Ora un po’ meno paura, e più coraggio. (Quasi) Proibitiva con l’Atalanta, ma quella (positiva) tendenza contro le big…

39



Fiorentina davvero brutta contro la Spal, serve più personalità perché adesso arrivano le ‘grandi’. In Coppa con meno ‘pressioni’.

Tre punti per una boccata d’ossigeno, da respirare a pieni polmoni. Una vittoria dopo due mesi e mezzo in apnea, con la Fiorentina scivolata sempre più in giù e incapace di reagire alle avversità. Un successo in un match delicatissimo, contro l’ultima in classifica che ha rischiato anche di imporsi a Firenze. Dopo aver dominato per lunghi tratti sul piano del gioco (57% il possesso palla in favore della Spal a fine gara). Una brutta prestazione ma un risultato fondamentale, per allentare tensioni e paure. Già, quelle che a Bologna avevano portato la Fiorentina ad abbassarsi troppo fino al gol al 94′ di Orsolini. Quelle che avevano impedito alla squadra di riuscire ad alzare la testa da fine ottobre.

PIU’ CORAGGIO. La speranza è che adesso si possa lavorare con più coraggio.Prima serve mettere una pezza dietro e ritrovare organizzazione e solidità”, il concetto ripetuto da Iachini. Con la Spal una squadra quasi mai propositiva, timorosa, spesso confusionaria. Centrocampisti che non si proponevano, difensori che non sapevano cosa fare palla al piede, attaccanti che non riuscivano a proporre movimenti giusti. Ne è uscita una prestazione di qualità disastrosa, senza gioco e con una fatica immensa a fare tre passaggi in fila. Uno dei primi tempi più brutti degli ultimi anni, una ripresa andata a folate fino al gol-liberazione di Pezzella. L’urlo e l’esultanza di tutto il gruppo (Chiesa in primis) fa capire il peso che la squadra spera di aver scacciato via con il gol del suo capitano.

PIU’ ‘TRANQUILLI’. Ora servirà, piano piano, cercare di rialzare la testa, trovare il coraggio nelle giocate. “Il gruppo si sente da zona Europa League”, aveva detto Pradè qualche settimana fa. Percezioni sbagliate e rendimento sul campo ben al di sotto di ogni aspettativa, ma con i tre punti contro la Spal il timore-retrocessione può essere messo un po’ più da parte. Terz’ultima lontana sette punti, scontro diretto con il Genoa tra due settimane. Con la “parte sinistra” di classifica (quella ‘puntata’ da Commisso) nonostante tutto non troppo distante (4 punti). Ma volare troppo avanti con la fantasia sembra davvero complicato per questa squadra.

ALL’ALTEZZA CON LE BIG. Perché ora il calendario mette di fronte sfide davvero difficili. Gare che se giocate con timore rischiano di trasformarsi in clamorose ‘rimballate’. A partire dalla partita di mercoledì in coppa Italia con l’Atalanta. Poi il Napoli al San Paolo, dopo i rossoblu al Franchi ci sarà la Juve a Torino e di nuovo l’Atalanta in casa in campionato. Un ciclo di ferro da affrontare con (molta) più personalità rispetto a quanto fatto vedere nell’ultima sfida. La speranza sta tutta nel trend della squadra contro le grandi: quasi mai, infatti, la Fiorentina ha deluso contro le big in stagione. A partire, proprio, dalle prestazioni con Napoli, Juve e Atalanta del girone di andata (ma era tutta un’altra Viola), ma anche contro Lazio, Inter e Roma (nonostante il crollo finale che ha portato all’esonero di Montella) la prestazione c’è sempre stata.A volte più facile giocare contro le grandi chiudendosi e ripartendo, che contro le piccole“, dicono molti tecnici del nostro campionato. Concetto applicabile facilmente anche ad una Fiorentina che le cose migliori le ha fatte proprio aspettando e andando in contropiede. Quando non era chiamata a ‘fare la partita’.

