NOVANTUNESIMO MINUTO: E’ stata una sconfitta brutta, ingiusta e sfortunata

    0



    E’ stata una sconfitta brutFiorentina-Inter 1-2 15-02-2014ta, ingiusta e sfortunata, quella con l’Inter  del piagnone Mazzarri, sabato sera al Franchi. Il giovane Icardi che ci ha trafitto con il secondo, decisivo gol era in netto, indiscutibile, inaccettabile fuorigioco, ma nessun arbitro ha fischiato, nessun segnalinee ha alzato la bandierina. Insomma, tutto irregolare come tante, troppe volte nel passato. Abbiamo così perso la partita, i tre punti, il buonumore. Eravamo una squadra stanca, male orientata, fragile in attacco, priva di consistenti realizzatori affidata come  alle banalità di Ilicic e ai ricordi di Joaquin. Solo in seguito si sarebbero visti un Gomez redivivo e un Matri sempre prevedibile, con Cuadrado a tentare di smuovere le acque combattendo anche contro i crampi. E’ stato un vero peccato, uno scivolone favorito dagli errori imperdonabili di chi aveva il fischietto in bocca. Chissà se mai ce la faremo a recuperare i tanti torti subìti. Di certo non ci abbattiamo troppo, ma abbiamo capito bene che c’è un prezzo alto da pagare per la nostra bravura, per le nostre non sudditanze, per essere sempre privi di adeguate protezioni. I conti definitivi, si sa, li faremo a fine campionato, una volta archiviate Coppa Italia ed Europe League. Ma già adesso si capisce, viste le enormi ingiustizie patite, che i conti non
    torneranno proprio. Qualunque sia l’impegno che riusciremo a mettere nel nostro non facile cammino. Per questo, anche per questo continueremo a urlare con quanto fiato abbiamo in gola: alé. alé viola, sempre e per sempre.

    Maurizio De Luca
    Direttore di Fiorentina.it