Paure e tensioni, le due velocità di squadra e proprietà. La salvezza passa in trasferta

18



In molti non reggono paure e responsabilità. E le sfide salvezza sono quasi tutte in trasferta per la Fiorentina. Già domenica con la Samp. Guai a pensare che la permanenza in A sia scontata

Lo disse Montella, lo sta confermando Iachini. Il tasto della paura è tra i più rimarcati anche dall’attuale tecnico della Fiorentina quando si cerca di trovare delle spiegazioni a prestazioni così timide e piene di errori elementari visti in partite come quelle contro la Spal, col Genoa e con l’Atalanta. Non può essere un caso se questa squadra, anche con l’avvento del nuovo allenatore, abbia fatto punti pesanti e prestazioni in trasferta vincendo a Napoli e facendosi pareggiare dal Bologna allo scadere, uscendo a testa altissima contro l’Inter a San Siro e sbandando solo nel finale contro la Juve dopo aver anche sfiorato il vantaggio. Mentre in casa, eccezion fatta per un tempo contro l’Atalanta in Coppa Italia, le prestazioni sono state molto scadenti nonostante le vittorie con Atalanta in Coppa, Spal ed il pareggio col Genoa.

EVITARE DI SOTTOVALUTARE I RISCHI. Ha fatto benissimo la Fiorentina ad esonerare Montella per prendere un allenatore esperto in salvezze come Iachini. O comunque più abituato a pensare alla praticità che alla qualità delle prestazioni. Perché già l’anno scorso, di questi tempi, la classifica si diceva non potesse rappresentare un pericolo. In fondo era troppo lontana la zona calda, che però mentre le cose precipitavano continuava ad essere sottovalutata e divenne in poche settimane drammatica. E l’epilogo ce lo ricordiamo tutti. Quest’anno non c’è lo stesso rischio. Forse le stesse difficoltà sì. Anche se è cambiato tutto. Ma se c’è da badare al sodo per evitare capitomboli verrà fatto. Per questo è arrivato Iachini.

LE DUE VELOCITA’. Prima di arrivare al cambio di allenatore Daniele Pradé era stato chiarissimo: “Questo è un campionato di costruzione per noi, in cui abbiamo fatto una rosa gettando le basi per capire chi potrà darci garanzie in futuro per fare il salto di qualità”. Evidentemente, qualcuno, non ha rispettato, o anzi ha completamente deluso, le attese. E non solo tecnicamente. Se Lirola soffriva la pressione, come disse apertamente in sala stampa Montella, sembrano essere in tanti a non aver fatto il salto di qualità mentale anche sotto Iachini. Non è un caso se il rendimento dei vari Pulgar, Pezzella, e altri continui ad essere caratterizzato da errori e disattenzioni. Dovute, parole di Iachini, a tensioni e paure che evidenziano dei limiti. C’è, insomma, un club che viaggia ad una velocità, ambiziosa, ed una squadra che a quel passo non riesce a starci.

SFIDE SALVEZZA IN TRASFERTA. E se giocare dinanzi al proprio pubblico, che popola il Franchi in massa quest’anno e sempre caldissimo, sembra essere paradossalmente un problema per alcuni calciatori, il fatto che la maggior parte delle sfide salvezza la Fiorentina le debba giocare in trasferta può dare una  mano alla causa viola. Già a cominciare dalla partita con la Samp di domenica. Fuori casa ci sarà anche la Spal, così come l’Udinese e il Lecce. In casa, delle squadre attualmente invischiate nella zona calda c’è solo la partita col Brescia.

IL FUTURO E’ ROSEO. Kouamé e Amrabat sono colpi che in prospettiva testimoniano nei fatti la volontà della Fiorentina di fare per il prossimo anno e quelli a venire un salto di qualità. E tornare a puntare a traguardi ambiziosi. Così come il nuovo tentativo per Tonali con offerta monstre da 50 milioni di nuovo rifiutata da Cellino. E poi ci sono i Castrovilli, Lirola, Vlahovic, Chiesa. Tutti giovanissimi, e dai margini di crescita esponenziali. Intanto, però, c’è da mantenere la categoria. Che non deve apparire scontato. Farlo, come dodici mesi fa, ha portato a rischiare col fuoco. Qualità e valori sono dalla parte della Fiorentina. Ma guai a sottovalutare anche il minimo dettaglio.

18
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
LEMAC
Ospite
LEMAC

Sono discorsi che hanno poco senso, in casa col lecce si è perso e allora?

Alex586
Member
Alex586

Scusate ma non vorrei che la parola paura servisse a mascherare problemi tecnici, tattici e l’eccessivo egoismo e la scarsa capacità di costruire gioco di alcuni giocatori.

Valter
Ospite
Valter

Ma no! Non cominciamo con questi discorsi.
Iachini è qui da poco, serve tempo per educare la squadra e ancora non ha avuto la squadra al completo.
Noi ce la giocheremo e risaliremo la classifica, senza paura.

