Pagelle Fi.it: Aquilani, Borja, Cuadrado e Pizarro fantastici..

    0



    Verona-Fiorentina NETO: VOTO 5.5 Nulla può sulla respinta ravvicinata di Sala dopo il tiro di Toni. Compie dei buoni interventi ma comunque prendere tre gol non è cosa di poco conto.

    TOMOVIC: VOTO 6. Perde Sala sul gol del vantaggio del Verona ma col passare dei minuti conquista fiducia e metri. Alterna buone cose a disattenzioni evitabili.

    GONZALO RODRIGUEZ: VOTO 6. Non riesce a limitare Toni sul gol dell’Hellas. Gioca una gara molto ‘difensiva’ limitando col contagocce le sue sortite in avanti.

    SAVIC: VOTO 6.  Con Gonzalo si divide su Toni e Iturbe. Quest’ultimo gli crea qualche problema di troppo

    PASQUAL: VOTO 6. Prezioso il suo cross in area per il gol di Aquilani, purtroppo gli manca la continuità di una volta

    AQUILANI: VOTO 8. Segna un gol importantissimo alla fine del primo tempo, regala un prezioso assist a Borja Valero ma soprattutto gioca una fantastica partita, fatta di tanta sostanza e qualità.
    WOLSKI: VOTO S.V. Entra al 41’st al posto di Aquilani.

    PIZARRO: VOTO 7. Quando è in giornata è formidabile. Accorcia, allunga la squadra a secondo delle situazioni, accelera, rallenta la manovra della squadra a suo piacimento e di tutto questo la squadra ringrazia.

    BORJA VALERO: VOTO 7.5. Fantastico il suo passaggio per il gol di Cuadrado, un tocco ‘felpato’ e prezioso il suo gol. Lo trovi in tutte le parti del campo e su tutti i palloni. Non si risparmia. Anche per lui il periodo ‘nero’ di prestazioni sembra essere alle spalle

    CUADRADO: VOTO 8. Si muove bene sul fronte d’attacco, sfiorando a metà del primo tempo il gol del pareggio di testa. Cosa che centra al 31’pt con un gran tiro a termine di una bella azione corale. Gioca una gara da Cuadrado, dove diventa imprendibile, dove ha voglia di giocare e di divertirsi. E’ tornato il Cuadrado della prima parte di stagione

    MATOS: VOTO 5.5. Parte con le giuste motivazioni. Corre e rincorre, cerca di essere utile anche con qualche tiro dal limite ma non riesce a pungere. Nella ripresa cala troppo. Peccato.
    MATRI: VOTO 6. Entra al 23’st al posto di Matos. Non fa meglio di Matos ma almeno segna il calcio di rigore.

    ILICIC: VOTO 5. Compassato e lento, perde troppi palloni in fase d’impostazione dell’azione. Dai suoi piedi, però, parte l’azione del 2-1 viola. Ancora una occasione persa e continuando così anche il suo futuro a Firenze è tutto da rivedere.
    VARGAS: VOTO 6. Entra al 15’st al posto di Ilicic. Porta dinamismo nella parte più importante della gara

    ALL.: MONTELLA: VOTO 7. Sarà un caso (non lo crediamo…) ma da quando la Fiorentina è tornata ad allenarsi con continuità, senza gare infrasettimanali, è tornata a essere la Fiorentina che tutti conoscono, capace di giocare un calcio divertente e segnare un grappolo di gol. Contro il Verona di quest’anno non era certo facile. Sotto di un gol la squadra ha saputo reagire e ripartire nella giusta maniera. Una gara che la squadra ha saputo interpretare nella giusta maniera. Con questa mentalità sarà più facile preparare le prossime gare di campionato (raggiunta la 1000 vittoria della storia viola…) e la finale di Coppa Italia del 3 maggio prossimo

     

    Fiorentina.it dallo Stadio Bentegodi di Verona