Occhio alla ‘zona Inter’: le ultime due vittorie nel recupero, 5 gol in 6 gare dopo il 75′

9



Successi in extremis con il Tottenham e con la Samp, la squadra di Spalletti si esalta nel finale delle partite.

LInter non finisce mai. Fino all’ultimo respiro c’è, resta in partita e ci crede. Le due fotografie di una squadra che non molla un centimetro sono state scattate in settimana, con le reti delle vittorie contro Tottenham e Sampdoria segnate entrambe in pieno recupero, ma più in generale i nerazzurri si esaltano nei finali di gara. Così scrive Il Corriere dello Sport. Era già successo la scorsa stagione, con i 17 gol realizzati negli ultimi 15′ più recupero.

FINO ALLA FINE. Solo un caso? Neppure per sogno perché la tendenza è ancora più accentuata in questo 2018-19: oltre alle reti da tre punti di Vecino in Champions e di Brozovic in campionato al Ferraris, dopo il 75′ hanno colpito anche Candreva e Perisic, rispettivamente per il 2-0 e il 3-0 a Bologna, più Icardi martedì scorso. Fanno già 5 centri nel quarto d’ora finale in 6 incontri.  

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Giovanni
Ospite
Giovanni

Vorrà dire che in caso, faranno il gol della bandiera oltre il 90′

violadasempre
Ospite
violadasempre

A me, più che altro, mi pare parecchio C U L O.
Gioco un ce l’hanno pè niente…fanno veramente cagare, bravo Spalletti, si vede il manico!!!

Brodolini Arturo
Ospite
Brodolini Arturo

Anche il culo finisce, non ti assiste all’infinito! E chi lo sa che non possa cominciare da domani sera? Certo viceversa, sulla carta……hai proprio ragione! Infatti amici meneghini mi dicono che i gialloitterici dell’inda stiano pensando di sostituire il manto erboso con uno strato di carta perchè l’Inter vince sempre sulla carta!

viceversa
Ospite
viceversa

Buona questa!

Sangue Viola
Ospite
Sangue Viola

Questa è la prova di maturità, per vedere quanto valiamo davvero. Per fare risultato bisogna giocare 90 minuti ed oltre come il primo tempo con la Samp ed essere più cinici.

viceversa
Ospite
viceversa

L’Inter ha una formazione che fa veramente paura. Sulla carta non è da meno della juventus. Occorrerà la partita perfetta e cercare di sfruttare i pochissimi punti (un po’) deboli: Chiesa e Pjaca possono mettere in difficoltà D’Ambrosio e Asamoah, prendendoli in velocità.

violadasempre
Ospite
violadasempre

Ma che stai scherzando, spero! L’inda non è da meno della merdentus???
E ci corrono 3 categorie di differenza…

Giovanni
Ospite
Giovanni

Infatti io dell’inter non invidio niente e nessuno

Giovanni
Ospite
Giovanni

Io dell’inter non invidio niente e nessuno

Articolo precedenteI Della Valle a Milano: possibile saluto alla squadra e presenza per Inter-Fiorentina
Articolo successivoTraballa la panchina di Di Francesco: c’è Sousa, si muove Sam Moioli. Alternativa Montella
CONDIVIDI