Pioli, il filo diretto con Diego e il rapporto con Andrea: l’allenatore ideale, si pensa al prolungamento

17



Rapporto speciale tra il tecnico e i Della Valle: secondo La Repubblica, si pensa ad un accordo fino al 2021 con ritocco dell’ingaggio.

Diego il numero uno stravede per lui. Lo chiama per discutere di calcio, dei problemi del gruppo, delle qualità dei giocatori e delle prospettive della Fiorentina. Anche Andrea lo stima parecchio. E ogni weekend si siede accanto a lui alla mensa del centro sportivo. Parole, risate, commenti, domande e risposte. Così scrive La Repubblica su Stefano Pioli. Poi c’è il rapporto con Antognoni, che già lo conosceva bene: il club manager è stato il primo ad accoglierlo quando lui è tornato a Firenze, la città che aveva vissuto da difensore e poi ha ritrovato in età più matura sedendosi in panchina per ricominciare un ciclo, quello partito con qualche errore di mercato e proseguito in crescita, anche grazie al suo intervento. E alla sua capacità di creare armonia all’interno dello spogliatoio, ma anche dentro le stanze della società, dove gli scontri di ego creavano frizioni.

CAMBIAMENTO. Stefano Pioli ha riunito tutti intorno a sé, usando l’arma del rispetto, della gratidutine e della pacatezza. Ora che la Fiorentina vive un momento intrigante sia in classifica sia immaginandola in prospettiva, ora che l’allenatore ha dimostrato coi fatti che era possibile riportare la gente al Franchi e sistemare tutti sotto la stessa bandiera, è arrivato il momento di discutere un nuovo contratto. È vero che quello attuale scadrà a giugno e che la Fiorentina ha un’opzione per il prolugamento fino al 2020.

PROLUNGAMENTO. Ieri il suo procuratore Bruno Satin è passato da Firenze per incontrare il suo assistito e tutto lo staff tecnico. L’agente ha anche fatto due chiacchiere con i dirigenti, l’idea è quella di preparare un incontro che preluda a un nuovo accordo con scadenza 2021 e ritocco dello stipendio (il tecnico guadagna 1,1 milioni all’anno, la metà di Mazzarri al Torino). Il diretto interessato per la verità non ha mai forzato nemmeno un po’ la situazione, semmai è la proprietà a voler riconoscere al proprio allenatore tutta la stima possibile e la fiducia nelle sue idee di calcio e, soprattutto, sulla sua capacità di gestire la crescita di una squadra giovane senza perdere mai il controllo, né dei nervi e neanche della situazione. Pioli sembra l’allenatore ideale per una società moderatamente ambiziosa. Insomma, non è uno che batte i piedi, semmai ama dialogare e affrontare le situazioni.

17
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Leo
Ospite
Leo

Leggo i commenti sotto, guardo la classifica a lato e mi dico….”voi state di molto male!!!!”

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

lo yesman ideale

Patcom
Tifoso
patcom

Allenatore mediocre anche se brava persona, perfettamente in sintonia con la mediocrità fortemente voluta da questa società anche se, a chiacchiere, vogliono far credere tutt’altro. Qui si prendono giocatori quasi tutti in prestito, così si possono “usare” qualche mese senza spendere (ingaggio a parte) e quando si spende per prendere qualcuno, lo si fa solo in funzione di una plusvalenza a breve termine. Non c’è altra programmazione oltre questa, se non vendere sistematicamente i migliori e in fretta e tutto il gioco ricomincerà da capo continuamente, senza giungere da nessuna parte. Con tali premesse è impossibile attirare allenatori di un… Leggi altro »

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

è uno strano modo di offrire un contratto ad un allenatore che non ti ha portato in europa perchè è di questo che si ragiona la conferma di un allenatore che si accontenta di tutto è di più pure se perderemo chiesa e company tanto lui non protesta lo capite si o no che i della valle gli va bene questo allenatore proprio per non andare in europa.

Silvano I vaia
Ospite
Silvano I vaia

CI credo che per la società Pioli sia l’allenatore ideale. Accetta tutti gli scempi della società fatti in nome del santo bilancio e allena tutto quello che passa il convento senza obiezioni…

Gaesill
Ospite
Gaesill

A me Pioli piace molto. Oltre ad essere un allenatore serio e capace, è anche una persona a modo, mai fuori le righe, mai a lamentarsi o a cercare scuse, sempre a difendere Società e giocatori. Insomma, checché se ne duca, è l’allenatore ideale per la Viola. Poi se è vero che uno come Mazzarri prende quasi il doppio di lui mi vengono i brividi. Cairo è da ricovero

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Moderatamente ambiziosa!!! Ahahahah!!!!

Davide Baroncini
Ospite
Davide Baroncini

Noooooooooo l’incapace noooooooooooo

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Davide non stai benissimo, controllino DETRATTORI FRUSTRATONI ALLA LARGA MAMMA MIA RAGAZZI SIETE LA ROVINA DELLA FIORENTINA VERGOGNA FORZA RAGAZZI FORZA VIOLA SEMPRE

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

posso farti una domanda ma secondo te è meglio confermare un allenatore che ti ha portato in europa oppure che non ti ha portato? perchè senno imbecille sarai se a te ti va bene un allenatore che non ti porta in europa

Fabio
Ospite
Fabio

Via i gobbi da questa chat

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Assolutamente d’accordo con la proprietà, Stefano alla Ferguson assolutamente tanti anni con noi FORZA RAGAZZI BUONI PENSIERI PER ROMA AVANTI COSÌ FORZA VIOLA SEMPRE

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Diventa sì il Ferguson Viola. Se continua sempre a non chiedere mai un rinforzo, o un alzamento dell’asticella, per i braccini è oro colato…

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Eccone un altro Buona giornata Buona Vita Un Abbraccio FORZA VIOLA SEMPRE

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Forse uno yes man come lui riesce a stare al suo posto e a non chiedere nulla di più di modesti giocatori.

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

ma è chiaro questa gente gli piace leccare non andare in europa il che significa che ha loro amano prenderlo nel didietro.

Luca_I
Tifoso
Luca I

finché le cose vanno bene

Articolo precedenteMirallas scalpita: possibile chance dall’inizio all’Olimpico
Articolo successivoAllegri, ma cosa dici? Le urla a Berna fanno discutere. E il lavoro viola con i giovani è tra i migliori
CONDIVIDI