(QUASI) PROIBITIVA. Partite dal pronostico apparentemente scontato, ma che possono rappresentare delle occasioni di vera svolta. Anche se fronteggiare, ad esempio, questa Atalanta che viaggia a mille pare davvero complicato. Vedremo se le motivazioni che Iachini saprà fornire andranno oltre il divario tecnico e fisico: la squadra di Gasperini ha grandissima qualità e una condizione atletica che costantemente a grandissimi livelli, servirà sicuramente una prova sopra le righe per provare a restare in partita fino alla fine. Per evitare figuracce. Ma da partite così si può (e si dovrebbe) anche crescere. È pur sempre una gara secca, giocata in casa di fronte ad un pubblico che sta rispondendo presente, nonostante l’orario decisamente anti-calcistico di un mercoledì lavorativo. E il fatto che non ci sia l’assillo dei tre punti, non trattandosi di campionato, chissà che non possa allentare la pressione e sgombrare la mente di una squadra molto spesso imbrigliata dalla paura.

MERCATO. Fronte mercato, Iachini è in attesa di un centrocampista, la seconda priorità dopo l’arrivo di Cutrone. A proposito, tra Atalanta e Napoli dovrebbe arrivare il suo momento da titolare: oggi i test fisici che hanno indicato al tecnico la condizione fisica e il minutaggio possibile dopo due mesi praticamente sempre in panchina. In mezzo al campo Duncan è il primo nome, per forza fisica e capacità d’inserimento. Il Sassuolo è partito sparando alto (20 milioni), le parti stanno trattando e valutano le possibili formule, con Pradè che mantiene la sua strategia: perseveranza, in attesa delle giuste condizioni per chiudere. Così com’è avvenuto per Cutrone, e com’era stato per Lirola, ma anche Boateng, Pulgar e Badelj. Lunghe trattative andate poi a buon fine… anche se per molti dei nuovi acquisti il rendimento sul campo non è stato poi all’altezza. Arriverà anche un difensore, ma con necessità non considerata ‘primaria’. Attenzione, come al solito, alle occasioni che possono nascere negli ultimi giorni di mercato. Mentre nelle ultime ore si è pensato principalmente a sfoltire: Dabo alla Spal, Cristoforo all’Eibar, Rasmussen in Serie B tedesca, Cerofolini alla Casertana. Il prossimo sarà Pedro, non convocato con la Spal: il Flamengo spinge, la Fiorentina aspetta l’offerta giusta per cederlo a titolo definitivo (forse con una futura opzione di ‘recompra’). Operazione ‘sfoltimento’ che continua.

39
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Marione
Ospite
Marione

Secondo me contro le big abbiamo giocato bene solo contro la Juve e, parzialmente con il Napoli perchè non posso considerare una big il Bilan (da noi dominato)
Contro Atalanta, Lazio, Roma e Inter (oltre che col Cagliari) abbiamo fatto sostanzialmente ridere (sul piano del gioco) anche se due pareggi li abbiamo portati a casa.
E comunque era un altro momento, altro entusiasmo e altra squadra (con Ribery).
Nelle prossime 3/4 settimane ne vedremo delle belle.
Spero di sbagliarmi

Sergiop-Roma
Tifoso
Sergiop - roma

L’atalanta l’unica formazione che dopo la sosta natalizia, corre ancora come se il campionato non si fosse mai fermato. E gioca anche in Europa. dov’è il miracolo? Tanto lavoro, oppure aiuti extra sotto forma di medicinali, che spariscono subito prima del controllo doping. Ilicic che a Firenze ciondolava, ora a bergamo corre. Sicuramente verrò preso per un visionario ma qualche domanda me la comincerai a porre.

Oreste
Ospite
Oreste

Questa faccenda del doping nell’Atalanta è ridicola….l’Atalanta è una squadra discreta, ben organizzata e a cui viene impartita un’ottima preparazione fisica. Grandi misteri non ce ne sono se non la scarsezza media del campionato di serie A, che fa in modo che una buona squadra ben organizzata sembri una squadra fenomenale.

Viola a bestia
Ospite
Viola a bestia

Si parte sicuramente sfavoriti…ma paura mai!!… Se questa squadra avesse la metà della orgoglio che ha questa città se ne perderebbe dimorto poche….anche con giocatori mediocri!… Avanti Firenze!!!

cutrone
Ospite
cutrone

domani pomeriggio alle ore 16:45 finisce il fenomeno atalanta.

Oreste
Ospite
Oreste

Non guarderò la partita.
Non mi piacciono i massacri.

guevara
Ospite
guevara

Ho un amico di Bergamo che mi rompe le scatole da 2 anni, ora essere preso per il c— da un gobbo lo posso capire anzi ci sono ormai abituato ma da un bergamasco mi fa incaz—-.
Quindi vinciamo e niente storie con proibitive etc…siamo o non siamo la fiorentina ? loro sono o non sono l’atalanta ? e allora si deve vincere e basta.

