Pioli ritrova gran parte dei titolari. A Napoli per giocarsela, con dubbi a centrocampo e la tentazione Pjaca

15



Tra oggi e domani, argentini a parte, Pioli ritroverà tutto il suo gruppo in vista di Napoli. A centrocampo ballottaggio Gerson-Edimilson, in attacco suggestione Pjaca

Mentre i tifosi di tutta Italia fremono per la ripresa del campionato di Serie A e la pausa delle nazionali pian piano volge verso il tramonto, la Fiorentina continua il suo percorso di avvicinamento verso il suo primo big match stagionale, al San Paolo contro il Napoli di Ancelotti. Sfida tanto affascinante quanto complessa, di cui si è già parlato molto e si continuerà a parlare ancora nei prossimi giorni.

CHI TORNA AD ALLENARSI? Pian piano Pioli sta riacquistando tutto il suo gruppo e tutti i suoi titolari. Il rientro degli italiani Biraghi, Benassi e Chiesa, attesi da oggi in allenamento e tutti titolari certi sabato, aiuterà non poco il tecnico gigliato nella preparazione di quello che per tutti è il primo grande banco di prova della stagione. Con loro, tornerà ad allenarsi anche Milenkovic, dopo la parentesi con la Serbia.

SITUAZIONE PORTIERE. Oggi a Firenze rientrerà Dragowski, atteso ad una prova convincente dopo le tante incertezze della passata stagione. Quando Pioli si augurava che i suoi calciatori in giro per il mondo giocassero con le proprie nazionali, di certo il portiere polacco era compreso nella lista. Purtroppo, sono zero i minuti accumulati da Bartolomiej con la sua Under 21 in questa doppia tornata di partite. Inutile nascondere la preoccupazione che circonda il polacco; starà a lui smentire gli scettici con la personalità che sinora non gli è mancata fuori dal rettangolo verde ma che poco si è vista tra i pali.

PJACA SÌ O NO? Allo stesso modo, l’allenatore della Fiorentina aspetta con ansia il rientro di Marko Pjaca. Il croato ha messo minuti nelle gambe sia nel pareggio della sua selezione con il Portogallo (72′) che nella disfatta di ieri con la Spagna (circa mezz’ora), partita nella quale si è fatto notare poco o nulla, ma con l’attenuante di essere entrato in campo a risultato ampiamente acquisito in favore della Roça. Ad oggi Eysseric rimane in vantaggio per una maglia da titolare contro il Napoli, ma attenzione all’ex Juventus. Se la sua condizione fisica dovesse dimostrarsi cresciuta rispetto a quando ha lasciato Firenze, Pioli potrebbe scegliere di favorire la tecnica e gli strappi in velocità del croato. Qualità che sulla carta potrebbero mettere in difficoltà una squadra come quella di Ancelotti.

DUBBI A CENTROCAMPO. Anche Edimilson oggi tornerà a Firenze, dopo aver assaggiato il campo nell’amichevole persa dalla Svizzera contro l’Inghilterra (entrato al 66′). L’ex West Ham si gioca una maglia da titolare con Gerson per lasciare posto al rientrante Veretout. Pioli deciderà soprattutto in base a come vorrà impostare la squadra per contrastare una forza come il Napoli: meglio i muscoli dello svizzero o la qualità del brasiliano?

GLI ARGENTINI. Infine, giovedì sarà il giorno del rientro di Pezzella e Simeone, gli ultimi due titolari che mancano all’appello. Lo staff della Fiorentina valuterà attentamente le loro condizioni, ma anche se avranno a disposizione soltanto una giornata per allenarsi è difficile pensare che Pioli possa privarsi di due colonne come i due argentini in una sfida così delicata.

VERSO NAPOLI. Una sfida di quelle che ti misura la febbre. Di quelle che ti fanno inquadrare meglio il valore di questi ragazzi. Inutile dire che non conterà guardare esclusivamente il risultato, anche se la Fiorentina andrà in casa dei campani per provare a vincere. La prova è di quelle più che complicate. Vero: gli azzurri arrivano da una terribile sconfitta a Genova con la Sampdoria. Altrettanto vero che i viola nella passata stagione con il Napoli hanno totalizzato una vittoria casalinga ed un pareggio a reti bianche al San Paolo. Ma la differenza tra le due formazioni non si è cancellata e lo stadio di Napoli, polemiche per i biglietti o meno, è uno dei più caldi di tutta la Serie A. Sarà importante osservare la prestazione della Fiorentina. La capacità del gruppo di reagire alle difficoltà che non mancheranno. Se poi ci scappasse anche il risultato, tanto meglio.

15
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
sebastianich
Ospite
sebastianich

va bene che ieri la Croazia non è scesa in campo, ma PJACA in 30 minuti ha letteralmente toccato un solo pallone. Non pensiamo di avere il giocatore che risolve le partite. In più non difende, occhio.

