Ancora Pezzella: “Firenze nell’anima, devo guadagnarmi il riscatto. Simeone? Deve capire che…”

3



Altre parole di Pezzella al Corriere dello Sport – Stadio:

La sua missione è doppia: un trofeo con la Fiorentina e Mondiale con l’Albiceleste. «Prima devo fare bene qui, solo così riuscirò a convincere il Ct Sampaoli a convocarmi e la Fiorentina a riscattarmi. Perché io sono uno che non dà nulla per scontato».

La Fiorentina, però, ha già fatto sapere che intende esercitare l’opzione a proprio favore fissata in estate. «Sono felice, ma so che bisogna sempre guadagnarsi tutto senza lasciarsi distrarre da niente. Firenze è una città che mi è subito entrata nell’anima: qui sto benissimo».

La Coppa Italia è un’occasione straordinaria per regalare più di un sorriso a questa tifoseria. «Ci aspettano partite complicate. La Coppa Italia è un trofeo prestigioso. Per arrivare in finale ci sono ancora tre gare possibili: un quarto di finale, e semifinale, andata e ritorno. E’ una missione difficile, ma non impossibile».

Chi è stato il suo “mito” da ragazzino? «Roberto Ayala, un punto di riferimento per tutti noi, oltre che capitano della Selección».

A propositi di argentini, Simeone è uno che vive per il gol. Come lo vede, adesso che sta incontrando qualche difficoltà? «Giovanni è un ragazzo straordinario, uno che sogna di giocare sempre e di segnare ancora di più. Alza l’asticella ogni giorno, ma deve capire che non siamo una squadra che si muove solo per lui. Qui segnano in tanti, non è semplice. E’ straordinario il lavoro che fa per il gruppo, specie quando torna a recuperare palloni. Prendete la partita col Napoli: dopo uno scatto rapido, si è trovato di fronte due giganti come Albiol e Koulibaly. Lui vede solo il “segno-non segno”, ma dentro una gara c’è molto di più. E’ giovane e lo capirà presto».

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Viola 56
Ospite
Viola 56

Bravo, grande Pezzella ragazzo serio e con le idee chiare, ci gratifica di tanti altri che purtroppo non sono alla sua ‘altezza compreso quel paperone di Gonzalo che è andato via. Sempre Viola.

gianluca
Ospite
gianluca

Anche Gonzalo il primo e secondo anno era un fenomeno, poi con l’età tutti calano un pò…
Spero di poter parlare bene di Pezzella anche fra quattro anni se giocherà ancora nella Fiorentina

CVB Bruxelles
Ospite
CVB Bruxelles

per me chi insulta Gonzalo non è un tifoso della Fiorentina, è solo un ingrato

Articolo precedenteNardella replica a Diego Della Valle: “Noi non rispondiamo con le parole, ma con i fatti”
Articolo successivoCagliari, Barella tuttofare: con i viola potrebbe fare il regista. L’alternativa è Cossu
CONDIVIDI