Pagellone 2018 FI.IT, la difesa: reparto ok, tra alti e bassi. Pezzella sempre più leader

19



Fine anno, tempo di bilanci. Voti e analisi di quanto accaduto da inizio stagione ad oggi in casa Fiorentina

Con la chiusura del mese di dicembre si chiude anche il girone d’andata. E come sempre è anche tempo di tirare giù un primo bilancio di quanto accaduto in casa viola da luglio ad oggi. Partiamo dalla difesa.

LAFONT VOTO 6 Arrivato con grandi credenziali nonostante la giovane età ha alternato prestazioni ottime come quella di San Siro o in casa contro l’Empoli ad altre piuttosto rivedibili come contro il Sassuolo. Dal punto di vista tecnico continua a palesare dei limiti, come nelle uscite, o nel gioco con i piedi, o nella spinta come a Frosinone sul tiro di Pinamonti. Sulla reattività invece, nulla da dire. Anzi. Quanto a riflessi il giovanissimo portiere francese ha dimostrato di essere tra i migliori nel suo ruolo. E se la Fiorentina è tra le migliori difese del campionato è anche merito suo. Margini di crescita ce ne sono ancora tantissimi. Ed è anche lecito attenderseli da un investimento comunque oneroso di quelli che raramente la Fiorentina ha fatto su un portiere, soprattutto nella era Della Valle e Corvino. Voto mix tra alcune prestazioni da 7 ed altre da 5, più tendente al 6.5 ed in crescita.

DRAGOWSKI VOTO 6 Sarebbe da senza voto, ma nelle 3 presenze messe a referto contro Udinese, Napoli e Sampdoria per sostituire Lafont ha fornito qualche buona risposta. Cosa ben diversa da quanto aveva fatto nelle poche chances avute l’anno scorso quando fu chiamato in causa per sostituire Sportiello (Fiorentina-Lazio e Milan-Fiorentina se le ricordano ancora in molti). E finalmente, si è pure tolto la soddisfazione di rimanere inviolato dopo 6 gare ed un tempo nell’1-0 contro l’Udinese. Tuttavia, forse, è veramente giunto il momento di andare a giocare.

MILENKOVIC VOTO 7 Non era semplice confermarsi ad altissimi livelli. Per un giovane poi, il secondo anno, si sa è sempre più dura. Se poi ci aggiungiamo la ripartenza post mondiale ed il nuovo ruolo in campo il buon Nikola ha dato grandissime risposte. La sua scalata continua. Perle il gol contro il Chievo. A segno anche contro la Spal. Proprio perfetto non lo è stato. Qualche battuta d’arresto l’ha avuta pure lui. Come è normale che sia per un ragazzo di 20 anni.

PEZZELLA VOTO 7.5 Quella fascia al braccio ha capito subito che per questa città voleva dire leadership e responsabilità. E ce l’ha sempre messa l’argentino. Aver conquistato la nazionale non è stata una gentile concessione. Ma se l’è guadagnata con pieno merito. Quella sgroppata a testa alta a Reggio Emilia è l’applicazione pratica di quanto detto. E se i numeri del pacchetto arretrato viola sono così buoni è molto anche merito suo.

CECCHERINI VOTO 6.5 Ripiego di sicura affidabilità. Buone risposte nelle poche occasioni che ha avuto per mettersi in mostra. Anche perché Pioli, almeno dietro, una volta trovata la quadra non ha mai lasciato grande spazio a cambiamenti.

HUGO VOTO 6 Alti e bassi. Purtroppo quando è in giornata di bassi fa disastri. Come contro il Parma. O tutto nero, o tutto bianco. Non ha mezze misure. A San Siro contro il Milan, ad esempio, non sbaglia nulla e quasi esalta. Altre volte, invece, se sbaglia una prima cosa poi va in crisi e mette in serie errori a raffica. A differenza del suo primo impatto con il calcio italiano ha saputo migliorarsi, mettendo a referto più prestazioni da sufficienza piena che da 5 o 4. Sulla lettura preventiva delle situazioni deve ancora migliorare. Perché il gol preso a San Siro contro l’Inter in cui esce male mandando in porta l’avversario non è stato l’unico. E forse neanche l’ultimo. Ma poteva andare peggio.

BIRAGHI VOTO 6 Per 2/3 mesi è letteralmente volato. Cross perfetti, sgroppate, gol, poi la lenta e costante regressione al Biraghi versione prima parte della scorsa stagione. Quasi preoccupante. La maglia della Nazionale non era arrivata per caso, anzi. Per ampi meriti. Poi i passi indietro. I limiti sulla fase difensiva li ha sempre avuti e probabilmente, salvo improvvise svolte, li avrà sempre. Ma con quel mancino sa che può fare di meglio. La costanza non è certo stata il suo forte.

HANCKO VOTO 6 Nei pochi minuti avuti a disposizione(nel secondo tempo di Fiorentina-Spal e qualche secondo in Fiorentina-Empoli) ha dimostrato di saperci fare. Mancino educato, forse anche migliore rispetto a quello di Biraghi, e non è un caso se per lui è arrivata la raffica di convocazioni nella nazionale maggiore slovacca con attestati e parole di stima provenienti dal suo ct. È ancora giovane, ma scalpita. E se l’involuzione di chi ha davanti nelle gerarchie dovesse proseguire, chissà che non possa entrare anche lui in ballottaggio in maniera un po’ più serrata. Di sicuro, la curiosità per vederlo all’opera, c’è. Ed i mezzi sembrano esserci.

LAURINI VOTO 6 A tratti pareva essere scomparso. Poi, nel momento del bisogno, ha risposto comunque presente. Resta un’alternativa, ma di sicuro affidamento. Sulla destra, d’altronde, con Milenkovic terzino sapeva già che avrebbe avuto poco spazio, ma quando è stato chiamato in causa ha risposto in maniera sufficiente.