ANDREA
Ospite
ANDREA

a me va bene anche 10 % di possesso palla , ma se con due contropiedi fatti bene vinciamo tutte le partite chi se ne frega del possesso palla , Anche perchè per fare il possesso palla devi avere dei giocatori che hanno le capacità tecniche per farlo, altrimenti fai possesso e appena sbagli un passaggio prendi il contropiede che ti fanno goal gli altri! Questo è quanto successo alla Viola in partite come contro la Lazio,,il Lecce ,Verona, Genoa, ect ect. quindi dato che ormai è palese che giochiamo per salvarci , pensiamo al sodo e dalla prossima estate… Leggi altro »

TYU
Ospite
TYU

Io penso (e spero) che Iachini abbia fatto, appena arrivato, un pesante richiamo di preparazione atletica perchè i giocatori, in termini di corsa e reattività si stanno comportando come nelle amichevoli precampionato quando devono ancora smaltire la preparazione estiva. Non è stanchezza perchè dopo 5 minuti sembrano già sulle gambe e incapaci di ragionare ed anche il numero enorme di appoggi (non lanci di 40 mt) sbagliati da parte di giocatori che non saranno Pirlo, ma hanno sempre azzeccato una discreta percentuale di passaggi, fanno pensare ad una scarsa lucidità dovuta ai carichi di lavoro. Forse mi illudo, ma non… Leggi altro »

Alex
Ospite
Alex

Nulla è perduto prima di giocare. Se ci mettiamo grinta e coraggio non ci sarà problema chiunque avremo contro. Se poi stiamo in campo ad aspettare che arrivi il ‘90 ne prendiamo 10 da una squadra come l’Atalanta che non molla mai. Ci sia da esempio senza partire già sconfitti.

michele
Ospite
michele

Quella tendenza positiva contro le big è ante Cagliari e partite perse in casa, insomma fa parte di un’altra epoca, è svanita, ora si vede tanta paura a tenere la palla tra i piedi e non è un bel segnale

COLOR
Ospite
COLOR

Nessuno parte battuto peró a livello di rosa e condizioni fisica siamo inferiori. Lo scorso anno Montella ingabbio Gasperini e se non era per coccolino Lafont passavano noi il turno .. Con Iachini c’é da sperare che mettendo fuori la boa e con una a 4 si possa sperare in un risultato positivo
Drago-Ceccherini-Pezzella-Mile-Caceres-Lirola-Castro-Badelj(Benassi)-Chiesa-Vlahovic-Cutrone.

marco mugello
Ospite
marco mugello

si, ma disposti a 442…. Chiesa non puo essere esterno di difesa, è una bestemmia…..ma ala tornanrte si. è 20 metri più avanti, e con Caceres dietro a reggerlo!!!! Il 442 è il modulo piu semplice, ha qualche contromossa, come tutti, ma è quelo in cui tutti capisono tutto subito….e avere la doppia punta centrale, e Chiesa piu Castrovilli appena 15 metri indietro, è tanta roba….. specie per na squadra fino ad ora piena di segnamai…..

Italo Allodi
Ospite
Italo Allodi

Con la nostra rosa sarebbe difficile giocare anche in B.

cav974
Ospite
cav974

Con l’Atalanta si vince punto

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Contro le grandi ci mancherà l’allenatore.

Alvernio
Ospite
Alvernio

Il Cagliari che di certo non è in top club ha un centrocampo formato da Nandez,Niangolan e Rog…..il calcio non è difficile!!!!!!

viamontella
Ospite
viamontella

IL CAMBIO DI PASSO CI PUO ESSERE SE IACHINI SBATTE FUORI DAL CAMPO VLAHOVIC E BOATENG E DALBERT.

HANNO AVUTO DIVERSE OCCASIONI PER DIMOSTRARE LA LORO INUTILITA’.

SERVE DUNCAN IN MEZZO

Frunky69
Tifoso
frunky69

e anche il ragazzino inglese! Mai visto giocare in vita mia ma m’ispira…. gli inglesi sono forti solo dai 16 ai 18 anni poi si svaccano di birra… per cui sfruttiamolo ora!!!

