PAGELLE FI.IT: Borja-Aquilani-Ilicic super, ottavi ipotecati…

    0



    Ingresso in campoNETO: VOTO 6.5. Esita un po’ troppo quando deve uscire ma tutto sommato gara positiva. Nella ripresa ci mette una pezza sul secco diagonale di Knudsen. Si ripete nel finale di gara su un tiro centrale da corta distanza

    RONCAGLIA: VOTO 6. Lascia la marcatura di Pusic sul gol del pareggio dell’Esbjerg e gli capita in altre due occasioni. Non una serata da ricordare

    COMPPER: VOTO 6. Prova a comandare la difesa ma non ha l’esperienza e l’autorità di Gonzalo Rodriguez

    SAVIC: VOTO 6. Torna in campo a tempo di record e non si risparmia quando c’è da far sentire i tacchetti.

    PASQUAL: VOTO 6. La velocità dei danesi gli crea qualche problema, nella ripresa trova maggior spazio e gioca più alto

    BORJA VALERO: VOTO 7. Torna in campo dopo l’assenza nelle ultime due uscite per squalifica. Si prende sulle spalle la Fiorentina e la porta alla vittoria.

    MATI FERNANDEZ: VOTO 6.5. In campo è quello con maggior fantasia e imprevedibilità e questo gli permette spesso di saltare l’avversario ed essere pericoloso nella metà campo danese.

    AQUILANI: VOTO 7. Torna a fare il metronomo viola anche per far rifiatare Pizarro. Continuo e duttile non sbaglia il calcio di rigore del 3-1 e gioca una gran partita.

    ILICIC: VOTO 7. Sul piano della continuità di gioco è stata senza dubbio la sua miglior gara in viola. Si è ritrovato anche a recuperare in difesa. Segna un gol ma va spesso vicino alla seconda marcatura. Ora deve dare continuità a queste prestazioni

    MATRI: VOTO 7. Dopo i due gol all’esordio contro il Catania torna finalmente a gonfiare la rete con un gran gol e una prestazione positiva . La conferma se gli arrivano le palle gol lui segna.

    MATOS: VOTO 6.5. Parte col freno a mano frenato poi trova gli spazi giusti per accelerare e creare problemi alla difesa avversaria. Conquista il calcio di rigore del 3-1 viola.

    MARIO GOMEZ: VOTO 6. Dal 10’st al posto di Matri. Volitivo e voglioso cerca subito il gol con un tiro violento da fuori area. Ci riprova nel finale ma il suo colpo di testa è troppo centrale.

    BAKIC: VOTO 6. Entra al 20’st al posto di Mati Fernandez. Due lanci, tre sbagli…

    PIZARRO: VOTO 6. Entra al 30’st al posto di Aquilani. Da ordine alla manovra viola.

    ALL.: MONTELLA: VOTO 7. Anche in Europa League la Fiorentina si conferma una delle formazioni più forti. Gli basta un tempo per ipotecare il passaggio agli ottavi di finale e iniziare a pensare al doppio confronto contro la Juventus. Peccato per il gol dell’Esbjerg, ma la differenza tra le due formazioni è notevole.  Riesce a far riposare qualche giocatore e a far mettere minuti nelle gambe a Mario Gomez.

    Gianni Ceccarelli, redazione Fiorentina.it