Pezzella: “Contro l’Atalanta conteranno gli episodi, la Coppa è il nostro obiettivo”

di Giampaolo Marchini - Qs-La Nazione

19



Il capitano viola sottolinea la forza degli avversari ma questa Fiorentina vuol centrare la finale di Roma

Lunga intervista del Qs-La Nazione al capitano della Fiorentina German Pezzella. Col difensore viola sono stati trattati molti argomenti: dalla stagione viola alla vita privata; dagli obiettivi da raggiungere a Pioli, da Firenze alla sfida di Coppa Italia contro l’Atalanta. Ecco alcuni passaggi dell’intervista (la versione integrale la potrete trovare sul quotidiano:

Il suo pregio?
«Sono sincero».
Il suo difetto?
«Troppo pensieroso».
Il suo compagno preferito?
«Simeone (ride, ndr)».
L’allenatore che apprezza?
«Pioli»
Un aggettivo per Montella?
«Deciso, convinto delle sue scelte».
Un aggettivo per Pioli?
«Uomo di grandi valori».
Cosa vorrebbe dire a Pioli che magari non ha detto?
«Niente perché gli ho sempre detto tutto nel bene e nel male. Il nostro rapporto era questo»
Un aggettivo per i fiorentini?
«Facile: passionali»
La partita che non dimenticherà mai?
«Fiorentina 1, Benevento 0 (la prima senza Astori, ndr)».
La partita che dimenticherebbe volentieri?
«Fiorentina 1 Benevento 0».
E la coppa Italia?
«Il nostro obiettivo».
Nel girone di andata la difesa è stato il reparto che ha funzionato di più, poi siete andati in difficoltà
«Eravamo impegnati a lavorare a testa bassa; tutti impegnati a difendere la porta. Poi abbiamo provato a fare un calcio più offensivo e siamo andati in difficoltà».
Inconsciamente avete pensato più all’Atalanta che al campionato, è da due mesi che si parla di questa partita.
«No. Se non sei lì con la testa non puoi giocare. Non abbiamo trovato i risultati che meritavamo».
Si può battere l’Atalanta?
«Squadra forte e tosta, alla fine conta solo vincere. In una partita può accadere di tutto». Come?
«Conteranno gli episodi».
Cosa è cambiato da Pioli a Montella? Basta anche un aspetto.
«C’è stato un cambio tattico. Ogni allenatore ha le sue idee, credo sia normale».

19
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
GIULIANO
Ospite
GIULIANO

caro capitano,visto che sono in sintonia con il tuo pensiero sul fatto che conteranno tanto gli episodi,episodi e dettagli poi faranno la differenza sull’esito finale dell’incontro e della qualificazione alla finale,tornando agli episodi mi raccomando stai attento,non facciamo la frittata dell’allianz stadium!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,dove nel primo tempo abbiamo sprecato l’impossibile,e siamo stati anche sfigati con i due legni colpiti da chiesa,e poi sul finale di tempo la solita distrazione difensiva di reparto sulle palle inattive,e un lafont veramente poco attento e reattivo nella circostanza del pareggio di alex sandro,e nel secondo tempo il tuo infortunio,con quell’intervento maldestro e la conseguente autorete,ci hanno… Leggi altro »

Japa
Tifoso
japa

a me pezzella non mi ha mai convinto, e come capitano poi non mi piace per nulla, insieme a lafont, hugo e bideone sono quelli che non vorrei vedere più in viola in modo tassativo.

LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

UN CAPITANO SOPRATTUTTO SE IL DESTINO LO HA DESIGNATO COME L’EREDE NATURALE DI UN GRANDE UOMO E GIOCATORE COME FU DAVIDE ASTORI DOVREBBE ESSERE IL PRIMO A NON CITARE E EVOCARE STEFANO PIOLI IN OGNI PROPRIA INTERVISTA….SE AVESSERO AVUTO TUTTA QUESTA GRANDE EMPATIA CON IL MEDIOCRE E PERMALOSO SIG.PIOLI SI SAREBBERO FATTI UNO STRAMAZZO PER GARANTIRGLI IL POSTO…CAGLIARI,TORINO E L ULTIMA CON IL FROSINONE AL CONTRARIO PARLANO DI UN 11 SVOGLIATO E INGUARDABILE…IL SIG.PIOLI LI HA LASCIATI LUI I SUOI AMATI RAGAZZI….NON È STATO ESONERATO…SE PROPRIO LI CONSIDERAVA DEI FIGLI DA FARE CRESCERE GIORNO DOPO GIORNO AVREBBE SUPERATO UN COMUNICATO… Leggi altro »

Tigre
Ospite
Tigre

A forza di proclami siamo 11° insieme al Cagliari , e ancora non è finita.

serrao138
Ospite
serrao138

si la coppa del nonno

Vinceviola
Ospite
Vinceviola

Ma perché non stai zitto??? Io non so per quale motivo questo giocatore che ha un rendimento che forse non raggiunge la sufficienza …qualcuno lo reputa un fenomeno…mah!,

Lmaltaglati
Tifoso
luigi48

Chiaccherare di meno , e se possibile cercare di giocare un po’ meglio. Grazie. P.S. non centra nulla con questa intervista, ma non smetterò mai di ringraziare abbastanza il nostro D.G. dell’area tecnica per la splendida realtà calcistica che ci ha propinato anche quest’anno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

IrBudelloDiToPa
Tifoso
IrBudelloDiToPa

io credo sia il caso di fare pochi proclami, meglio se 0, perchè ogni volta che c’è stata la partita della svolta, avete fatto la figura degli scarsi. Per cui poche dichiarazioni, andate in campo e finite la partita devastati per aver speso tutto e poi si guarderà alla fine come è andata

Alois
Ospite
Alois

Sono gli episodi che determinano………allora Lafont sicuramente farà due o tre errori e la partita la si perde. Poi si darà la colpa al difensore che non c’era era dietro ecc. ecc. Senza portiere si va poco in la.
Alois

Leo
Ospite
Leo

Bisogna solo giocare con pazienza ed intelligenza, la partita dura 90 minuti.
Fare un primo tempo all’assalto serve a poco, l’Atalanta è una squadra che quando macina può fare anche 2/3 goal in pochi minuti…io terrei ritmi non troppo alto fino al 60esimo, cercare di non prendere goal e poi dare tutto nell’ultima mezz’ora cercando di sfruttare Muriel, chiesa e perché no, anche Vlahovic…
Riuscissimo ad andare in vantaggio al 75/80 esimo poi loro si aprono e i loro difensori se presi in velocità sono molto attaccabili…

Articolo precedenteFederico Chiesa è carico, pronto a rispondere sul campo a Gasperini
Articolo successivoDal Messico: Fiorentina interessata al paraguaiano Carlos González
CONDIVIDI