Piccini: “Ritornare in viola? Personalmente ci ho messo una pietra sopra”

16



All’interno di ViolaWeek, troviamo un’intervista a Cristiano Piccini, ora al Betis Siviglia. Ecco alcuni passaggi: Con Joaquin parlate mai di Firenze? “Sì, certo, molto spesso. Ogni tanto Joaquin prova anche a parlare italiano, ma non gli riesce perché non lo ha mai imparato fino in fondo. L’altro giorno abbiamo ricordato il suo gol contro la Juventus, mi ha detto di non aver mai vissuto un’emozione come quella. Gli manca molto Firenze, soprattutto il cibo. Per lui quella in viola è stata una tappa molto importante della carriera”.

Come sta vedendo la Fiorentina? “Credo che sia in linea con gli obiettivi dei passati campionati, anche se quest’anno la corsa all’Europa League è più difficile. I viola hanno giovani importanti che stanno facendo bene, questo è motivo di orgoglio tanto per i fiorentina quanto per la società”.

La Fiorentina è ormai un capitolo chiuso per lei o c’è qualche spiraglio per il suo ritorno? “I viola possono vantare su di me un diritto di recompra, ma solo fino a giugno. Certo, se fino adesso la società ha scelto di non puntare su di me non vedo perché dovrebbe farlo in futuro. Sulla Fiorentina personalmente ci ho messo una pietra sopra; poi se un giorno dovesse capitare l’occasione di tornare, ci penserò”.