Il Drisa
Ospite
Il Drisa

Ragazzi sono convinto che a Napoli faremo una bella partita e con un pizzico di fortuna potremmo tornare a casa con punti. Se ciò non dovesse accadere non ne farei comunque un dramma, I ragazzi devono crescere e non bisognerebbe colpevolizzarli perché il Napoli è stato costruito per vincere il campionato

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

ieri pomeriggio,ho iniziato ad introdurmi,per la prima volta nell’argomento trasferta delicatissima,del san paolo di napoli,partita inutile e deleterio negarlo dall’elevato coefficente di difficoltà. sono quelle gare speciali,che assomigliano tanto a veri esami di maturità poi da dover superare,anche se è bene ricordarlo siamo per la fiorentina soltanto alla terza di campionato,e con una classifica molto buona,già sei punti incamerati,una partita da recuperare,e quindi possiamo scendere al san paolo,con una certà serenità,senza ansie particolari da classifica. ieri ho sottolineato i due aspetti principali,che mi generano una certa inquietudine,lafont in netto progresso,ma comunque ,giustamente e precauzionalmente tenuto probabilmente a riposo,ma ecco è… Leggi altro »

simoparbo
Ospite
simoparbo

442 centrocampo folto, biraghi fuori (non ha passo per contrastare “pippetta” callejon) quindi difesa bloccata con laurini a destra (sembra tagliato per “ruotebasse” insigne), pezzella e milenkovic centrali, hugo a sinistra nel ruolo di esterno basso che a volte ricopriva astori, centrocampo a 4 piedi e tonicità – e qui si potrebbe decidere la partita, benassi, edimilson, veretout, gerson, questo reparto al momento sembrerebbe migliore di quello del napoli, davanti chiesa a svariare largo sui due lati a dare tutto x 50-60 minuti con il cambio pjaca a spaccare la partita nei 30′ finali e simeone perno davanti, in porta… Leggi altro »

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Non sono un tecnico ma un semplice e accanito tifoso Viola e agli amici tifosi domando: “Ma Pjaca, (quello attuale) vi sembra un giocatore da mettere in campo?”
Non lo fa la Croazia, e ne avrebbe di tanto bisogno; non ha giocato il mondiale; viene da un grave infortunio per questo la Juve l’ha mandato da noi.
Diciamocelo, è l’ombra del Pjaca che fu. Oggi è meglio un Eysseric o al limite Gerson. Poi se Pioli ha coraggio Montiel o Sottil potrebbero essere più utili di Pjaca. FV

Preoccupato x sculetto
Ospite
Preoccupato x sculetto

Io son seriamente preoccupato per “sculetto dal 2011”.
E’ un mese che non “pontifica”!
.
Forse Domenica lo rileggeremo?

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

VIA I DV!!!

Ciccio Ben
Ospite
Ciccio Ben

Ma i tuoi genitori ti consentono di portare il cellulare all’asilo? Pensa alle Lego

marco mugello
Ospite
marco mugello

Il Napoli non è, o non è ancora, quello dell’anno scorso… comunque anche l’anno scorso aveva difficoltà contro le squadre che si chiudevano e ripartivano… la nostra difesa è molto forte specie se protetta dal centrocampo, può reggere le folate del Napoli, le quali se c’è densità sono più impacciate… mi fa paura Callejon contro Biraghi che è più un esterno da attacco, Callejon appare all’improvviso sul lato debole quando non te lo aspetti, bisogna avere gli occhi sulla schiena e non basta., Milencovic può reggere anche uno piccolo, per lo scatto e la velocità che ha.

SOS
Ospite
SOS

Dragowsky
MIlenkovic Pezzella Hugo Biraghi
Veretout Dabo Benassi
Pjaca Simeone Chiesa

Il centrocampo dovrebbe essere un muro e dovremmo affidarci alla giocate dei 3 là davanti. Gerson e Edimilson secondo me sono troppo offensivi, e giocarsela così a viso aperto a Napoli, secondo me, è un rischio troppo grosso.

rob viola
Ospite
rob viola

D’accordissimo con il centrocampo veretout/dabo/benassi (mi sembra strano che nessuno o quasi lo prenda in considerazione) e con l’inserimento di Piaca. Resto però dell’idea che in difesa sarebbe meglio rimettere Laurini sulla fascia e riportare Milenkovic al centro con Pezzella.

buridano
Ospite
buridano

Basta che ci scappi un pareggio. Esempio; si perde 1-0 dopo molti quasi gol del napoli e si fa gol su autorete, ottimo 1-1 e ringrazieremo la Grande Viola.

Wolwerit
Ospite
Wolwerit

A Napoli rischiano di prenderne tre tutti pure la Juve , al di là del risultato peraltro fondamentale, sabato si potrà capire se ci possiamo giocare la gara con una big del campionato oppure no,anche se non venisse il risultato ma la prestazione fosse gagliarda darebbe comunque fiducia x il futuro di questo gruppo. se uscisse una vittoria a Napoli le ambizioni si potrebbero pure alzare dal 7/8 al 5/4 posto, anche se poi tutte le ipotesi vanno poi dimostrate ogni maledetta domenica sull erba del campo. Era parecchio tempo che non sentivo una partita così è bello sognare finché… Leggi altro »

claudio1
Ospite
claudio1

NAPOLI NON E’CAMPO PER ESSERYC… VERREBBE CANCELLATO… SE PIOLI LO INSERISCE CI RILEGGIAMO LUNEDI E NE PARLIAMO… ( MA CAMBI MESTIERE)….IN PORTA RISCHIO LAFONT… NON DEVE CORRERE PUO GIOCARE.. DRAGOWXKY VA IN TRIBUNA PERFINO CON LA POLONIA… UN PORTIERE BIDONE.. AL MASSIMO MEGLIO METTERE IL TERZO PORTIERE

Ponzio
Tifoso
ponzio

nel calcio moderno il portiere corre e come… dai scrivi con più distacco e meno pregiudizio. Su Eysseric forse potresti anche avere ragione, ma bisogna vedere le condizioni di Pjaca che mi sembra ancora un po’ imballato. Forse Mirallas sarà la terza via

Articolo precedenteEx viola, gran gol di Ianis Hagi: segna da calcio d’angolo (VIDEO)
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI