Pioli, abbondanza e primo turnover: la Fiorentina al primo trittico stagionale

30



Una rosa lunga, due giocatori potenzialmente titolari per ruolo. Tanti giovani da scoprire, tante scommesse da vincere. Diverse incognite ma anche giocatori da valutare sul campo, per Stefano Pioli. Ventisei giocatori nel gruppo viola, senza contare i ragazzi della Primavera. In un’annata senza Europa League, non proprio semplice gestire giocatori e potenzialità. E anche far crescere qualche giovane, che ha meno spazio e possibilità di vedere il campo. Specie nel calcio d’oggi dove la pazienza è molto poca e la necessità di risultati immediati sempre più alta.

Pioli lavora per dare identità e automatismi ai suoi giocatori, in tanti scalpitano per poter avere una chance. Ecco che quindi il primo trittico stagionale di partite aprirà le porte al primo turnover per il tecnico viola. Poco spazio a invenzioni ed esperimenti, ogni cambiamento sarà ragionato. Ma le energie dovranno essere comunque dosate nei tre impegni ravvicinati. Sabato alle ore 18 arriva al Franchi il Bologna, poi mercoledì sera trasferta a Torino contro la Juventus e domenica 24 settembre sfida serale in casa contro l’Atalanta. Tre partite in cui conterà anche la classifica, e i punti da conquistare per dare continuità al 5-0 di Verona.

Tre gare in cui sperano di mettersi in mostra tanti che fin qui hanno avuto poco spazio. Nonostante la Fiorentina, senza le coppe, sia la seconda squadra di A per numero di giocatori utilizzati nelle prime tre giornate: ben 20, come Milan, Spal e Crotone. Di più ne ha mandati in campo solo la Juve (21), mentre Napoli, Lazio e Torino si fermano a 17, Inter e Roma a 16. Pioli ha fin qui concesso 270′ solo a Sportiello ed Astori, poi i più presenti sono stati Veretout (256′), Simeone (240′) e Benassi (220′), mentre Pezzella e Biraghi, dal loro arrivo, si sono presi il posto in entrambe le partite a disposizione (così come Badelj e Chiesa, dopo le assenze di San Siro).

In tanti scalpitano, però: Vitor Hugo, dopo la prestazione negativa di San Siro, è stato mandato in panchina in favore di Pezzella, ma potrebbe ritrovare il campo nella prossima intensa settimana. Ci spera anche Milenkovic, giovane che avrà futuro. Sulle fasce Laurini incalza Bruno Gaspar, Maxi Olivera prova a togliere il posto di Biraghi (ma l’italiano ha ben fatto fin qui). A centrocampo sarà dura per Cristoforo e Sanchez scalzare Veretout-Badelj, coppia già affiatata: ma qualcuno potrebbe rifiatare contro Bologna o Atalanta, quindi occhio alle sorprese.

Così come la ‘trequarti in movimento’: Chiesa-Benassi-Thereau hanno ben impressionato a Verona, sperano di avere minutaggio anche Gil Dias ed il rientrante Eysseric (tra i più positivi di San Siro e del precampionato). Così come Saponara, ma anche il giovane Zekhnini. Senza dimenticare Hagi, che però pare più indietro nelle gerarchie. Davanti Simeone è stato sempre titolare, per Babacar solo ingressi dalla panchina (60′ in tre partite). Il senegalese però potrebbe giocare dall’inizio in una delle prossime gare: avrà la sua chance. Occasione che spera di avere anche un altro giovanissimo, Simone Lo Faso. Magari a gara in corso.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
paolo40 bologna
Ospite
Member

Dobbiamo stare molto accorti sul contropiede che farà il Bologna. Sia Verdi sia Di Francesco sono molto adatti a quel gioco. Inoltre non si deve dare spazio a Destro che smania per fare goal. Dobbiamo vincere per portarci a sei punti. FORZA SEMPRE VIOLA!!!

Ezio
Ospite
Member

Succede che quelli buoni, specie d’inverno hanno problemi, tipo influenza, bronchite ecc, ecc. Le ciofeche più immonde sono immuni anche all’ebola. Meglio essere abbondanti.

