Petriccione: “Chiesa e Bernardeschi fortissimi ma non mi aspettavo questa esplosione”

5



Il centrocampista cresciuto nelle giovanili viola ha parlato dei suoi ex compagni che adesso calcano i campi della Serie A

Jacopo Petriccione, centrocampista del Lecce, ha ricordato i suoi trascorsi in Primavera viola a ginalucadimarzio.com:Tre anni fa ero in campo con la Fiorentina Primavera e avevo la fascia da capitano al braccio. Con me c’era gente come Mancini, ora all’Atalanta, Venuti e Bandinelli. Poi, Chiesa e Bernardeschi. Erano fortissimi, ma mai avrei pensato che tre anni dopo avrebbero già raggiunto questo livello. Sono i migliori italiani in quel ruolo. Berna poi, per caratteristiche, può davvero giocare in qualsiasi posizione“.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Sheykan
Ospite
Sheykan

Ad oggi, c’è poco da dire, Berna ha fatto bene ad andare via. Sta crescendo tantissimo. Ad avere ora noi Berna e Chiesa…forse non si avrebbe Simeone oppure si…ma scommetto avrebbero dialogato maggiormente.

Joseph Goodman
Ospite
Joseph Goodman

Ma davvero? E cosa ti aspettavi?

Giuliano Malandrucco
Ospite
Giuliano Malandrucco

Devo dire che questo ragazzo, a mio avviso, è piuttosto forte.
Essendo molto giovane, non escludo che fra qualche anno ne sentiremo parlare , e in molto bene.
FORZA VIOLA

cavatorti
Ospite
cavatorti

Altro giocatore regalato, molto più forte dei vari Capezzi, Mancini, Venuti, ecc. Prezioso centrocampista dinamico davanti alla difesa della quale è un filtro veramente efficiente. Qualità che ho visto confermate nella partita vinta dal Lecce a Verona. Giocatore generoso a cui auguro il meglio. Serie A e, per la penuria di giocatori italiani nel ruolo, anche la Nazionale. Forza Jacopo (anche se non sei più con noi)!

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Non scherziamo: un regalo scandaloso è stato quello di Mancini. In proiezione il più forte centrale di sinistra italiano. Tra lui e Hugo c’è un abisso (a favore del toscano naturellement) per palleggio e intelligenza calcistica.

Articolo precedenteRoccati: “Lafont? Preferisco la scuola dei portieri italiani. Viola attrezzati per l’Europa”
Articolo successivoSemplici: “Italia? Abbiamo buone prospettive di risalita, alcuni giovani sono straordinari”
CONDIVIDI