Pasqual a FI.IT: “San Siro può essere stata la svolta. Badelj una garanzia. Dalbert, ora continuità. Chiesa-Drago: lavoro e tranquillità”

17



A Fiorentina.it parla l’ex capitano della Fiorentina, che nel 2012 vinse con Montella a San Siro. I commenti sui portieri, sull’esterno mancino, sul croato e i ricordi con l’Udinese…

Un’altra svolta a San Siro? La Fiorentina mette in fila la seconda vittoria in cinque giorni, e prova a ricominciare adesso una nuova stagione. Con più convinzione e ambizione. La Milano rossonera, del resto, fece da trampolino di lancio anche alla prima Fiorentina di Montella, quando nel novembre 2012 i viola espugnarono San Siro con i gol di Aquilani, Borja Valero ed El Hamdaoui. Se lo ricorda bene Manuel Pasqual (356 presenze in maglia viola, 6° assoluto della storia gigliata), capitano di quella Fiorentina che tornò a Firenze in mezzo all’entusiasmo dei tifosi. “Sicuramente anche adesso può essere una svolta sotto il profilo del gioco e dell’entusiasmo”, dice Pasqual ai microfoni di Fiorentina.it.

CONVINZIONE. “La Fiorentina è andata a San Siro soffrendo il nulla, questo ti dà consapevolezza nelle giocate e in tutto quello che fai. Al di là che la Fiorentina veniva da un periodo buio a livello di risultati, ma allo stesso tempo aveva fatto buone prestazioni. Questa vittoria serve per auto-convincersi che il percorso è quello giusto”.

PUNTI. Dopo la sosta di settembre la Fiorentina ha messo insieme 8 punti in 4 gare, tra Juve, Atalanta, Samp e Milan: “È un ritmo buono, che può portare a dei risultati importanti alla fine. Con questo ritmo poi la Fiorentina ha giocato contro squadre di spessore, può solo migliorare”, continua Pasqual, al momento senza squadra dopo l’avventura ad Empoli. “L’unico rischio è andare in difficoltà contro squadre che si chiudono e non danno spazi. A volte è più facile giocare contro squadre che se la giocano a viso aperto rispetto a quelle chiuse, ma a livello qualitativo la Fiorentina ha anche giocatori che nell’uno contro uno possono accendere la luce anche in partite bloccate. Basta vedere la giocata di Ribery sul primo rigore, ma anche Chiesa è forte nell’uno contro uno”.

FENOMENO. A proposito di Ribery, è uscito da San Siro con la standing ovation dei tifosi rossoneri. “Ho sempre sentito dire che era un professionista esemplare, l’applauso di San Siro è stato emblematico. Ho avuto la pelle d’oca per lui. Si è presentato in una nuova realtà, si è calato nella parte, tutti i compagni vedono che è disponibile, corre, si sacrifica (e nelle ultime partite è stato il primo a correre e pedalare): quando tutto questo lo fa il tuo giocatore simbolo, in automatico tutti si adeguano. È un grande acquisto, perché a livello di qualità e quantità sta dando parecchio“.

SORPRESA. A sinistra sta invece ben figurando Dalbert, che era arrivato dopo l’annata deludente all’Inter. “Finora ha fatto bene, come tutta la squadra. Sicuramente ora per diventare un buon giocatore o un ottimo giocatore ci vuole la continuità di tutta la stagione. In queste partite ha dimostrato di aver fisicità, corsa e qualità soprattutto in fase offensiva. Un buon acquisto per le trame della Fiorentina”.

RITORNO. E a San Siro si è rivisto il vero Badelj, trascinatore dei viola in mezzo al campo. Badelj è una garanzia, probabilmente solo la gente esterna aveva scetticismo sul suo ritorno. Chi è nel settore o chi ci ha giocato insieme sa le qualità tecniche e umane che può portare all’interno della squadra. Sono contento che abbia fatto bene, ma era scontato secondo me”.

CHIESA ATTACCANTE. Federico Chiesa è stato avanzato da Montella nell’attacco leggero con Ribery. Ieri un’altra bella prestazione, nonostante il rigore sbagliato: “Su Chiesa non c’è stupore da parte mia, le caratteristiche si erano viste bene nelle ultime stagioni. Doveva solo ritrovare tranquillità che non gli ha permesso di iniziare benissimo la stagione. Ma soprattutto le amichevoli alla fine, anche se il calcio d’agosto non conta nulla. Ma quando si è iniziato a fare sul serio Chiesa ha dato il suo contributo importante alla Fiorentina. Con gol, assist. Doveva solo trovare una certa tranquillità che gli permettesse di focalizzare tutta la sua attenzione sul campo e non su altre squadre, contratti eccetera”.

RIVELAZIONE. Castrovilli invece sta stupendo tutti. Castrovilli sta facendo molto bene, mi ha stupito molto perché non pensavo potesse dare subito questa grande impronta alla Fiorentina. Si è inserito alla grande, sta dando a livello continuativo prestazioni importanti”.

PORTIERI. L’anno scorso ad Empoli ha visto da vicino Dragowski, ora titolare viola. “Con i portieri la Fiorentina è messa bene, sia con Dragowski che nell’eventualità con Terracciano. Drago l’ho visto l’anno scorso, ha grandi qualità. Vero che alla Fiorentina rischi di avere meno tiri in porta, ma devi essere sempre pronto e concentrato. Nella scorsa stagione con noi è migliorato molto anche in questo aspetto. Ha bisogno di tranquillità e di lavoro per dare il meglio”.

UDINESE. Domenica l’Udinese chiude il ciclo di partite. Per Pasqual anche un bel ricordo, con quel gol in semifinale di Coppa Italia e l’abbraccio con i tifosi. Un gran ricordo, del gol al volo con l’abbraccio dei tifosi in tribuna. Era una promessa fatta ad uno dei vecchi responsabili, Francini. Gli avevo detto: “Avete fatto i lavori, quando segnerò abbraccerò qualcuno in tribuna”. È uno dei momenti più belli, quel gol ci portò in finale”. Di fronte la Fiorentina si troverà una squadra più ‘abbottonata’ rispetto alle recenti avversarie. “L’Udinese potrebbe essere tra le peggiori squadre da affrontare ora, a parte l’Atalanta che va a mille. Il problema dei bianconeri è che giocano chiusi dietro per ripartire poi con i vari Lasagna, Pussetto, Okaka, giocatori di gamba negli spazi lunghi. E se la difesa non è messa benissimo può rischiare. Ma sono convinto che la Fiorentina ha giocatori di grande qualità, e può far bene”.

17
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Marco77
Ospite
Marco77

Grande Manuel, t’hanno trattato a pesci in faccia e non l’hai mai meritato

Paloscia
Ospite
Paloscia

O’ ragazzi….. ma cchè vu’ leticate, anche quando si vince, Io Bonino….?!

Bianco
Ospite
Bianco

Scusate ma il rosicone Amoruso oggi non l’ho sentito non è che c’è rimasto male ?

Sangue Viola
Ospite
Sangue Viola

Secondo me anche Boateng è un ottimo tassello per questo gruppo, è vero quando gioca sembra lento, legnoso, ma è un uomo spogliatoio, unisce il gruppo e non divide…

Andrea64
Ospite
Andrea64

Infatti lasciamolo negli spogliatoi a fare da collante al gruppo e ridiamo spazio ai vai Vlaho, Sottil ,Zurco, secondo me è meglio.
Forza Viola Unico Folle Amore

Hatuey
Tifoso
Hatuey

A me ieri a dire il vero ha fatto un po’ rabbia. È entrato e camminava invece di correre quando eravamo a pochi minuti dalla fine. Vlaho se entra almeno fa le buche n terra da quanto si impegna.

Rossano
Tifoso
ROSSANO BRUNO

Sera a tutti,
ieri Montella ha espresso la volontà di dare un’evoluzione a questo modulo, ipotizzando l’aggiunta di un attaccante. Credo che Chiesa sia devastante quando parte dalla metà campo, come ala, da attaccante rende di meno. Se avessimo un attaccante da 20 goals a campionato, con Chiesa al posto di Lirola e Frank alle spalle della punta centrale, credo che questa squadra potrebbe lottare agevolmente per il quarto posto. Forza viola, sempre!!!!

Alex
Ospite
Alex

Se fossi in lui mi proporrei al Milan come terzino sinistro, è ancora un buon affare.

ciocio
Ospite
ciocio

BRAVO HATUEY,CONCORDO IN PIENO CON TE….
PENSO CHE IL 60/70% DI CHI SCRIVE SU QUESTO SITO
NON SIA TIFOSO VIOLA O COMUNQUE TIFOSO ALL’ACQUA
DI ROSE PER DIRLA FINEMENTE….

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

Siamo solo all’inizio , ma se questi ragazzi riuscissero a fare qualcosa di importante sono sicuro che se ci dovessimo trovare in posizioni di rielievo a gennaio , Rocco e Joe non si farebbero di certo trovare impreparati …. cerco c ecompro vecchie maglie Fiorentina ed altre squadre,contattatemi ad [email protected]

Tano
Ospite
Tano

“Di Firenze non mi porto via niente”, non si dimentica chi sputa nel piatto dopo mangiato

Hatuey
Tifoso
Hatuey

Off topic: forse la redazione può confermare, ma è chiarissimo che quando si perde il sito è intasato dai commenti, mentre quando si vince, e anche bene, di commenti c’è ne sono pochi.
Io mi chiedo allora, ma quelli che scrivono solo per infamare questo è quello quando si perde, sono tifosi? E che tipo di tifosi sono quelli che si attivano solo in negativo? I vari “sculetto” e simili, da cosa sono mossi?
Complessi di inferiorità, invidia del pene, Alzheimer, cos’è?
Chissà….

Totò
Ospite
Totò

Quelli, che tifosi siano, non lo so, tu sei sicuramente un cretino

edantes27
Ospite
edantes27

perchè dai del cretino a Hatuey? non mi sembra abbia detto niente che non sia condivisibile da un vero tifoso.

Hatuey
Tifoso
Hatuey

Totò, avevi una rimanenza di virgole da smaltire?
Ne metti una a caso ogni tre parole.

Mikaluka
Ospite
Mikaluka

voglia di rompere i coglioni!

Vladimiro
Ospite
Vladimiro

Forse hanno troppo pudore nell’essere giustamente perculeggiati…..o forse non scrivono perchè non possono dire “io l’avevo detto”….chissà…..intanto godiamo del loro rosicamento, và… 😀

Articolo precedenteTeotino: “Ribery campione, dà una consapevolezza nuova ai viola. Gli applausi…”
Articolo successivoAmerini: “Ribery sta dando un’impronta alla squadra. Badelj ieri stratosferico”
CONDIVIDI