Pagelle Fi.it: Aquilani che tris! Ambrosini superbo, difesa no..

    0



    Aquilani vs PanduriiPoteva essere la gara per avvicinarsi ulteriormente al Napoli e al terzo posto, invece la Fiorentina si deve fermare davanti a un Genoa coriaceo e all’incapacità dell’arbitro Tommasi e dei suoi assistenti.
    Rigore inesistente e fuorigioco di Antonini, gol di Aquilani di testa valido solo per citare alcuni episodi che si sono rivelati fondamentali perché la Fiorentina non arrivasse a conquistare i tre punti.
    E pensare che i tre punti sarebbero potuti arrivare anche senza i tanti indisponibili per Montella…
     
    Gianni Ceccarelli, Redazione Fiorentina.it dallo Stadio Franchi di Firenze
     
    NETO: VOTO 5.5. Nulla da fare sui due gol, ma sul terzo commette l’errore di non uscire (fa il passo in avanti, si ferma, e torna indietro) sul calcio d’angolo.
    RONCAGLIA: VOTO 5. Grande chiusura su Gilardino al 16’pt in area viola, sbaglia l’intervento su Matuzalem (gol di Antonini, in fuorigioco…) ma poi gioca una gara non incisiva, spesso sul filo dell’errore.
    COMPPER: VOTO 5.5. Per la prima volta, vista l’assenza di Gonzalo Rodriguez, deve comandare la difesa e ci riesce a fasi alterne. 
    SAVIC: VOTO 5.5. Situazione analoga come per Compper. 
    PASQUAL: VOTO 6. Si mangia incredibilmente un gol già fatto al 17’pt. Alcune buone sortite sulla corsia esterna, nella ripresa si fa prendere da troppa frenesia
    AQUILANI: VOTO 8.5. Una serata indimenticabile. Segna tre gol, che in realtà sarebbero quattro ma deve scontrarsi contro l’incapacità dell’arbitro Tommasi e dei suoi assistenti. Visto le assenze di Borja Valero ci si attendeva molto e lui ha risposto in maniera perfetta. Tripletta sotto gli occhi di Prandelli, la possibilità di andare al Mondiale si è riaccesa.
    PIZARRO: VOTO 6. Come sempre è il motore dei viola ma è mancato in qualche soluzione valida per gli attaccanti. 
    AMBROSINI: VOTO 7. Quando si dice l’esperienza paga. Bravo a cercare e trovare il calcio di rigore e bravo a fare da perno sul secondo gol di Aquilani. Prestazione da grande giocatore senza mai risparmiarsi lotta, corre e combatte su ogni pallone.  
    CUADRADO: VOTO 6. Ancora una volta non al meglio. S’intestardisce troppo nel cercare l’azione personale 
    MATRI: VOTO 6. Dopo tre minuti ha l’occasione per segnare ma trova la mano di Perin che gli dice di no. Dialoga molto coi compagni, ma sono poche le palle gol che gli capitano sui piedi
    JOAQUIN: VOTO 6.5. Tra gli attaccanti sicuramente il migliore. Fa chilometri sulla fascia, mette molti cross per i compagni e non si ferma mai. 
    MATI FERNANDEZ: VOTO 5.5. Entra al 10’st al posto di Ambrosini. Sbaglia l’intervento su De Maio sul gol del 3-3 e non riesce a essere utile per il forcing finale
    ANDERSSON: VOTO 6. Entra al 29’st al posto di Aquilani. Esordio con la maglia viola
    MATOS RYDER: VOTO 6. Entra al 36’st al posto di Cuadrado
    ALL.: MONTELLA: VOTO 6. Alla vigilia aveva sottolineato la difficoltà della partita e così è stato. La mancanza di molti giocatori può essere una scusante la fase difensiva è stata deficitaria mentre in avanti Cuadrado ha pensato troppo alle soluzioni personali. Ambrosini gioca una grande partita e i viola trovano un super Aquilani ma la  vittoria non arriva, anche perché giocare anche contro l’arbitro Tommasi e i suoi assistenti era veramente impossibile (Rigore inesistente e fuorigioco di Antonini, gol di Aquilani di testa valido solo per citare alcuni episodi che si sono rivelati fondamentali perché la Fiorentina non arrivasse a conquistare i tre punti).
     
    Gianni Ceccarelli, Redazione Fiorentina.it dallo Stadio Franchi di Firenze