Gangia81
Ospite
Member

Contro il Bologna vedrei bene Milenkovic e proverei con la difesa a tre, rimpolpando il centrocampo. Come punte Therau e Simeone. In questa maniera togli ritmo anche al giochi della squadra di Donadoni.

steve
Ospite
Member

Sono fuori tema e me ne scuso, ma vorrei fare i complimenti a federico bernardeschi per il suo esordio di ieri sera in C.L.: un esordio col botto! 3 pappine a 0 ed andare…

Tritone
Ospite
Member

92 minuti di applausi,,,

Gangia81
Ospite
Member

Hai fatto bene. Sempre giusto ricordare.

Viola74
Ospite
Member

Biraghi è un onesto giocatore che fa il suo e poco altro ma per carità Maxi lasciamolo dov’è…. Meglio così!

Ospitem
Ospite
Member

Cos’è sta stronzata del turn over ?in campo sempre i migliori…38 partite gioca e non rompere….. Galbiati Vierchowod e contratto 30 partite 2700 minuti ….si gioca a memoria e chi entra sa che deve davvero dare tutto

Simone Eugenio
Ospite
Member

Caro ospitem il calcio di oggi è di molto cambiato…i ritmi sono altissimi ed il turn-over oramai è indispensabile (lo praticano tutte le squadre europee di tutti i campionati).

Gangia81
Ospite
Member

Meno male non sei allenatore.

luk 66
Ospite
Member

INIZIAMO CON QUESTI CAVOLO DI TUROVER PROGRAMMATI BASTA.
DEVONO GIOCARE I MIGLIORI.
ABBIAMO VINTO CON IL VERONA CHE FARA SI E NO 20 PUNTI. IN TUTTO IL CAMPIONATO.
CIAO

2z2t
Ospite
Member

Maxi Olivera sta bene in panchina, altro che turn over.

Simone Eugenio
Ospite
Member

Infatti peccato non averlo ceduto insieme a Milic e Tomovic (si poteva prendere anche secondo terzino onesto da far rifiatare Biraghi).

I.B.
Ospite
Member

Mah,io invece credo che in questo momento bisogna dare più continuità possibile per dare certezze alla squadra.Per il turnover c è tempo.

hamrin 56
Ospite
Member

Sono d’ accordo. Squadra che vince 5-0 non si cambia

Duncan
Ospite
Member

Il reparto più debole è il centrocampo, badel e veretout vanno bene ( ma attenzione a sopravvalutarli ) ma Sanchez e Cristoforo non sono assolutamente all’altezza. Mi aspetto un innesto a gennaio

Simone Eugenio
Ospite
Member

Non sono d’ accordo soprattutto per Sanchez, se gioca nel suo ruolo è pur sempre un ottima riserva. Cavolo non possiamo mica tenere un Vidal in panchina. e poi è pur sempre titolare nella sua nazionale, qualcosa dovrà valere….no?

Rocco54
Ospite
Member

le prime due partite a 0 punti e la terza invece stratosferica non devono farci cascare in stupide, poiché affrettate, conclusioni.
la squadra, tutta nuova e tanto tanto giovane, non sarà messa a punto NEMMENO dopo le prossime tre partite.
questo non vuol dire che non avremo ulteriori indicazioni, dico solo che il rodaggio continua e che la PAZIENZA sarà la merce di cui avremo più bisogno.
gli animi di noi che ci sentiamo per la Fiorentina si accendono e si spengono ancora con troppa facilità.
dopo una sconfitta viene giù il mondo e il partito degli anti-DV si scatena e intravede la B.
dopo una vittoria meglio di noi un c’è nessuno e giù “dagli a i’ lenzolaio”.
la difesa è ancora traballante, si tira tanto ma la si butta poco dentro.
mi aspetterei punti col Bologna e con l’Atalanta.
con la Juve, boh, chissà, si trovasse la porta prima di loro …

