Non sempre la nazionale tira più della Fiorentina..Mati Fernandez il controcorrente

    0



    mati fernandezC’è chi ha messo la sua carriera a repentaglio per giocare un Mondiale. Come Francesco Totti quando nel 2006 si ruppe il perone e recuperò in meno di tre mesi per prender parte alla spedizione tedesca che lo vide poi alzare il trofeo al cielo. O come Giuseppe Rossi che pur di rientrare per il Mondiale della scorsa estate ha preferito un certo iter di cure che lo hanno restituito al calcio giocato a poche settimane dalla copa mundial in Brasile salvo poi non essere convocato. Certo nessuno poteva prevedere che Pepito sarebbe andato incontro ad un nuovo infortunio alla fine dell’estate. Ma ci sono tanti casi di giocatori che si sono risparmiati nel corso della storia per essere al top ai campionati del mondo, come ad esempio si diceva di Gomez, teoria priva di fondamento ed anche per lui niente mondiale. Ci sono poi casi di trasferimenti e cambi di maglia l’estate prima del mondiale proprio per trovare maggiori spazi, come quello dello stesso Gomez, tutti con un comune denominatore: IL MONDIALE. 

    C’è però anche chi non ha in testa solo il mondiale, chi decide di operarsi per non mettere a rischio la propria carriera, e per esser pronto e disponibile per la stagione successiva della Fiorentina. Come Mati Fernandez. Il cileno ha preferito operarsi la scorsa estate in artroscopia di pulizia articolare alla caviglia destra, saltando il mondiale preferendo il futuro, la Fiorentina, ed evitando di stringere troppo i denti per il Cile. Ed il ct Sampaoli non l’ha presa per niente bene. Mati, infatti, nonostante sia ripartito alla grande quest’anno non ha ricevuto chiamate dal Cile. Anzi. Come riportano dal Sudamerica sarebbe proprio la decisione dell’ex Sporting di operarsi saltando la rassegna brasiliana il motivo per il quale Sampaoli non lo chiama più.

    mati cile

    La continuità è sempre stato il suo problema. Muscoli di cristallo e problemi posturali ne hanno rallentato costantemente la crescita e frenato l’esplosione. Eppure Mati, nonostante un nuovo problema alla caviglia in SudAmerica, ed il nuovo problema muscolare accusato qualche settimana fa è stato uno dei migliori di questo avvio di stagione della Fiorentina. E’ di nuovo a disposizione ed in forma Mati, tanto che domani contro il Napoli potrebbe scendere in campo dal 1’ se dovesse essere 4-3-1-2 per piazzarsi dietro a Babacar e Cuadrado.

    Anche a questo giro Mati è rimasto fuori dalla lista di Sampaoli. Contro il Napoli, per lui, un motivo in più per fare bene e prendersi una piccola rivincita col suo ct. Firenze può tranquillamente diventare la sua nazionale.