Panchina Italia, Mancini in pole. Ranieri si candida, mina vagante Conte

8



Il mistero si complica, ma tutti gli indizi portano a Roberto Mancini. Intanto è entrato in pista un candidato, Claudio Ranieri, finora nell’ombra. E Antonio Conte ha fatto capire che il rapporto con il Chelsea non è tanto stabile. Ma Roberto Mancini resta il primo della lista: almeno per il presidente Coni, Malagò, che dovrebbe avere l’ultima parola, e per il d.g. federale Uva. Così scrive La Gazzetta dello Sport. Non sono le uniche novità: il commissario Fabbricini ha lasciato intendere che il contratto potrebbe essere biennale, fino a Euro 2020 (gara inaugurale a Roma), per lasciare più libertà al futuro presidente.

Il casting di Costacurta, vicecommissario, continua. Un nome condiviso era Carlo Ancelotti che, però, ha messo subito le mani avanti: sogna la Nazionale ma in futuro. Una proposta concreta lo metterebbe in difficoltà, sarebbe difficile dire «no». Un altro profilo è quello del c.t. «a tempo» Gigi Di Biagio: ha due partite, con Argentina e Inghilterra a marzo, per guadagnare qualche punto e inserirsi in lista. Difficile che la nomina sia ufficializzata prima di maggio. Soltanto un evento può far saltare il banco: l’esonero in tempi brevi di Conte. Come ha ricordato Fabbricini a Rmc Sport, «parliamo di tecnici validi, ma che hanno un contratto in essere. Serve agire con delicatezza». Se però Conte fosse improvvisamente libero, si capirebbe se la ricerca può cambiare equilibri oppure se la scelta è stata già fatta su Mancini, il primo a confessare la «voglia» di Nazionale (fatto da non trascurare).

Mancini ha altri due anni di contratto, ma l’accordo prevede la possibilità di liberarsi, a fine torneo, senza penali: il 13 maggio. Le voci dall’Italia, e le parole di Mancini, non sono state prese benissimo dal club russo dello Zenit. Conte è rimasto sulle sue: «Il mio possibile ritorno in Nazionale? Ho un contratto con il Chelsea fino al 2019 e intendo rispettarlo: però, nel calcio si sa, può accadere di tutto. Si può essere felici, ma bisogna essere in due». Non può sbilanciarsi, ma in Nazionale tornerebbe.

Ranieri è stato più esplicito a Sky Sport: «Chiunque vorrebbe allenare la Nazionale. Io ho un contratto con il Nantes di due anni. Non ho avuto alcun contatto ma, dovessi avere una richiesta, andrei dal presidente per chiedere di lasciare la società». Ranieri può diventare importante per storia, modi, esperienza, risultati. E forse anche per le pretese: per Fabbricini «è opportuno guardare all’aspetto economico». Il bilancio federale non andrebbe oltre i 5 milioni (netti), staff compreso.

8
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Cisko73
Ospite
Cisko73

Sembra che anche Pioli sia in lizza

Sugosa plusvalenza
Ospite
Sugosa plusvalenza

No via…si fa i’chiasso vero? Cmq sempre contro l’Italia nel calcio a prescindere dall’allenatore

Michele
Ospite
Michele

Spero scelgano Mancini, così finalmente capiranno che non è un allenatore ma solo un raccomandato (mentre sulle sue qualità di calciatore credo ci sia poco da dire; ma non basta essere un grande giocatore per essere un grande allenatore, cone insegna il caso di Maradona).
E poi, meglio fargli il contratto ora che la Nazionale non ha nulla da perdere che quando dovesse trovarsi in lotta per qualcosa: con lui senza i miliardi dei grandi club alle spalle e i giocatori mediamente scarsi disponibili al momento in Italia credo che andremmo incontro all’ennesima débacle.

Conte Ugolino
Ospite
Conte Ugolino

Ragazzi, di fronte all’amor di patria, anche noi della Fiorentina facciamo un piccolo sacrificio e, come fu per Perdelli, rinunciamo a Padre Piolo… ehmmm al nostro mister Stefano Pioli e mandiamolo a fare il CT della nazionale

Francoslo
Tifoso
francoslo

Arrivano i …colpi mancini! Firenze ne sa qualcosa, vero Cecchi-Gori?

Tresantiviola
Ospite
Tresantiviola

Mancini lo vedrei bene perche credo sia adatto a fare il selezionatore più che l’allenatore .

Francoslo
Tifoso
francoslo

Mancini? Me lo ricordo a Italia ’90 a Roma: Nè Vialli, nè Mancini volevano far giocare Roby Baggio. “A me il posto mi spetta di diritto” – sostenne il nini!

Sugosa Plusvalenza
Ospite
Sugosa Plusvalenza

Mancini è odioso in ogni sua manifestazione

Articolo precedenteGiovani e azzardi: nelle mani di Pioli, le mosse per il futuro
Articolo successivoBuso: “Saponara ottimo giocatore ma ha sempre problemi fisici. Simeone ha margini di miglioramento”
CONDIVIDI