Marcomugello
Ospite
Member

Vero, specie il “Si tira tanto ma si butta poco dentro”. …

ghighe
Ospite
Member

La squadra pur non avendo in dote nomi altisonanti sembra ben omogenea. Campagna acquisti rocambolesca, poco elettrizzante per i tifosi, ma se arrivano un pò di risultati questa viola sarà affascinante da veder crescere. Credo sia anche volontà di Pioli voler giocatori dello stesso livello in modo da poter roteare senza scontentare nessuno, anche se qualcuno ovviamente giocherà poco o meno degli altri. Per Babacar a me piacerebbe vederlo esterno, come col Verona, e come lo utilizzava Novellino. Purtroppo credo sia insofferente di natura,, l’ho visto sconsoilato persino dopo il goal di Gil Dias. Speriamo di vederlo eslodere prima o poi, i colpi li ha perchè la sua media goal è impressionante. Forza ragazziiiiiiii

stefano
Ospite
Member

Babacar, purtroppo, è stato impostato male nella Primavera. Non gli è mai stato insegnato a mettersi al servizio della squadra ed a fare i movimenti da attaccante moderno, che apre gli spazi anche per le incursioni dei compagni. Purtroppo ho anche l’impressione che non riesca a migliorare, non so se a causa del suo carattere o se veramente non è in grado di farlo da un punto di vista tecnico.

aldo - pistoia
Ospite
Member

nonostante le lodi, non mi convince ancora Gaspar. Debole in fase difensiva e in attacco non salta l’uomo. Cross dalla linea di fondo non me li ricordo. In ogni caso, il voto al mercato di Corvino, si alza per effetto degli ultimi acquisti (Laurini, Thereau e Lo Faso) arrivati, però, dopo le due sconfitte.

stefano
Ospite
Member
A parte che Corvino, i colpi dell’ultimo giorno di mercato li ha sempre messi a segno, indipendentemente dalla data di inizio del campionato, dire che Gaspar non salta l’uomo in attacco vuol dire non avere ben presente il suo ruolo, che è quello di terzino e non di esterno di attacco. Se guardi il goal di Gil Diaz con il Verona, capisci quello che voglio dire; incursione di Gaspar e sovrapposizione sulla destra di Gil Diaz che si trova solo davanti al portiere. Questo è quello che deve fare in combinazione con l’esterno di attacco, insieme a qualche gross dal fondo (e se riguardi la partita con il Verona, vedrai che alcuni li ha fatti, ma noi in attacco non abbiamo dei grandi colpitori di testa, ed altri li ha comunque provati, ma sono stati murati dai difensori avversari – ma sul fondo ci è arrivato eccome). Nel momento in… Leggi altro »
Trippolo
Ospite
Member

Pioli i cross dalla linea di fondo non li vuole altrimenti non giocherebbe con le ali a piede invertito. Poi mi fa ridere questa cosa per cui tutti son contenti per Laurini e non per Gaspar, ma Laurini lo avete visto giocare?, è un difensore che serve “solo” per le partite dove devi stare più coperto, mentre Gaspar se impara (cosa probabile) a stare in campo per come si gioca in Italia è un ottimo giocatore

Silvano
Ospite
Member

A parte Sportiello e Astori il resto della truppa è interscambiabile, Chi più chi meno; ma di poco, il valore del singolo nella rosa Viola è simile. Quindi si dovrà puntare sulla forza del gruppo. Fare pugno e picchiare sodo ! Pioli ha capito quello che deve fare. Premetto che anche se si perdessero più partite la filosofia non deve cambiare.

Marcomugello
Ospite
Member

Ciò che mi sembra deficitario sono gli assist per la punta o le punte… sembra quasi che la punta serva per aprire le difese, mentre nell’Inter, per esempio, è la squadra che lavora per le punte..che così segnano tanto…

stefano
Ospite
Member

Segnano le punte, ma non lo fanno i centrocampisti (con Vecino e Borja Valero sarà dura vedere tanti goals dalle incursioni dei centrocampisti). Il problema è che se hai solo le punte che segnano sei più prevedibile e se la punta ha una leggera crisi o trova dei bravi marcatori, chi è che segna?

stefano
Ospite
Member

ma che te ne frega dell’inda???

MATTEOFIRENZE
Ospite
Member

essendo tutti i giocatori sullo stesso livello, eccezione per alcuni che sono titolari indiscussi, è importante che chi scende in campo dia sempre il massimo …. quest’anno solo il gruppo può fare la vera differenza (magari sperando nell’esploit totale di Simeone e chiesa)

Mario 07
Ospite
Member

L’importante che Pioli trovi una formazione tipo sulla quale contare con la speranza che possa fare delle prestazioni tipo Verona

wpDiscuz
Articolo precedenteBologna, spavento per De Maio: in dubbio con i viola. A parte Poli, Maietta in gruppo
Articolo successivoIl lento rientro di Saponara: con il Bologna un altro forfait?
CONDIVIDI