Animalliberation
Tifoso
animalliberation

ma per favore, smettetela di dire queste cose. Sono articoli come questi che alimentano le paure. Paure per le partite casalinghe, poi!!! Non corriamo nessun rischio! Finiremo il campionato inm posizione tranquilla. Punto.

Milan51
Tifoso
Aldo Giovannoni, MB

In teoria hai ragione, ma la realtà è un’altra. Se dobbiamo stare tranquilli, dobbiamo fare punti, perché con 25 punti siamo in B.
6 punti sul Genoa non sono così tanti.
Speriamo che i nuovi acquisti possano inserirsi bene, perché con la Dea ho visto tanta gente lenta, soprattutto in mezzo al campo.

MontecatiniViola
Ospite
MontecatiniViola

Ok s’è perso le ultime tre.
Ma con inter, Rubebtus e Atalanta.
Ci stava ed era pronosticabile

Forza Viola
Ospite
Forza Viola

Sono convinto che con Duncan al posto di Benassi, e soprattutto il ritorno di Ribery, riusciremo a migliorare il gioco e salvarci con meno paure dell anno scorso

OTTIMISTA
Tifoso
Paolo Rinaldi

Secondo me bastano 39 punti per salvarsi , come è successo negli ultimi campionati, quindi mancano solo 14 punti e non 16.

gek
Ospite
gek

Calma !!!! le vinceremo tutte
Basta di smettere di far polemiche in TV e sui giornali con gli arbitri che non aiutano e servono solo per dare giustificazioni alle scarse prestazioni della squadra.
Ora è l’ora degli uomini veri e chi non è all’altezza va tenuto alle panche sia chi sia !

Ponzio
Tifoso
VIA Pradè? Forse no

i conti sono semplici da fare: ci mancano 16 punti. 5 vittorie e un pareggio, oppure 4 vittorie e 4 pareggi. Contro chi possiamo vincere? In casa contro: Milan (no), Brescia, Sassuolo, Torino, Cagliari (forse), Verona (pareggio), e Bologna (sarà già salvo). Fuori casa: solo contro la SPAL (sarà già retrocessa è possibile. Le altre fuori casa sono: Samp (pareggio? difficile), Udinese (idem), Lecce Idem), Lazio, Roma, Inter (tre sconfitte sicure). Ovviamente, sono solo supposizioni: nessuno avrebbe mai pensato di vincere a napoli, ma è altrettanto vero che contro SPAL e Genoa abbiamo fatto un solo gol e con molta… Leggi altro »

Arcibao5
Ospite
Arcibao5

Bisogna far punti con le pericolanti come noi sennò è tristemente b..mamma mia che amarezza..

antonio
Ospite
antonio

CONCORDO al 1000%.

paolo
Ospite
paolo

Credo che fuori casa dove aspettiamo e non dobbiamo creare il gioco, paradossalmente giochiamo meglio che in casa, d’altra parte chi e’ il nostro regista che puo’ far partire l’azione

Tifosissimo
Member
tifosissimo

questo fatto che il patron Commisso continui a disquisire di metrature, di stati e centri sportivi vari, da un lato mi può anche fare piacere ma, dall’altro mi preoccupa non poco nella misura in cui non capisco se si rende minimamente conto del grandissimo rischio che stiamo correndo di finire in B o no.
nel peggior caso e mi gratto assai, a me personalmente del nuovo stadio e del nuovo centro sportivo non me ne può fregar di meno, perchè non è mic così facile e tantomeno scontato ritornare in A come se niente fosse, anzi.

illepri
Ospite
illepri

spal brescia udinese torino sassuolo lecce sampdoria e verona! oddio 5 si vinceranno poi c’è il colpaccio con la roma e il milan

Arcibao5
Ospite
Arcibao5

Ora come ora spero tu abbia ragione..ma hai visto come giochiamo gli altri ? sono molto meglio di noi e questo è preoccupante

Ponzio
Tifoso
Ponzio

il colpaccio te lo sei tirato in testa: come pensi che questa squadra possa fare anche un solo punto contro milan e roma? Vincere contro la samp mi sembra quasi impossibile così come contro il verona a meno che Amrabat non giochi per noi: forse in 12 contro 10 abbiamo delle possibilità. Fra quelle che enumeri manca il cagliari che adesso è un po’ in crisi, mentre toglierei senz’altro il lecce e udinese che in casa non perderanno mai contro di noi.

Luca73
Tifoso
luca

Dammi 3 numeri che li gioco al lotto

Articolo precedenteCommisso: “Il centro sportivo sarà pronto per il 2021. Per lo stadio…” (VIDEO FI.IT)
Articolo successivoGiani consegna a Commisso il Festina Lente di Cosimo I (FOTO/VIDEO FI.IT)
CONDIVIDI