Paulo Sousa non cambia: attaccare sempre, dall’inizio alla fine

di Niccolò Casalsoli - Qs La Nazione

9



Ripartire dopo le quattro sberle di Roma puntando ancora una volta sul gioco. Senza snaturarsi mai. Stringato e come sempre essenziale il messaggio di Sousa, che arriva e, allo scoccare del decimo minuto di conferenza, scatta in tutta velocità dalla semi-deserta sala stampa del Franchi.

Pochi riflettori su questo Fiorentina-Udinese che rischia di passare in secondo piano dopo la delusione dell’Olimpico, che ancora tiene banco. Per gli inguaribili ottimisti, la classifica, con con sei punti dal quinto posto a quindici giornate dalla fine del campionato, lascia ancora spazio a pensieri d’Europa. La realtà un po’ depressa diciamo meno.

Sousa dal canto suo guarda avanti e fa capire che la Fiorentina è pronta a ripartire: «Sul piano strategico, ripartiamo dai nostri concetti e dal nostro modo di giocare che non cambiamo – dice Sousa -. Nessuno è rimasto contento del risultato di Roma. Lo spirito c’è, questo è un gruppo straordinario. Troveremo di fronte una squadra fisica come l’Udinese, che all’andata ci ha messo in difficoltà. Hanno dei blocchi molto compatti e sanno ripartire bene in contropiede. L’abbiamo sofferta nel gioco aereo e nel modo in cui ci aggredirono. Noi sfrutteremo le caratteristiche che abbiamo per vincere. Attaccheremo perchè fa parte della nostra filosofia di gioco. Quella è la mentalità che dobbiamo avere anche in futuro».

Per attaccare – sempre e comunque – la Fiorentina avrà a disposizioni due armi in più. Una è quella di Kalinic, che già dall’allenamento di mercoledì è tornato in gruppo e si candida a un immediato ritorno al ruolo di punta titolare. L’altra è Saponara, che andrà in panchina, ma è finalmente è a disposizione. «Sono entrambi integrati – specifica Sousa -. Saponara è arrivato con un infortunio e si sta integrando nel gruppo».

A disposizione anche Babacar. Sul senegalese, che all’Olimpico non è certo stato fra i migliori, ma aveva ricevuto un attestato di bontà sulla prestazione da parte di Sousa, ecco la specifica: «Nell’interpretazione della gara, nel pressing e nel crederci sempre è stata una delle sue migliori prestazioni. Motiviamo quello che abbiamo a disposizione per farlo crescere».

Otto gol subiti nelle ultime tre partite. La Fiorentina imbarca acqua e non sembra trovare appiglio in leader del passato come Gonzalo e Borja Valero. Sousa difende i suoi senatori: «Hanno fatto grandi prestazioni in altre partite. Questi giocatori già da domani (oggi per chi legge ndr) metteranno in campo le qualità che hanno per vincere».

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Mastrolindo
Ospite
Member

Il che vuol dire che Gonzalo a Valero giocano anche stasera….
Quindi nessun tiro in porta, solo passaggi orizzontali e indietro per Valero, e due o tre errori sicuri da parte di Gonzalo ….per vincere bisogna tirare in porta

Japa
Ospite
Member

che si attacca sempre lo vede solo lui….

Giorgione San Remigio
Ospite
Member
Essere preso in giro da un gobbo di m**** mi brucia di più di questa classifica, che se solo avessimo i punti del Genoa e del Crotone (senza citarne altri) sarebbe perlomeno decorosa. Luca Calamai al Pentasport ha elogiato il calcio di Sousa difendendolo e acclamandolo in quanto unico allenatore nel campionato a lanciare i giovani: forse non si ricorda che Montella gioca con 5/6 esordienti in Serie A e che Chiesa si vedeva già dalla Primavera che era un talento e che Bernerdeschi ha fatto di tutto per rovinarlo, e alla fine il caro Sousa ha dovuto sottostare alla dura legge “di farlo giocare nel proprio ruolo”. Ma alla fine la cosa più schifosa che ha fatto quest’anno, ed aver tenuto al suo posticino fisso, senza aver il coraggio di dimettersi: se la situazione gli faceva schifo, doveva essere uomo e abbandonare la barca e invece si è comportato… Leggi altro »
Renato
Ospite
Member

Non sapevo che fare 10/15 passaggini orizzontali a metà campo per poi far ritornare la palla al nostro portiere si chiamasse “attaccare sempre”.

roberto
Ospite
Member

BRAVO ATTACCARE sempre come a roma tiri in porta 000000 goal subiti 4 ma vai allenare i gobbi… vedrai che fine che farai

www.casaccaviola.com
Ospite
Member

Attaccare va anche bene ma se no si difende si va da poche parti …… AAACERCO VECCHIE VECCHISSSIME MAGLIE Fiorentina E altre squadre contattami ad [email protected]

marco mugello
Ospite
Member

Beh, a dire la verità a Roma non è stato proprio così….non è che coll’attaccare, col pressing e col crederci, laggiù abbiamo fatto mirabilie….. riguardo a Baba, è da tempo iniziata un’ operazione Frankenstein… era un centravanti d’area puro, stava li, segnava tanto….poi…. tutti attenti!!!!…tu gli innesti il fegato di Kalinic, le gambe di Berna, la velocità di Tello, la visone di gioco di Borja, la precisione tattica di Badeli…. ed eccoti il miracolo…oh, meraviglia…! un armadio nero che pesa come un bisonte e che gira sempre a vuoto in qua e in la col fiatone, e che non sa più se essere ne carne ne pesce… eccezionale veramente!!! Come diceva il film?…Siiiiii..puòòòò….fareeee!!!!!!!….

Ulix
Ospite
Member

Difficile darti torto…baba è baba…… e kalinic è kalinic…..

ANDREAS
Ospite
Member

Attaccare!Attaccare!Poi sul 2
a0 si prendono i gol in contropiede!bravissimo!!!

wpDiscuz
Articolo precedenteFiorentina, i convocati di Paulo Sousa per la gara di stasera
Articolo successivoFiorentina-Udinese: vota la FORMAZIONE DEI TIFOSI di FI.IT
CONDIVIDI