Oggi è il giorno di Rossi… La squadra si ritrova ma la rosa è da..

0



Archiviate le vacanze per le festività natalizie da oggi la Fiorentina tornerà ad allenarsi e preparare così la seconda parte di stagione Che vedrà il suo inizio il 6 gennaio a Parma.

E mentre la squadra avrà terminato da qualche ora il suo allenamento (i sudamericani arriveranno a Firenze entro il 31 dicembre) da Vail arriverà il responso medico sulla visita di controllo al ginocchio di Giuseppe Rossi.
Dopo aver trascorso il Natale a New York con i propri familiari, la fidanzata e amici,  oggi Pepito Rossi si trasferirà in Colorado dal Dottor Singleton. La speranza di tutti è che alla fine della visita di controllo il Dottor Singleton dia il via libera per il completo recupero agonistico con allenamenti sempre più intensi e via via col rientro il gruppo. Per dirla in parole povere il via libera di Singleton vorrebbe dire rivedere in campo Giuseppe Rossi tra febbraio e marzo prossimo.

Nessuna pressione, giustamente. Tutto dovrà essere fatto nella massima sicurezza. Ma oggi a Vail per Rossi, e anche per la Fiorentina, potrebbe iniziare finalmente una nuova stagione. Fatta di partite, gol, vittorie e trofei.
In attesa del ritorno di Giuseppe Rossi, che sicuramente avverrà, la Fiorentina dovrà ‘migliorare’ la rosa a Montella attraverso il mercato di gennaio.

Partendo dalle cessioni. C’è da sfoltire la rosa, attualmente sono ben 34 i giocatori in rosa, abbassare e ottimizzare il monte ingaggi.
Non è da escludere che per giocatori come El Hamdaoui, Iakovenko alla fine la società viola decida di rescindere il contratto e liberare a zero il contratto. Per Brillante, invece, sarà trovata una squadra per giocare con continuità. Empoli e Spezia le possibili destinazioni.

Possibile partenza anche per l’egiziano Hegazi, tornato dall’infortunio non riesce a convincere Montella. Situazione simile anche per Richards. Non è da escludere che possa tornare al Manchester City. Per Pasqual ormai lo spazio per giocare nel 3-5-2 di Montella non è molto ma vista la sua lunga permanenza in maglia viola non è da escludere che possa rimanere almeno fino a giugno.
Badelj è arrivato con tante ‘promesse’, doveva essere il vice-Pizarro, ma non ha mai convinto Montella e non solo.
Su Kurtic il Torino si è fatto avanti per un suo eventuale ritorno in granata. Dopo un ottimo avvio di stagione il centrocampista non è riuscito a confermarsi. Montella, prima di doverlo farlo partire, però, vorrebbe avere un sostituto migliore.
Joaquin terminerà la stagione in maglia viola, poi dalla prossima estate potrà coronare il sogno di chiudere la sua carriera nel Betis Siviglia. Per Andrea Lazzari, attualmente, ci sono le soluzioni Udinese e Cagliari.
Aquilani alla fine rimarrà in viola. Tra il giocatore è la società viola c’è l’accordo sulla sull’ingaggio annuale (molto inferiore all’attuale), resta da decidere per quanti anni se per due stagioni o due stagioni con opzione sulla terza.

Fiorentina-Dinamo Minsk MarinDa decidere, invece, il futuro di Marko Marin. Doveva essere ‘la scommessa’ da vincere in questa stagione, ma il recupero dal suo ultimo infortunio è stato molto lungo e ancora il giocatore è molto lontano da poter esprimersi ad alti livelli. Tutto dipenderà da quanto ancora Montella lo vorrà attendere, ma visto i problemi in attacco non è da escludere anche per lui un addio a gennaio a gennaio e quindi il ritorno al Chelsea.
Chi difficilmente, invece, resterà in viola già a gennaio e Josip Ilicic. La Fiorentina ha deciso di non puntare più su di lui dopo le tante prove ‘fallite’ dal giocatore sloveno. Per il momento Ilicic fa opposizione alla partenza (visto anche l’ingaggio che alla Fiorentina percepisce..) ma in casa viola si è convinti che alla fine una soluzione sarà trovata.

Infine, nei prossimi giorni potrebbe tornare ad allenarsi con i viola Adrian Mutu. La Fiorentina da tempo pensa al ritorno del rumeno, dopo averlo ‘prenotato’ per il campionato indiano col Pune. Come vi avevamo anticipato alcune settimane fa su Fiorentina.it, subito dopo le parole di Andrea Della Valle, è quel ‘ritocchino’  di fantasia che potrebbe tornare utile alla causa viola. Certo, c’è da convincere Montella, ma questo potrebbe farlo solo Mutu con i suoi allenamenti e la dimostrazione che potrebbe essere ancora utile alla Fiorentina, nonostante la sua non più giovane età.
Fiorentina che però non si ferma solo all’idea Mutu.
In ponte ci sono anche altre possibili ‘idee’ ma prima in casa viola si dovrà sfoltire la rosa…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it