Pagelle Fi.it: Kalinc c’è, Chiesa esordio ok. Tatarusanu, Ilicic, che succede?

0



Il campionato della Fiorentina inizia con una sconfitta, e questo ci poteva anche stare. Dispiace vedere una squadra ancora lontana da quello che deve essere, anche contro una corazzata come la Juventus che fa della sua fisicità l’arma principale. Fiorentina che non è riuscita a giocare nello stretto ma si è fatta portare via dalla Juve col suo gioco molto largo. Una Fiorentina che ha tanti esterni ma che al momento nessuno riesce a saltare l’uomo. A tutto questo, poi, bisogna mettere in contro gli stessi errori difensivi, l’apatia di Ilicic, e la poca sicurezza che da a tutti Tatarusanu e il fatto che in attacco Kalinic non può giocare da solo. Certo, perdere al Torino contro la Juventus ci può stare ma questa non è ancora la Fiorentina che dovrebbe essere.

TATARUSANU: VOTO 4. Incredibile l’errore a inizio gara, l’ennesima incertezza sulla rimessa del pallone poteva costare il gol di Khedira. Poi durante la gara si devono registrare almeno atri tre errori tra uscite, rimesse dal fondo. Sul gol di Higuain non copre il suo palo.
TOMOVIC: VOTO 5.5. Dalla sua parte scende spesso Alex Sandro e son sempre dolori. Un po’ meglio nella ripresa.
GONZALO RODRIGUEZ: VOTO 5.5. Partecipa con Astori, in negativo, al gol di Khedira. Riesce a evitarne un altro su Mandzukic. Lotta fino alla fine.
ASTORI: VOTO 5.5. Sul gol di Khedira non prova a intervenire di testa ma anche lui cerca di dare fino in fondo il proprio contributo.
BERNARDESCHI: VOTO 5. Primo tempo praticamente assente dalla manovra, mai incisivo. Alex Sandro lo costringe a fare il quinto di difesa. Nella ripresa con l’ingresso di Tello mister Sousa lo schiera centrale, ma le cose non cambiano molto. Quando poi non riesci a saltare Barzagli nell’uno contro uno vuol dire che forse c’è qualcosa che non va.
BADELJ: VOTO 5. Dovrebbe far girare il motore viola ma anche lui viene travolto dalla fisicità dei bianconeri.
SANCHEZ: VOTO 6. Entra al 19’st al posto di Badelj. Meglio del croato, buone alcune aperture per Tello.
VECINO: VOTO 5.5. Ci prova ma manca in dinamismo. Sul finale di partita ha un’occasione per trovare il gol del 2-2.
ALONSO: VOTO 5. Dalla sua parte se la deve vedere con Dani Alves, alcune incursioni in avanti ma il brasiliano vince il duello.
CHIESA: VOTO 6. L’unica nota lieta, positiva della serata. A sorpresa Sousa lo schiera dal primo minuto per un esordio da brividi, invece lui gioca sembrando un veterano e riesce anche a creare alcune giocate pregevoli a centrocampo.
TELLO: VOTO 6. Entra al 1’st al posto di Chiesa. Porta vivacità e qualche affondo sulla destra. Buon rientro.
ILICIC: VOTO 4.5. Praticamente inutile alla causa viola, mai in partita. Lento, apatico. L’unica cosa buona il calcio d’angolo per il gol di Kalinic.
ROSSI: VOTO S.V. Entra al 35’st al posto di Ilicic.
KALINIC: VOTO 6.5. Ha il compito di segnare ma anche quello di stare su Bonucci per non far ripartire il consueto gioco bianconero dalla difesa. Riaccende le speranze col gol del pareggio ma non basta. Troppo solo in attacco per poter chiedergli di più.
ALL.: PAULO SOUSA. VOTO 5.5. A sorpresa schiera il giovane Chiesa dal primo minuto e mettendo Ilicic vicino a Kalinic. Risultato che il croato in attacco era troppo solo e soprattutto la squadra si è fatta trascinare nel gioco largo e non rimanere nello stretto, dove c’era la possibilità di fare qualcosa in più. Alla fine, poi, bisogna registrare i soliti errori difensivi e alcuni giocatori ancora non in grado di emergere e prendersi sulle spalle la Fiorentina.