Penalizzazione record per una squadra livornese: 118 punti per somma di squalifiche

4



Penalizzazione record da 118 punti per una squadra calcistica giovanile livornese, gli Esordienti dell’Antignano. La penalità è stata inflitta nei giorni scorsi dal giudice sportivo in riferimento a una partita dell’8 aprile scorso dove, a seguito del referto arbitrale, erano stati sanzionati due dirigenti e l’allenatore. In base ai regolamenti, il cumulo delle squalifiche personali di tesserati fa scattare punti di penalizzazione in classifica a danno della squadra a prescindere dalla gravità dei singoli fatti. Nella vicenda, di cui ha scritto nei giorni scorsi il quotidiano Il Tirreno, l’allenatore, espulso, ha subito una squalifica fino all’8 maggio, mentre due dirigenti hanno cumulato 13 mesi di squalifica. Un dirigente (squalificato fino a dicembre) “a fine gara scagliava il pallone verso il direttore di gara non colpendolo per la pronta reazione dello stesso che si abbassava evitandolo”, si legge nel provvedimento disciplinare della Figc.

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Enrico Picchi
Ospite
Enrico Picchi

Tutta colpa di Moggi!!! Cosa leggo!!! Scaglia un pallone verso l’arbitro… !??? Ma non c’era la pena di morte per questo!!??
E poi si può evadere il fisco e non si pagano gli stipendi e qui si prende una penalizzazione di 4-6 punti… Mahhhh

Ci sarà anche equità nei giudizi degli organi competenti, ma ad oggi è solo certo che c’è EQUITALIA.

Auguri a tutti… qui siamo nella me… totale…

Viola 1951
Ospite
Viola 1951

Forti coi deboli……..per poi farsela sotto con le big…..che uomini……!

massimo
Ospite
massimo

Ovvio, forti con i deboli, quando c’erano da cancellare dal calcio le romane, la juve ecc ecc. questi eroi della giustizia sportiva dove erano? A farsi un piatto di cacciucco a Antignano scommetto.

Gabri78
Tifoso
Member

E un rigore per il Milan no!?

Articolo precedenteChampions: domani la Juve contro il Monaco. Out Khedira, Pjaca e Rugani per Allegri
Articolo successivoNagatomo: “In Italia poco rispetto per la persona. Trattato come un criminale”
CONDIVIDI