Piccini e Bernardeschi, avversari in Champions. Saturni: “Il terzino dovrebbe essere in viola”

da Tuttosport

7



Conterranei e quasi coetanei – uno è un ‘94 e l’altro un ‘92 -, eppure è servita la Champions e Juventus-Sporting per far ritrovare Federico Bernardeschi e Cristiano Piccini. Entrambi toscani cresciuti nel vivaio della Fiorentina. Storie diverse, ma accomunate dal fiuto di Ilario Saturni, noto scopritore di talenti fiorentino che attualmente lavora nella scuola calcio del Ponte Rondinella Marzocco.

«Sono sincero – spiega Saturni – Piccini mi ha stupito. Ma diciamo che aveva lo Sporting nel destino. Ha iniziato da bambino allo Sporting Arno dei presidenti Balleggi e Nicolai, dove all’epoca io ero il ds, ed è arrivato fino allo Sporting di Lisbona. In mezzo ne ha passate tante, Cristiano. Si è guadagnato tutto grazie a una grande costanza. Quando nel 2003 accompagnai Piccini alla Fiorentina, che al tempo si chiamava Florentia Viola, non avrei scommesso una pizza sulla possibilità di vederlo in Champions. Cristiano da bambino giocava esterno alto: aveva una bella corsa, però non era il classico talento. Un aneddoto? Il dottor Leandro Leonardi, responsabile del settore giovanile della Florentia, una volta mi disse: “Mi parli sempre bene di Piccini, però quando tira colpisce sempre i cartelloni pubblicitari”. Io gli rispondevo: “Dottore, crescendo colpirà la porta”. E’ andato oltre: è cresciuto fisicamente, sul piano tecnico e giocando terzino è esploso. E’ un bel giocatore, tanto che mi chiedo: potrebbe giocare benissimo nella Fiorentina. Ma non solo ora, già prima…».

Bernardeschi è un’altra storia: «Lui è nato calciatore. Quando aveva 10 anni e giocava nel Ponzano, una società di Empoli, insistetti con Leonardi per portarlo alla Florentia. Bernardeschi già a quella età aveva un mancino che era la fine del mondo. Giocava sulla fascia sinistra e calciava le punizioni alla Del Piero. Una volta il presidente del Ponzano mi disse: “Siccome Bernardeschi è di Carrara e per arrivare fino a Empoli ci vuole un’ora, per non rischiare che la domenica non me lo portino qua lo faccio dormire a casa mia il sabato, lui mi decide le partite”. Che Federico avrebbe giocato ad alti livelli era scritto nel suo sinistro».

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
olicchio
Ospite
olicchio

Vai Cristiano tiragli una carcagnataaa!!

Majestic
Ospite
Majestic

operazione maestosa targata Corvino anche questa; purtroppo bisognava prendere giocatori dei suoi ganzi….

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Gioca senz’altro Piccini, il tatuato-montato potrà fare gli ultimi 10 minuti se la partita si metterà bene, se no in panca per tutta la partita.

ETTORE DI VARESE
Ospite
ETTORE DI VARESE

INFATTI NON SI CAPISCE -PERCHE’ PICCINI NON SIA RIENTRATO ALLA FIORENTINA, PENSO CHE CORVINO DEBBA DIRE E GIUSTIFICARE
QUALCOSA ED I DELLA VALLE DEBBANO CHIEDERGLI PIU’ DIN UNA
GIUSTIFICAZIONE. AVEVA UB TERZINO IN CASA, L’HA MANDATO VIA E
CONTINUA A BUTTARE VUA SOLDI PER MEZZE CALZETTE!

maurinho
Ospite
maurinho

Gia’. Misteri del Corvo

Firenze Sud Viola
Ospite
Firenze Sud Viola

Rompilo tutto !

Guga
Ospite
Guga

Tranquillo, uno giochera terzino, l’altro scalderà la panca!!! Indovina chi gioca?

Articolo precedente‘Matricole’ e gare-trappola: invertire il trend-Sousa, Pioli all’esame Benevento
Articolo successivoBenevento, crisi infinita e record negativo di punti. Ed è polemica Mastella-Stramaccioni
CONDIVIDI