Pioli e Ancelotti, dalla Padania con la stessa filosofia di calcio e lavoro

di Benedetto Ferrara - La Repubblica Firenze

8



Sono nati a pochi chilometri di distanza e hanno la stessa cultura del pallone. Li separano soltanto i successi

Deve essere per via della nebbia, dell’umidità, dell’afa, delle zanzare e della terra piatta intorno. La Padania non è uno stato o uno slogan, ma un paesaggio della mente. Parole poche, lavoro tanto: la gente della bassa è fatta così, e anche quei due, separati da pochi chilometri e da quell’orizzonte che non finisce mai.
Sei anni dividono le vite di Carlo Ancelotti (59) e Stefano Pioli (53). E anche venti trofei, quelli conquistati in panchina da Carletto da Reggiolo.
Storie di vita e di pallone. Una soddisfazione per Stefano Pioli da Parma, che non avrà un palmares da urlo, ma con Ancelotti condivide molte cose, a cominciare da quella cultura padana del lavoro, non troppo lontana da quella di Cesare Prandelli: stessa nebbia, ma altra regione, la Lombardia.
QUEL PARTICOLARE EGO. Il fatto è che ci sono uomini dall’ego dopato, quelli allenatori che lavorano sul campo e anche al tavolino, quando studiano come costruire la propria immagine in tv scegliendo l’arte dello show: il finto santone, lo special one, il presuntuoso.
Ognuno ha la sua strada, soprattutto per distrarre l’attenzione nei momenti delicati. Chi lo fa per scelta, chi per carattere, ma di sicuro il tutto è figlio di un calcio che ha bisogno di idoli pop da amare o da odiare. L’importante è che si parli di loro.
Ma Ancelotti e Pioli queste strategie le hanno ribaltate scegliendo di restare se stessi: volare basso è la loro regola. E la loro forza, perchè alla fine è così che si sono conquistati la stima di tutti, anche là dove non gli è andata nel migliore dei modi.
Domani i due si sfidano al San Paolo. Ancelotti deve rimediare, Pioli proseguire sulla scia. Due anime pulite, due belle persone, comunque vada a finire.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Asti_Viola
Tifoso
Asti_Viola

Ma veramente siete di Firenze e non sapete chi è Benedetto Ferrara? Lo chiamate “l’articolista”… boh

MaurizioBG
Member
MaurizioBG

Padania? Stessa nebbia? Si sta un po’ esagerando…

Grandeviola
Tifoso
Grandreviola

COme dice l articolista la Padania è un “ paesaggio della mente” e voi come al solito per devianza politica non avete capito un CAZZO.

Lorres
Ospite
Lorres

Sono tutt’e due emiliani. Uno parmigiano e l’altro reggiano

JohnnyRyall
Tifoso
Johnny Ryall

Pessimo titolo.

Persino Salvini ha smesso di usare questa parola.

Portinari Beatrice
Ospite
Portinari Beatrice

La Padania non esiste. Esiste la Val Padana

Fragole e Sangue
Ospite
Fragole e Sangue

Si.. infatti… E Parma non è certo nella “bassa”, soprattutto rispetto a Reggiolo. Anzi, per così dire, Pioli è un “signore”, Ancelotti “un contadino”. Nella bassa la Lega c’è. Non certo sulla Via Emilia.

unoqualunque
Ospite
unoqualunque

firmato UBERTO BOSSI

Articolo precedenteAncelotti, contro la Fiorentina coltiva un altro Napoli
Articolo successivoTifosi Napoli sul piede di guerra contro la proprietà. Obiettivo far squalificare il S. Paolo
CONDIVIDI