Paulo Sousa, Tatarusanu e l’Inter: che tensione in Fiorentina

di Riccardo Galli-Qs La Nazione

9



Da match point per chiudere in fretta il discorso qualificazione al turno di Europa League, a detonatore di tensioni.
Doveva (o poteva) essere tutto facile l’altra sera e invece la Fiorentina ha finito per complicarsi la vita. Ok, di mezzo ci si è messa anche una bella dose di sfortuna e in ogni caso il ko con il Paok non cancella il salto in avanti in Europa. Ma il contorno che ha circondato il giovedì di coppa è di quelli che vanno affrontanti con cautela.

Soprattutto oggi che sull’orizzzonte della squadra viola spunta l’Inter. Ovvero una delicatissima trasferta a casa dei nerazzurri (lunedì sera, ore 21). Che può essere l’occasione giusta per abbassare l’intensità delle fibrillazioni, o – viceversa – a farle salire a un livello di guardia piuttosto complicato.

Il dopo Paok, insomma, si è portato dietro un pacchetto di situazioni sulle quali società, allenatore e squadra dovranno riflettere.
La prima si rifà direttamente al – cortese, ma inflessibile – scambio di punti di vista fra l’allenatore e Corvino (in qualità di rappresentente dei vertici del club) dopo i passaggi sul futuro di Bernardeschi. Futuro che in ogni caso sarà argomento di discussione da primavera in poi. La seconda chiama ancora in causa il domani e più specificatamente quello dello stesso allenatore. Mettendo a fuoco una clausola che vale il rinnovo in scadenza fra qualche mese. E che sarà possibile far valere solo in caso di piena condivisione di idee e progetti.

Traduzione: il futuro di Sousa sarà praticamente deciso a campionato in corso (fra febbraio e marzo) e anche questo potrebbe essere motivo di scambi di opinione segnati da fibrillazioni importanti.
Altra questione tornata assolutamente d’attualità dopo l’appuntamento con l’Europa League: il portiere. Con Tatarusanu spinto verso un turno di riposo (ma comunque a disposizione in panchina), il tecnico portoghese ha deciso che, come in un altro paio di occasioni, era l’ora di testare Lezzerini.

E Dragowski? Fra infortunio e mancate chance, il portiere polacco sembra più sul piede di partenza che in attesa di misurarsi con la concorrenza interna per una maglia da titolare.

Sì, il suo managar, anche ieri, ha ribadito che l’ora del Drago sarebbe in arrivo, ma la sensazione è obiettivamente diversa. Anche perché non si fermano le voci che vogliono la Fiorentina in contatto con l’Atalanta (per Sportiello) e con il Rennes (per Costil). Dunque, proprio come già accaduto alla fine degli affari d’estate, la società viola non ha abbandonato del tutto l’idea di poter inserire in rosa un altro numero uno. Con ampia propensione a una maglia da titolare.

9
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro_Toscana

i falsi tifosi Viola che infamano Sousa, sono in realtà interisti come i loro padroni!!!
Sousa, a fine anno vai via; sono sicuro che vincerai già dal 2017/2018, ed i tifosi dellavallelesi si mangeranno le mani!!!!

Paolo@
Ospite

La tensione la creano i giornalisti i media le radio… da tre giorni sguazzano in questa storia Sousa Bernardeschi. Il colmo è che proprio loro pontificano che questa storia non fa bene all’ambiente poi invece la pompano e ci ricamano sopra da giorni e chissa per quanti altri giorni, scrivendo che Diego è stufo (gli hanno telefonato? Gli ha mandato un sms?) che l’allenatore rischia già contro l’Inter… ma ci godono a creare casino? È un giornalismo perdente che invece di fare quadrato a difesa della squadra la affossa. Ora i tifosi boccaloni odiano Sousa. E che giovamento ne traiamo… Leggi altro »

Aliush
Ospite
Aliush

Mi raccomando eh….resuscitiamo pure Fozza Inda così la frittata è fatta!

deno
Ospite
deno

Questa questione sta diventando un po’ stucchevole. Sousa, sul futuro di Bernardeschi, ha scoperto l’acqua calda andando a confermare quanto già dichiarato in altre occasioni dallo stesso Corvino: non esistono giocatori incedibili, tutto dipende da quanto viene offerto. Anche i fatti hanno confermato questo principio (vedi Alonso). Pertanto se Bernardeschi confermerà le recenti buone prestazioni riceverà offerte che saranno ben volentieri accolte dallo stesso ragazzo (che vedrà aumentare grandemente il proprio ingaggio) e per la società viola in nome della plusvalenza. La Società che non mira a investire le ricavate plusvalenze in onore del Dio Fairplay finanziario, non può essere… Leggi altro »

cicco
Ospite
cicco

Subito Guidolin e si va in Champions

maurizio milano
Ospite
maurizio milano

PROVARE IL BIMBO NOOOOOO!!!!!
TROPPO DIFFICILE POTREBBE ESSERE BRAVO…….TUTTA DA RIDERE

Cantarutti
Ospite
Cantarutti

Tutta colpa di Prandelli e mamma ebe…

Opiviola
Tifoso
opiviola

Poche idee ma confuse.

AngeViola
Ospite
AngeViola

Diks , Toledo , Dragowsky (o come si scrive)…6/7 mln , soldi buttati al cesso dal grande corvo….rimpiango prade !

Articolo precedenteFiorentina, il programma di oggi: per i viola allenamento mattutino
Articolo successivoKalinic a San Siro si sente a casa, Salcedo mette fuori Tomovic
CONDIVIDI