatore del genere, sono ovviamente rivolti verso la carta d’identità. Nelle ultime due stagioni Llorente non è riuscito ad andare in doppia cifra in termini di gol segnati, complice anche lo spazio ridotto che ha avuto negli Spurs. La sua ultima stagione da più di 10 gol è il 2016-17 allo Swansea (ne realizzò 15 in 35 presenze). La paura è che possa essere stato il suo canto del cigno in termini realizzativi.

Insomma, con un bottino di gol in costante calo e la lancetta del tempo che si muove inesorabilmente, i dubbi sullo spagnolo come ipotetico centravanti titolare della prossima stagione sono forti. Alla Fiorentina potrebbe fare la riserva? Un giocatore che arriva dalla squadra vice-campione d’Europa dovrebbe accettare di sedersi nuovamente in panchina in un team che non gioca nemmeno le coppe? Poco probabile.

Se anche così fosse, Llorente rischierebbe di togliere spazio a Vlahovic, ancora troppo acerbo per caricarsi il peso della maglia da titolare della Fiorentina ma decisamente troppo promettente per non essere la prima alternativa al 9 titolare, sempre che si decida di farlo rimanere a Firenze (al momento è in vantaggio su Simeone).

Anche i dubbi economici sull’operazione non sono da meno. Fino a qualche settimana fa Llorente percepiva la bellezza di 4,3 milioni di euro all’anno. Ingaggio fuori portata per i parametri della Fiorentina. L’ex Athletic Bilbao e Juventus dovrebbe essere disposto a tagliarsi di molto lo stipendio per vestire la maglia viola.

Comunque vada a finire, il nome di Llorente è un ulteriore indizio sul profilo di giocatori che Pradè sta cercando. Il ds gigliato vuole a tutti i costi calciatori d’esperienza, che abbiano un passato importante e che possano trasmettere la loro personalità ad uno spogliatoio che oggi resta molto ‘verde’. Lo dicono i contatti con Llorente, i tentativi falliti per Daniele De Rossi, quelli ancora in corso per Borja Valero. L’epoca della squadra piena di giovani è finita: oggi la Fiorentina cerca un mix tra prospetti con grande futuro e giocatori di grande esperienza.

Non solo: Fernando Llorente è l’ennesimo giocatore a parametro zero cercato dagli uomini di mercato viola. Prima di lui, lo stesso De Rossi e Mario Balotelli, quest’ultimo ancora in lizza per un posto in rosa. La cosa non deve stupire, visto che nella sua prima esperienza in viola Pradè ci abituò a guardare con attenzione il mercato dei parametri zero. Di quegli anni ci si ricorda spesso di David Pizarro, ma non sono da dimenticare Aquilani, Alonso, Ambrosini e Tatarusanu.

Un idea di mercato più attenta al costo dei cartellini e maggiormente permissiva sugli ingaggi. Decisamente un altro modo di vedere il mercato rispetto a Corvino. Attenzione allora al parco dei giocatori ancora senza un contratto, Pradè è sempre vigile.

90
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Assai Assai OK Ok
Ospite
Assai Assai OK Ok

n’altro buono per lo spizio,ma stiamo scherzando si vende a raffica e poi si cercano giocatori come De Rossi,Valero,Balotelli,Rossi Baldelj ecc.,spero solo siano sparate giornalistiche,la sensazione è che si voglia far cassa per rientrare dell’investimento per l’acquisto della Fiorentina e poi sostituire l’organico con dei ragazzi del vivaio affiancati da giocatori a fine carriera a parametro zero o presi con due lire,aspettiamo il 10 agosto,nel frattempo l’Americano in portafoglio lo tiene ben chiuso e per chi sperava nell’arrivo di grandi campioni dovrà accontentarsi

Marco
Ospite
Marco

LOL !!!! pietà pietà….. cari fan dellavalliani, dove eravate l’anno scorso quando i vostri amati beniamini stavano promettendo cose che poi i fatti hanno smentito di brutto….. stagione fallimentare…… tutti a dire: senza questi non esisterà più la Viola, oddio, tanto non ci compra nessuno, si torna a Gubbio……. poerannoi,…… siamo reduci da una stagione allucinante, grazie ai cari DV e avete pure il coraggio di lamentarvi ? PEGGIO DELLA GESTIONE DEGLI ULTIMI 5 ANNI E’ DIFFICILE FARE. Commisso è qui da 2 mesi, ma glielo voglamo dare un pò di tempo per poter lavorare ? Prade VS Corvo/Gnigni 4-4-4-5… Leggi altro »

Assai Assai OK Ok
Ospite
Assai Assai OK Ok

è arrivato un’altro difensore d’ufficio,tra un pò ci saranno più avvocati difensori che giocatori Lol Lol Lol !!!

Lupus in fabula
Ospite
Lupus in fabula

volendo son svincolato anche io eh 😂

lucio
Ospite
lucio

Balotelli un pippone, Llorente una pippa…..stiamo migliorando nelle scelte…

LEMAC
Ospite
LEMAC

Vedo che si pensa più al nome che alla sostanza. Fin’adesso son stati fatti nomi di gente che è quasi al limite del calcio giocato e che può avere scarsa efficacia in una squadra da ricostruire in toto. Ricordo a tutti e insisto che la squadra attuale parte dal 16° posto cioè dalla coda del gruppo quindi serie B evitata per un pelo. Se Commisso e Barone nn si ficcano bene in testa sta cosa allora vuol dire che son venuti a Firenze solo per passeggiare tra i monumenti. Qui si parla di calcio giocato nn di belle statuine da… Leggi altro »

Thedoctor
Member
Thedoctor

Articolo – come sempre – costruito su un dettaglio dal quale scaturisce una considerazione e su quella considerazione si fa un monumento.
Llorente, Balotelli anzitutto sono solo DUE dei nomi fatti tra decine. In secondo luogo è giusto volere una punta che magari supporti Vlahovic che di esperienza è sicuramente privo (ha solo 19 anni, ve lo ricordo).
In terzo luogo: ma se uno ingaggia un giocatore svincolato, cioè che costa zero, se fa al caso nostro, vi fa proprio schifo??

Kermit71
Tifoso
kermit71

parametri zero e con carisma,l’ingaggio allora lievita…in qualche modo bisogna comunque spendere a meno di non virare su zola e signori con magari schillaci,speriamo di uscire da questa situazione ridicola entro la fine del mercato

i Sassaretti
Ospite
i Sassaretti

il nome di Lorente conferma solo che non ci sà una lira da spendere …che apparte le chiacchiere si farà un mercato con molti prestiti, qualche acquisto sarà fatto sicuramente, la società metterà un pò di soldi di tasca sua ma sarà semplicemente un anticipo di cassa che sarà ampiamente recuperato dalla cessione di Chiesa il prossimo anno ….

Valby
Ospite
Valby

Alonso, Aquilani e Joaquin sì. Personaggi con ingaggi improbabili e spacca spogliatoio, no.

Spamma
Ospite
Spamma

Che provinciale è diventata la mia Firenze. Commenti da vergognarsi. Città piccola, di cittadini e tifosi arroganti e sempre più meschini.

Articolo precedenteViola negli USA: rivivi la cronaca dell’allenamento pomeridiano a Charlotte
Articolo successivoOzil sui viola: “Non ho avuto modo di vederli giocare ma mi aspetto una gara difficile”
CONDIVIDI