PENNA IN TRASFERTA, Calabrese: “Chiesa contro le difficoltà del Benevento. Venuti e Ciciretti…”

4



Continua ‘PENNA IN TRASFERTA‘, la Rubrica di Fiorentina.it che in vista delle partite di campionato dà spazio ai giornalisti che seguono da vicino gli avversari di turno dei viola. Un modo per capire le ultimissime delle squadre che andranno ad affrontare la Fiorentina. Verso Benevento-Fiorentina, Fiorentina.it ha intervistato Ivan Calabrese, collega di Ottopagine.it.

Che settimana è stata per il Benevento? Il ko con il Verona, l’incontro ravvicinato con la tifoseria e lo spettro delle 9 sconfitte di fila… “Il Benevento ha ancora 0 punti in classifica, l’entusiasmo che c’era in città è scemato. Questo testimoniato anche dall’incontro infrasettimanale tra i tifosi e la squadra, dove i sostenitori hanno cercato di dare una scossa. Non è stata una contestazione: i tifosi hanno cercato di fare un discorso chiaro alla squadra, vogliono che la maglia sia sudata. E che il Benevento ottenga qualche punto. Prestazioni come quelle fatte con Verona e Crotone non sono più tollerate, la squadra ha dimostrato di non avere quella verve che magari ha avuto nelle prime giornate di campionato. Baroni deve fare il conto di diversi infortunati, D’Alessandro, Costa, con Ciciretti che potrebbe aver recuperato dalla distorsione alla caviglia e vorrà scendere in campo, anche se forse non dall’inizio”.

Come giocherà il Benevento contro i viola? “Il modulo sarà sicuramente il 4-3-3. Baroni ha un problema in difesa, Lucioni è fermo per il problema del doping e Costa infortunato (più Antei squalificato). Ha a disposizione solo Gravillon e Djimsiti, ma anche in conferenza stampa Baroni ha confermato che il primo non è pronto, e quindi Venuti giocherà centrale. Il tecnico ha anche sottolineato che Venuti centrale è una soluzione giusta. Sugli esterni Letizia e Gyamfi, mentre a centrocampo Viola, Cataldi e Memushaj. Davanti da valutare Ciciretti, poi Iemmello e Lombardi“.

In casa Benevento c’è più fiducia o rassegnazione, in questo momento? “Non credo ci sia sfiducia, anche se otto sconfitte sono pesanti. Spero che l’incontro con la tifoseria abbia fatto scattare una molla. Chi fa le brutte figure, alla fine, sono i giocatori in campo. E loro dovrebbero avere una scossa per cercare di fare punti. Da anni non si vedeva una cosa del genere in Serie A, e il Benevento purtroppo sta dando vita a questo campionato. Per quanto crea non lo meriterebbe, lo si è visto soprattutto nelle prime giornate. A parte le sconfitte pesanti, è mancato qualcosa negli scontri diretti contro Crotone e Verona, mentre contro Torino, Bologna ed Inter meritava qualcosa in più. Poi infortuni, situazioni negative e inesperienza hanno portato a questa situazione”.

Della Fiorentina che idea si è fatto? Chi potrà essere l’arma in più al Vigorito? “La Fiorentina è un’ottima squadra, ci sono degli elementi molto importanti, a me piace molto Chiesa. Il Benevento avrà delle assenze sulle fasce, quindi Chiesa potrebbe essere molto pericoloso. In più le avversarie del Benevento giocheranno da adesso con un po’ di ‘paura’, per non rischiare di perdere punti contro gli ultimi in classifica. E non sottovaluteranno secondo me la sfida, cercheranno in ogni modo di vincere”.

In generale, che partita si aspetta? “Sarà una partita molto aperta, il Benevento cercherà in casa di sfruttare un piccolo vantaggio davanti al proprio pubblico. La Fiorentina però cercherà di fare punti, sarebbe deludente non vincere qui nel Sannio. Entrambe faranno il massimo per vincere, mi aspetto una partita aperta ad ogni risultato”.

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Giancarlo
Tifoso
giancarlo

SE MARCHIAMO SUBITO NE FAREMO 5 O 6, ALTRIMENTI SARA’ UN GUAIO.

Tiziano 51 ( nuovo nn)
Ospite
Tiziano 51 ( nuovo nn)

Va bè che siamo diventati una provinciale, ma avere paura del Benevento…. saremmo proprio caduti in basso.
Tristezza infinita… lo spettro delle partite con Delio Rossi….del tifare Bolatti o Keyrrison.. .Incubo orrendo….

olegna
Ospite
olegna

cinque semplici parole: non è assolutamente una passeggiata.

Giancarlo
Tifoso
giancarlo

OLEGNA HAI RAGIONE NON SARA’ UNA PASSEGGIATA , PROBABILMENTE UNA MARATONA.!

Articolo precedenteFassone: “Senza Champions cederemo 1-2 top player. Montella a tempo, come tutti”
Articolo successivoBenevento, sono 23 i convocati da Baroni: c’è Ciciretti
CONDIVIDI