Perinetti: “Questa squadra è merito di Corvino e Pioli. Simeone? Beata la Fiorentina…”

15



Il direttore generale del Genoa Giorgio Perinetti: “Le due squadre stanno facendo molto bene seppur con obiettivi molto diversi. Vogliamo terminare il campionato nel miglior modo possibile. Con Ballardini abbiamo trovato la quadratura ed abbiamo raggiunto la salvezza, ora serve finire bene.

Si aspettava una Fiorentina in corsa per l’Europa e capace di battere il Napoli?
“Sorpreso no perché conoscendo la lungimiranza di Corvino nel scegliere i giocatori e le capacità di Pioli ero convinto che la Fiorentina potesse intraprendere un percorso positivo. Il campionato è molto buono ed è merito proprio di Corvino e di Pioli. La squadra è ottima con giocatori che presto saranno in ottica grandi squadre”.

Domenica che Giuseppe Rossi ci dobbiamo aspettare?
“Sta sfruttando al meglio l’opportunità che gli ha dato il Genoa, anche se il percorso è stato lungo perché abbiamo dovuto ricostruire il giocatore. Già il fatto che possiamo parlare di Rossi come un giocatore a pieno regime è un successo”.

Cosa pensa di Giovanni Simeone, ex Genoa che domenica tornerà proprio al ‘Ferraris’?
“Sta parlando con i fatti. Beata la Fiorentina che se lo sta godendo. Il Genoa lo ha lanciato e ora sta facendo bene. Lo conosciamo bene e speriamo di arginarlo”.

Con Laxalt cosa succederà a fine stagione?
“Da gennaio in avanti si è riproposto molto bene e sta facendo una grande stagione. Abbiamo manifestazione d’interesse da tante parti, vediamo cosa succederà”.

15
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Carlo
Ospite
Carlo

Per sentire stroncare basta leggere i vostri commenti ridicoli. Quest’anno secondo le vostre previsioni iniziali, e per quello che è successo in seguito,, i nostri ragazzi hanno fatto miracoli. Grazie ragazzi e grazie società. Forza viola.

Oranje
Ospite
Oranje

L’anno scorso si chiuse a 60 punti, a 3 lunghezze dalla qualificazione in Uefa. Quest’anno mancano 3 gare e si è a 54 punti. Per fare meglio occorre almeno fare 7 punti. Impresa non impossibile. Diciamo che gli scontri dell’Atalanta contro Lazio e Milan e il ns scontro diretto con i rossoneri potrebbero aprire spiragli. Ma bisognerebbe sempre vincere. Quindi sperare, ma con consapevolezza delle difficoltà.

Francesco Londra
Ospite
Francesco Londra

Siamo noni, svegliaaaa!

Kurus
Ospite
Kurus

Eh si vede che a Londra tu bevi un po’ troppo thè….

Gaesill
Ospite
Gaesill

Siamo noni nel gruppo di testa…

Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

su venti un nono c’è sempre

claude
Ospite
claude

ha pienamente ragione. grande corvo e bravo pioli. ha gestito benissimo un situazione difficile

Massimo
Ospite
Massimo

“La squadra è ottima, il campionato è molto buono, beata la Fiorentina…”
Poi vai a vedere la classifica e si è al nono posto.
Eh ma beati noi, che squadra, che allenatore, che presidente,
Il paradiso di fronte ai nostri occhi.

Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

lo sai da te che è una sciocchezza quella che hai scritto..

Kargost
Ospite
Kargost

E perché sarebbe una sciocchezza? Ha detto che siamo al nono posto. Guarda la classifica, è un dato incontrovertibile.

Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

La sciocchezza inizia dopo la parola nono posto

IlMilanese
Tifoso
il milanese

Leccavalle purissimo!!

geronimo
Ospite
geronimo

laxalt … certo meglio di tereau e gil dias……ma come al solito quando uno appena appena sembra essere meglio della scarsa flottiglia degli altri….. diventa un fuoriclasse. chiederanno un PICCHIO x laxalt…. per cui se ci fossero buoni osservatori si potrebbe deviare su altri 10… come lui spendendo meno di 1/3. atalanta ….. e quel bischero.. .(che bischero non è) di Zampa insegnano.

SignaViola
Ospite
SignaViola

Dai ragazzi….ha ragione…dovevo ancora compiere i 47 anni che si parlava di Laxalt…ne ho 53……basta……cerchiamo qualcosa di meglio…..

Paolo
Ospite
Paolo

Fosse il regalo per il tuo novantesimo. Ti andrebbe bene?

Articolo precedenteTorrente: “Il Genoa sfrutterà l’effetto ‘Ferraris’. Simeone può essere uno da 20 gol”
Articolo successivoPezzella: “Alla Fiorentina ho trovato continuità. Lavoro per raggiungere la nazionale”
CONDIVIDI