Pezzella: “Ogni partita è un’emozione grande per me. Simeone vive per il gol e deve stare tranquillo”

2



Le dichiarazioni del capitano viola sul momento attuale della squadra

German Pezzella, difensore argentino della Fiorentina, ha parlato in una lunga intervista sulle frequenze di Radio Bruno:

Dopo un anno che sono qua voglio migliorare sempre. Abbiamo concesso poco in difesa, ma speriamo di tornare a vincere presto”.

FLORENZI. “Abbiamo rivisto l’azione, c’è qualcosa che abbiamo sbagliato però la palla passa in mezzo a tante gambe. Sicuramente un po’ di sfortuna e qualche errore nostro“.

FASCIA CAPITANO. “Ogni partita è un’emozione grande per me. E’ bellissimo. E’ una fascia che rappresenta la città e tante cose”.

TRE PAREGGI. “Sicuramente è colpa nostra. Non abbiamo chiuso la partita prima. A Torino abbiamo segnato al primo minuto e poi siamo arretrati tanto e poi abbiamo sbagliato tanti passaggi. Con la Lazio nel primo tempo abbiamo sbagliato molto e nel secondo tempo abbiamo giocato da Fiorentina. Dobbiamo migliorare per avere punti in più”.

ANCORA SULLA FASCIA. “E’ una responsabilità bellissima per me. Noi abbiamo lottato per questa fascia andando contro la regola della Lega. Questa fascia rappresenta la città, Davide e la squadra”.

SIMEONE. “Lo conosco da tanto e ne parliamo ogni giorno. Deve stare tranquillo, analizzare gli errori in campo e deve continuare a far bene i movimenti senza palla. Lui vive per il gol anche in allenamento. Gli siamo vicini, deve lavorare e stare tranquillo“.

PJACA. “E’ un ragazzo giovane, la società ha riposto tanta fiducia in lui e vuole migliorare. E’ un grande. Ha questa voglia di dimostrare ma la squadra in questo momento sta mancando di lucidità“.

FROSINONE. “Squadra in crescita. Nessuna partita è facile in Serie A”.

FAVORI ARBITRALI. “Ho in casa un foglio on tutte le decisioni a sfavore. Tante volte non si sa se il responsabile è il VAR o l’arbitro“.

JUVENTUS. “Questa partita a Firenze è attesa e importante. Loro hanno una grande squadra e con l’arrivo di Ronaldo sono ancora più forti“.

GIOCO. “La squadra quest’anno ha cambiato il modo di giocare, siamo più dinamici con Veretout rispetto a Badelj“.

LAFONT. “E’ un ragazzo giovane. Ha grande qualità. L’ho visto dal primo giorno. Sono sicuro che sia forte e ha personalità, anche con i piedi“.

MIGLIORAMENTI. “Sono molto critico con me stesso. Quando rivedo le mie partite guardo cosa devo migliorare: col Torino ho sbagliato tanto in impostazione“.

A FIRENZE A VITA.Sono felice qua nel calcio è difficile trovare il posto giusto. Ho quattro anni di contratto ma nel calcio non si sa mai. da un giorno all’altro può arrivare un direttore sportivo nuovo e allora… Però al momento sono felice qui e mi alleno per migliorare sempre”.