MAXI OLIVERA S.V. 0’ minuti giocati e pochissime convocazioni, (giusto per far vedere che c’era) ad eventuali acquirenti che poi si sono manifestati dal Sud America. Del suo 2018, compresa la prima parte, restano 1 comunicato piuttosto opinabile redatto dalla ACF Fiorentina per ricordare il suo glorioso palmares, e 3 presenze tra gennaio e giugno con due ko, contro Sassuolo e Milan. Non benissimo.

DIKS S.V. 0’ giocati possono bastare per indurre a pensare che sarà di nuovo ceduto altrove.

19
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Max Etruriam
Ospite
Max Etruriam

Sono stato molto critico su attacco e centrocampo ma la difesa è forte davvero se fosse stata scarsa anche quella a quest’ora altro che decimi eravamo.

Peressecchiari
Ospite
Peressecchiari

victor hugo è un grande difensore e un uomo da viola
massimo rispetto!!

2z2t
Ospite
2z2t

Ma come si fa a dare 6 ad Hancko sulla base di mezza partita? e lo dice uno che vorrebbe Hancko titolare al posto dell’inadatto, Biraghi che non merita nel modo più assoluto la sufficienza. Assolutamente da 5, e solo perchè tre assistenze è riuscito a farle, altrimenti per quel poco e nulla che è stato in grado di produrre in fase offensiva, meriterebbe 4, vista anche l indecente fase difensiva.

simoparbo
Ospite
simoparbo

che pezzella sia il nostro miglior giocatore in assoluto mi sembra un dato incontestabile, peccato che siccome molte squadre top hanno gli occhi lunghi e non si fanno fuorviare dalle chiacchiere da bar e dalle pompate giornalistiche, alla fine quello a partire sarà proprio l’argentino e non certo il fenomeno da 70 milioni e 3 goal a stagione

roberto
Ospite
roberto

Merita mezzo punto in più Victor Hugo

pino gat
Ospite
pino gat

se hanko fosse forte credete che lo convocherebbero nella nazionale slovena? lo chiamerebbe il brasile no? capre capre capre capre

Matteo
Ospite
Matteo

Slovacca non slovena! Buffo L asino che da’ della capra!!!

mauro
Ospite
mauro

Lafont merita un punto in più per le tante partite che ci ha salvato; per il resto condivido

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Redazione, perché non fate la conta delle reti subite da questa ipotetica forte difesa contro le grandi in questi due ultimi campionati?
Facile non subire reti con squadre da zona bassa della classifica. Meno facile non subirle quando l’asticella viene alzata.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Comunque mi sono preso la briga di fare un piccolo calcolo. Prendendo le così dette grandi (le due milanesi, le due romane, il Napoli e la Juventis), abbiamo questa situazione:
campionato 2017-18: 12 partite e 22 reti subite;
campionato 2018-19: 6 partite e 8 reti subite;
Totale: 30 reti subite in 18 partite disputate contro le grandi: media 1,66 reti a partita.
Alla faccia della supposta (non quella che si prende per via rettale) grande difesa!!!!

Matteo
Ospite
Matteo

Quindi confermi anche tu il miglioramento! Giusto?

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Miglioramento è una cosa, grande difesa è tutta un’altra cosa. Migliorare rispetto a quasi una media di due reti subite a partita con le grandi, non era poi un’impresa improba. E, comunque sia, adesso viaggi pur sempre ad una media di oltre una rete subita a partita contro una grande. Non mi sembra uno “score” invidiabile.

joretti
Ospite
joretti

Anche tutte le altre squadre hanno giocato con squadre più o meno forti, poichè siamo a metà campionato. E se siamo la quarta difesa meno perforata e decimi in classifica significa che la difesa ha fatto la sua parte. Il problema sta altrove.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Il problema sta indubbiamente altrove. Ma, numeri alla mano, anche la difesa, contro le grandi, non si è certamente dimostrata imperforabile.

Ostaggio dei Della Valle
Ospite
Ostaggio dei Della Valle

Vero in parte

Emidiocinosi
Tifoso
emidiocinosi

Auguri a Tutti i Tifosi VIOLA ,sperando che il nuovo Anno non sia peggio del 2018.

giuliano brescia
Ospite
giuliano brescia

Auguri di buon 2019 a tutta la Fiorentina

Sciabolino
Ospite
Sciabolino

I voti che avete dato mi trovano d’accordo su quasi tutti , ma vorrei capire se Pioli avesse dato un’opportunita’ in piu’ a tutti se i voti sarebbero stati diversi. Non capisco perche’ questo allenatore non si accorga che Hancko adesempio e’ molto meglio di Biraghi e allora come mai non lo si vede in campo?? Diks giocatore che non abbiamo visto neppure un minuto e’ giusto secondo voi?? e via via tutti gli altri, cosa crede Pioli che se giocano sempre gli stessi possa arrivare infondo con la solita freschezza di inizio stagione?? E poi cari signori quando un… Leggi altro »

max
Ospite
max

Buongiorno a tutti .. e Buon Anno. … La difesa forte ?? Non ditelo hai DV altrimenti vendono i pezzi migliori… Pezzella , e Milenkovic….!! Iloro obbiettivo e’ mantenere una squadra mediocre…..questi 18 anni di gestione ce lo confermano….

Articolo precedenteSi chiude il 2018: la tragedia di Davide, la mediocrità in classifica e una crescita ‘limitata’. Mercato, tra necessità e un primo (buon) colpo
Articolo successivoFiorentina, a Pioli servirebbe un altro centrocampista
CONDIVIDI