Luckyluke
Ospite
Luckyluke

Dopo l’Atalanta la Sampdoria a Marassi e poi il Milan in casa. Sette partite molto complicate, in cui 7 punti sarebbero già un buon risultato, soprattutto alla luce della prestazione di Domenica.

Gangia81
Ospite
Gangia81

Bucchioni, in un editoriale su un altro sito parla di Rocco e del fatto che se non potrà costruire lo stadio non farà investimenti sulla squadra. Premetto che mi auguro vivamente che lo stadio nuovo si faccia e anche alla svelta, se questo fosse vero sarebbe drammatico. Vedremo come andrà questa sessione di mercato ma soprattutto come andrà quella estiva, quando non ci saranno più scuse.

Mio
Ospite
Mio

Domani ci asfaltano, quindi perché non provare con un 433 con Badel, Zurkowski, benassi, Sottil Cutrone Chiesa e dietro difesa a 4. Riposa il 1 tempo Castrovilli, Vlaovic e Pulgar. Dietro difesa a 4 con Caceres Pezzella Milencovic e Venuti.
E forza viola

viamontella
Ospite
viamontella

sei ridicolo… venuti sottil… anche le galline ti ridono dietro… vai sali sul pulmino a new york

Alex
Ospite
Alex

Badelji si è ritirato dal calcio giocato due anni fa.

Candyman
Member
candyman

l’Atalanta ci snobba e, leziosa, si specchia in sé stessa. Ne approfittiamo chiudendo il primo tempo 2 a 0 (apre Chiesa poi Benassi)…nella ripresa entrano Ilicic ed il Papu Gomez. Soffriamo, dopo due miracoli di Dragowski i nerazzurri accorciano le distanze al 78o, ma è troppo tardi. Negli ultimi minuti rosso a Pezzella per doppia ammonizione e chiusi nella nostra area portiamo a casa la qualificazione!!!!

babbo natale
Ospite
babbo natale

E poi mi sveglio tutto sudato sullo 0-4 :-DDDDD
Appart gli scherzi speriamoooooo gasperini non si puo vedere

Maxino
Ospite
Maxino

Un peccato che non l’abbia potuta vedere, ma Charlize Theron non ha voluto assolutamente che la lasciassi nel letto da sola

Candyman
Member
candyman

Oh per il momento sul 2 a 1 con espulsione di pezzella ci siamo…
…sta attento che stasera ti trovi miss Theron in casa!!! 😀

Giannizzero69
Tifoso
Gianni del 69

scusate ma provare noi a scommettere su saponara…lo prendono in prestito….al centrocampo coi piedi bono…a costo 0….eppoi proviamo zurcoski…!!! dai grande beppe iachini prova s scommettere ….ce anche beloko…

Gangia81
Ospite
Gangia81

Certo… ce ne serve giusto un altro che cammina in campo!

viamontella
Ospite
viamontella

saponara meglio di boateng e vlahovic e’

ffffffrrrrrr
Ospite
ffffffrrrrrr

chi, quel depresso cronico?
no grazie abbiamo già dato

Cippa lippa
Ospite
Cippa lippa

Rilanciare Badelj. Pulgar unnè bono

michele
Ospite
michele

Insieme devono giocare, uno scrive e l’altro legge

marco mugello
Ospite
marco mugello

va cambiato tutto…. per questo sarebbe meglio il 442 con 2 centravanti (si è visto nei 20 minuti finali quanti problemi davano alla difesa della Spal)… ed esterni/ali di centrocampo Chiesa e Castrovilli…. usiamo i nostri punti di forza, anche Castrovilli è sprecato fra difesa e centrocampo…. dovrebbe fare il fuoriclasse imprendibile sulla 3/4 campo all’ala, venendo da dietro… allora si che si funziona….. centrocampisti Duncan e uno dei due registi…..

rob
Ospite
rob

Il Barcellona esonera Valverde: ufficiale. Il successore è Setien !!! suggerito Setien in tutti i modi, era possibile prenderlo 1 mese fa se non avessimo degli asini gestendo la societá

gianni usa
Ospite
gianni usa

Di buono solo i tre punti perche’ anche contro una squadra che ha 9 puni n classifica s’e’ fatto pena.Io ho ancora tanta paura .

guido
Ospite
guido

comunque la Spal ha 12 punti,,,,,,solo per precisione…

Brahimi
Ospite
Brahimi

Ma quale coraggio…

Articolo precedenteSerie A, il Parma infligge al Lecce la quarta sconfitta consecutiva
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI