Patti, abbracci, fischi: Della Valle-Firenze, una storia sull’altalena. Si può ripartire?

16



Quindici anni di patti, dimissioni, promesse e progetti. Ma anche di battaglie vinte insieme, sogni inseguiti, tuffi in piscina, caroselli a Peretola e grandi giocatori. Nella storia dei Della Valle a Firenze c’è un po’ di tutto. Risate e successi, litigi e delusioni, bagni di folla a Moena, selfie e qualche domenica di tensione. Come l’ultima a Reggio Emilia. Così scrive il Corriere Fiorentino.

Dalla C2 fino alla A coi gol di Riganò e le risate di Diego, che in quegli anni seguiva la squadra e si faceva fotografare mentre palleggiava. Pareva sbocciato un amore. I primi problemi iniziano in A: la Fiorentina cambia allenatori in serie e con il Messina, in casa, subisce il gol del pareggio al 95’. Siamo ad aprile, lo spettro della B fa infuriare i tifosi. La bufera comunque dura poco, anche perché durante Calciopoli va a ruba la maglia «Io sto con Della Valle» e il motto di Diego «Male non fare paura non avere». Sono i tempi in cui la parola «progetto» va di gran moda. Della Valle lancia l’idea Cittadella viola a Castello, Prandelli guida la squadra in Champions. Sul più bello però, qualcosa cambia. E non in meglio.

La bufera Calciopoli spinge Diego a scrivere una lettera aperta e «lasciare la squadra in mano ad Andrea». Nel frattempo litiga con Prandelli (che chiede rinforzi) e gli rinfaccia un incontro segreto con Bettega: «Dica che non vada alla Juve». È l’inizio delle tensioni e dei mugugni di piazza, che portano Adv a dimettersi pochi mesi dopo e la Fiorentina nelle parti meno nobili della classifica. Poi Mihajlovic, Delio Rossi, lo 0-5 con la Juve e le dimissioni di Corvino.

Il resto è storia più recente, con l’arrivo di Montella, la notte delle pernici e la conseguente rivoluzione tecnica, il bel gioco, lo stadio pieno per la presentazione del «colpo» Mario Gomez. Ricordi preziosi ma avvelenati dai cori di scherno contro il Siviglia, l’addio burrascoso dell’Aeroplanino e i tanti striscioni apparsi in curva in quelle settimane. Con Sousa poi è stata un’illusione di pochi mesi. Ma una bella fetta di tifosi non ha dimenticato le battaglie legali perse (anche per Salah), gli acquisti sfumati (Milinkovic-Savic) e le cessioni eccellenti.

Il resto l’hanno fatto l’arrivo di Benalouane con la squadra in cima alla classifica, l’ultima campagna acquisti estiva senza sussulti e questa stagione triste. In questi mesi si sono letti striscioni, ascoltati cori (anche offensivi) e visto contestazioni ai campini. Ma la storia fiorentina dei Della Valle dice che nonostante tutto c’è spazio per provare a salire (di nuovo) sull’altalena e rilanciarsi.

16
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Antonio
Ospite
Antonio

Resto convinto che i DV siano il massimo che si possa avere nella Firenze del 2017 e resterò convinto di ciò finchè non vedrò di meglio insediarsi in Viale Fanti. Tuttavia sarebbe bastato mandare via Sousa ed adesso saremmo come minimo quinti o sesti. Invece hanno preferito tenersi un separato in casa per non pagare 2 allenatori. Risparmiati un paio di milioni, ma persi una decina per mancata qualifica in Europa League. Insomma, loro se la sono un po’ cercata ma questa contestazione è comunque esagerata perché un ottavo posto dopo 4 qualificazioni alle coppe Europee non mi pare un… Leggi altro »

Marione
Ospite
Marione

A mio avviso si può ripartire, previo bagno catartico di umiltà da parte di tutti. Non siamo e non saremo quasi mai in condizione di battere le strisciate, la Rometta o il Napulè, e neppure la Lazie. Basta essere chiari e sinceri. Allestire una squadra giovane e cazzuta (tipo Atalanta o Toro per intenderci) e giocare senza precisi traguardi, senza sbandierare acquisti e regali miracolosi, senza pigliare per il naso un’intera tifoseria. Quello che ci ha fatto più male sono state le continue bugie e gli atteggiamenti da armata brancaleone (casi Salah, Benalouane, Vidic, Cuadrado, Milinkovic Savic, Savic, Alonso) gestiti… Leggi altro »

Walter
Ospite
Walter

Si possono fare tanti discorsi, ma i numeri sono questi: negli ultimi cinque anni (Montella + Sousa) siamo la quarta squadra per punti fatti in campionato ed addirittura la terza squadra italiana nel ranking UEFA. E’ anche merito nostro, se dal prossimo anno ci saranno quattro squadre italiane in Champions’ e di questo ne dobbiamo essere orgogliosi. Avreste voluto vincere? In Italia, come in Germania, vince solo una squadra, in Spagna due, in Inghilterra è un po’ diverso, ha vinto anche il Leicester. Cosa che in Italia con la designazione, dopo aver tolto il sorteggio integrale degli arbitri, non potrà… Leggi altro »

Petrusviola
Tifoso
petrusviola

Grande!!!! Condivido al 100 per cento. Se le cose andranno per il peggio con un disimpegno dei DV sarò proprio curioso di leggere ciò che avranno il coraggio di scrivere i vati Scudetto e company.

Gino
Ospite
Gino

NO NO NO

jepz
Ospite
jepz

Io credo di no. Quando le storie finiscono finiscono. Ci dovrebbe essere un super rilancio con grandi investimenti cosa di cui dubito fortermente. La tifoseria è sfiduciata, ambiente sgonfio squadra sgonfia allenatore sgonfio programmi inesistenti ds finto progetto stadio a dir poco difficile. Dovrebbe ritornare il boss ma neanche se lo vedo.

VEDOVA ROSICONE
Ospite
VEDOVA ROSICONE

Il problema con questi qui che si parte e si riparte sempre ma non si arriva mai.
Sabato in coro D.V via dalle p….

GiacomoRoma
Ospite
GiacomoRoma

Giustissimo pretendere dai DV chiarezza e maggiore professionalità, cosa che ultimamente hanno latitato parecchio. Molto meno giusto, per non dire becero, le manfrine sulla presenza dei DV o meno allo stadio (che palle ma chi se ne frega), o degli investimenti maggiori di denaro, quando le condizioni attuali francamente non lo permettono, checchè se ne dica. Con scelte diverse il non eccelso budget sarebbe cmq bastato, anzichè investire su Milic Oliveira Cristoforo Toledo ed altre gemme del mago del Salento. Assolutamente ingiustificati insulti e cori; così siamo proprio provinciali; qualcuno ha forse dimenticato che quest’anno cmq abbiamo vinto con Roma… Leggi altro »

Andrea4799
Tifoso
Andrea

Si può ripartire con i DV, ma sono loro che devono fare il primo passo, dato che loro, attraverso le loro scelte, hanno rovinato il rapporto con i tifosi. Forse non sarà mai un grande rapporto, ma si può migliorare parlando onestamente con i tifosi, mostrando più chiarezza e presenza. Sarebbe ottimo se investissero di più sulla Fiorentina, ma se questo non succedesse, allora che diano le redini in mano a gente capace di fare calcio, anche con un budget ridotto. Altrimenti addio.

il moralizzatore
Ospite
il moralizzatore

l’impressione è che negli ultimi anni , con una società all’altezza, con una politica di rafforzamento chiara e reale, e non solo a parole , si poteva ambire ad un trofeoo comq ad un paizzamento di prestigio.. Inutile discorrere di nomi eccellenti ceduti , sacrificati all’altare della plusavalenza, ma soprattutto denari reinvestiti (poco) su giocatori sconosciuti, scarsi,, , , che hanno indebolito la squadra, perchè oggi siamo a pari di Inter e Milan ma sotto ci sono squadre da serie B… anni fà si parlava di presidenti ricchi e scemi che immettevano fiumi di liquidità nel calcio a fono perduto..,… Leggi altro »

Nicola
Ospite
Nicola

Mi spiegate una cosa per favore !
Se questi signori sono insultati , infamati minacciati , offesi e tutti gli anni ci rimettano un sacco di soldi PERCHÉ NON VENDONO LA SOCIETÀ ?

abbonatoviola
Ospite
abbonatoviola

Perché un c’è il compratore…………….

Donamasi59@gmail.com
Ospite

X ripartire con i dlv serve chiarezza,, progetti trasparenza e attaccamento alla maglia Viola ,quindi piu” presenza .

rep
Ospite
rep

ma questo sondaggio qua accanto ,
come si fa a votarlo ? Come mai è
diverso da quello di ieri ?

Jepz
Ospite
Jepz

Mi piacerebbe saperlo pure a me

marco jesi
Ospite
marco jesi

basta cliccare su una opzione

Articolo precedenteMarino: “Partire con rapporti non cementificati fra società e tecnico è già una falsa partenza”
Articolo successivo90 anni, per Fiorentina-Lazio ci sono i campioni della stagione 2002-2003
CONDIVIDI