Per superare la fila a fine campionato, serve mettere la freccia… già contro la Samp

0



Non faccio calcoli. Gli scontri diretti possono cambiare tutto”, ha dichiarato il tecnico del Napoli alla vigilia della partita contro la Roma. Da Firenze, Montella ha replicato: “Se le squadre che hai davanti ti hanno battuto, significa che, nel giudizio generale, hanno qualcosa in più. Ma questo è un dettaglio. Sarebbe peggio il contrario, ovvero perdere con le altre e vincere con le prime cinque… Però ci sono ancora tante partite, tanti scontri diretti, le altre ne hanno più di noi”. Chi ha ragione? Entrambi.

È vero che, alla fine di un torneo lungo e difficile come il campionato di serie A, quando ti trovi a lottare per un posto prestigioso come l’accesso (o meno) alla Champions League con un avversario del tuo livello, la differenza la fanno gli scontri diretti. Se riesci a battere le tue dirette concorrenti, alla fine, le puoi superare. Le puoi mettere alle spalle. Quindi, il discorso di Benitez, che col suo Napoli ha vinto 3 dei 4 scontri diretti giocati fino ad ora (escludendo la Juventus da questo conteggio, visto che la squadra bianconera ha fatto un campionato a parte…), non fa una piega. Però è giusto anche il filo logico di Montella, che sostiene siano fondamentali anche gli incontri con le squadre che ti seguono in classifica. Perché sono di più. Perché è difficile affrontarle sotto l’aspetto delle motivazioni. E soprattutto perché, da che mondo è mondo, le squadre che hanno l’abitudine a vincere, sono brave a non fallire un colpo proprio con le ‘piccole’.

Alla luce dei fatti, ci rendiamo conto che la Fiorentina, per quanto riguarda gli scontri diretti, è quella che ha fatto peggio, tra le cinque squadre che lotteranno fino alla fine della stagione per un posto in Champions (Roma, Lazio, Sampdoria e Napoli). Ma è anche quella che, da qui alla fine del campionato, ne dovrà affrontare meno (solamente 2, contro Sampdoria e Napoli). Nel frattempo, se riuscisse a riprendere il suo trend normale contro le squadre di medio-bassa classifica (visto che quest’anno ha lasciato qualche punticino per strada, soprattutto in casa), potrebbe diventare addirittura la favorita per conquistare uno dei due posti disponibili per l’Europa che conta. Potrebbe prendere la rincorsa da dietro, approfittare dei match incrociati delle altre,  e superare ‘la fila’…

Però, prima delle ‘piccole’ o ‘medio-basse’, ci sono proprio gli scontri diretti. La Sampdoria questo pomeriggio. E il Napoli domenica prossima. E partirà da qui la rincorsa. La squadra di Montella dovrà dimostrare di meritare un posto in Champions, provando a battere le sue concorrenti. Prima ancora di sperare nella volata finale, facilitata dal calendario favorevole nelle ultime 5 partite, quando incontrerà Cesena, Empoli, Parma, Palermo e Chievo. Là potrà effettuare il sorpasso. Ma che intanto metta la freccia e inserisca la marcia: perché è ancora tutto possibile!

 

IN 5 PER 2 POSTI CHE VALGONO LA CHAMPIONS: LA CLASSIFICA DELLE PRETENDENTI

ROMA: 53 punti

LAZIO: 52 punti

SAMPDORIA: 48 punti

NAPOLI: 47 punti

FIORENTINA: 46 punti

 

GLI SCONTRI DIRETTI DA GIOCARE

ROMA: 2 – deve giocare con Napoli (in casa) e Lazio (fuori) + contro Inter e Milan

LAZIO: 3 – deve giocare con Sampdoria (fuori), Roma (in casa) e Napoli (fuori) + contro Juventus e Inter

SAMPDORIA: 3 – deve giocare con Fiorentina (fuori), Napoli (fuori) e Lazio (in casa) + contro Milan e Juventus

NAPOLI: 4 – deve giocare con Roma (fuori), Fiorentina (in casa), Sampdoria (in casa), Lazio (in casa) + contro Juventus e Milan

FIORENTINA: 2 – deve giocare con Sampdoria (in casa) e Napoli (fuori) + contro Juventus

 

GLI SCONTRI DIRETTI GIÀ GIOCATI

ROMA: 6 (3 pareggi contro Fiorentina, Lazio e Sampdoria, 2 sconfitte contro Sampdoria e Napoli, 1 vittoria contro la Fiorentina) 6 Punti;

LAZIO: 5 (3 vittorie contro Fiorentina – andata e ritorno – e Sampdoria, 1 pareggio contro la Roma, 1 sconfitta contro il Napoli) 10 Punti;

SAMPDORIA: 5 (2 vittorie contro Fiorentina e Roma, 2 pareggi contro Roma e Napoli, 1 sconfitta contro la Lazio) 8 Punti;

NAPOLI: 4 (3 vittorie contro Roma, Fiorentina e Lazio, 1 pareggio contro la Sampdoria) 10 Punti;

FIORENTINA: 6 (5 sconfitte contro Lazio – andata e ritorno –, Roma, Sampdoria e Napoli, 1 pareggio contro la Roma) 1 Punto

Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it

Commenta la notizia

avatar
Articolo precedenteCondividi le TUE foto con FIORENTINA.IT: invia a FI.IT
Articolo successivoQuotidiani: le prime di Qs, CdS, Stadio, Gazzetta, Tuttosport
CONDIVIDI