PAGELLE FI.IT: Neto superlativo finale di Roma conquistata

    0



    Fiorentina-Udinese netoLa Fiorentina conquista la sua decima finale di Coppa Italia vincendo 2-0 contro l’Udinese e ribaltando il 2-1 subito sette giorni fa a Udine. Una gara dove i viola hanno giocato una gran partita sul piano dell’intensità e del carattere riuscendo a saper soffrire quando l’Udinese si è fatta diverse volte pericolosa. Una gara che porta la firma di tutti ma in particolar modo di Neto che con la prestazione e le parate fatte si è preso definitivamente Firenze e la Fiorentina.

     

    Gianni Ceccarelli, dallo stadio Franchi di Firenze

     

    NETO: VOTO 9. Sull’1-0 compie due grandi parate su Gabriel Silva e poi su Domizzi. Nei minuti di recupero una incredibile doppia parata prima su Muriel e poi su Lopez salvano il risultato e la finale di Roma

    DIAKITE’: VOTO 6.5 Non particolarmente efficace e preciso nel primo tempo, meglio nella ripresa quando rimane più fermo nella propria zona di campo

    GONZALO RODRIGUEZ: VOTO 6.5 Al rientro dopo il problema muscolare, Di Natale gli crea problemi di continuo. Nel finale utile la sua esperienza

    SAVIC: VOTO 6.5. Gioca una gara tatticamente efficace, purtroppo esce al 15’st per un infortunio muscolare alla coscia

    PASQUAL: VOTO 7. Trova il gol coordinandosi molto bene e gioca una gara dove mette in campo tutto quello che ha nonostante abbia

    AQUILANI: VOTO 6.5. Torna dal primo minuto e gioca una gara più di quantità che di qualità ma è prezioso

    PIZARRO: VOTO 7. E’ alla quarta partita consecutiva e chiaramente non può essere lucido e determinante e di questo la manovra viola ne risente molto ma serve un gran assist per il gol di Cuadrado. Nel secondo tempo emerge maggiormente.

    MATI FERNANDEZ: VOTO 6.5. Ancora una prestazione a fasi alterne ma quando ingrana crea scompiglio in tutte le parti del campo.

    CUADRADO: VOTO 7. Un passo indietro rispetto alla gara contro l’Atalanta ma segna un gol fantastico, un missile sotto l’incrocio dei pali. Purtroppo nel finale ingenuamente si fa ammonire e dovrà saltare la finalissima di Roma. (il voto è 7 e non sei per errore di battitura, scusate per l’errore)

    MATRI: VOTO 6. Lotta, corre ma il gol non arriva. Anche perché giocare spalle la porta, da solo e senza una vera palla gol è difficile poter gonfiare la rete

    JOAQUIN: VOTO 7. La sua vitalità nella prima parte di gara è stata molto utile. Suo l’assist per il gol di Pasqual e a inizio ripresa va vicinissimo al raddoppio ma trova una grande parata di Scuffet

    MATOS: VOTO 6. Entra al 12’st al posto di Matri. Cerca di correre dietro ogni pallone per tenere alta la squadra.

    COMPPER: VOTO 6. Entra al 15’st al posto di Savic. Non sbaglia niente

    VARGAS: VOTO S.V. Entra al 44’st al posto di Joaquin

    ALL.: VINCENZO MONTELLA. VOTO 7.5.  La Fiorentina conquista la finale di Coppa Italia a termine di 180 minuti di gioie e sofferenze.  C’era da ribaltare il risultato e non era facile contro un Udinese pronta a colpire in contropiede.  Con molti giocatori non al meglio della condizione e altri indisponibili i viola sono riusciti a fare il sorpasso. Anche se in alcune parti della gara c’è stato da soffrire. Una vittoria che non solo da la prima finale dell’era Della Valle ma che consegna alla Fiorentina l’Europa per la prossima stagione. E adesso c’è tutto il tempo per conquistare quella di maggior pregio.

     

    Gianni Ceccarelli dallo stadio Franchi di Firenze