Pioli, doppia sfida con Di Francesco: quando era testa a testa per la panchina viola…

da La Nazione

18



Mai un pareggio in carriera fra Pioli e Di Francesco, ora divisi da 8 punti e da un morale opposto. Per la Fiorentina si alza clamorosamente il livello dell’avversario dopo il filotto Udinese-Benevento-Torino e Crotone. Un passato comune recentissimo per i due allenatori, che a maggio sono stati in corsa per la panchina viola in modo più o meno ufficiale; e sebbene Corvino abbia sempre smentito il contatto diretto a Firenze con Di Francesco, nessuno ha ha messo mai in dubbio il pensiero positivo della società viola a proposito del tecnico che aveva deciso di lasciare il Sassuolo.

Di Francesco si trova alla guida di una squadra che come la Fiorentina ha chiuso il mercato estivo con un saldo positivo (più 15 milioni), ma dalla sua ha un organico nettamente più forte. Per non parlare poi delle ambizioni, considerata la partecipazione alla Champions e il valore del monte ingaggi (91 milioni contro 35).

18
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Leo
Ospite
Leo

Magari anche il DiFra con Cannavaro junior invece che Manolas o Fazio,di Scarselli invece che Naingollan e Matri al posto di Dzeko non vinceva mica 9 partite su 10…

ANGELO
Ospite
ANGELO

Pioli è un bravo ragazzo ed un allenatore di medio valore, Di francesco è di un’altra categoria, ma per Corvino e soprattutto per i Della Valle ha troppa personalità e a Firenze non poteva arrivare (dopo i Montella, i Souza alla proprietà serviva un yes man ed ecco fatto)

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

angelo dai a pioli nainggolan,strootman,de rossi,poi possiamo fare un confronto più reale con di francesco,io sono un estimatore del tecnico abruzzese l’ho sempre detto, ma da qui ad affermare che è di un altro pianeta rispetto a pioli ci corre almeno un fiume,pioli sta allenando un gruppo di ragazzi giovani,quasi tutti nuovi,con alcuni giocatori provenienti da campionati esteri,cè una bella differenza rispetto ad eusebio che in rosa alla roma si ritrova anche calciatori esperti ormai navigatissimi,noi e questo a mio avviso è l’errore più grande di pantaleo dovevamo o fare una rivoluzuione meno drastica nei contenuti dell’organico,cioè intendo dire più… Leggi altro »

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

il contatto con di francesco in primavera cè stato eccome,ma il di francesco per lasciare l’isola felice rappresentata dal sassuolo,voleva un club con delle ambizioni superiori a quelle degli emiliani,nell’incontro con corvino si è sentito parlare,di rosa da rivoluzionare,di monte stipendi da abbassare ,di progetto composto quasi in toto dai giovani,è normale poi a mio avviso che il tecnico abruzzese abbia fatto le proprie lecite considerazioni in merito.lui è ambizioso,i della valle attuali no,possiamo continuare a circumnavigare l’isola ma questa è la realtà dei fatti,poi si è fatta avanti la roma,l’occasione della sua vita,e la roma nonostante ha venduto alcuni… Leggi altro »

maurizio
Ospite
maurizio

non è vero che Di Francesco era vicino alla Fiorentina se non arrivava l’offerta della Roma sarebbe rimasto al Sassuolo aveva capito che con questa proprietà non c’era futuro , dopo è arrivato il buon Pioli con alle spalle due esoneri di fila per lui l’offerta è come una grazia dal cielo se non andava a Firenze (contratto biennale con oltre un milione di ingaggio all’ann0!!!) era disoccupato questa è la verità , povera Fiorentina ,……………Domenica solo un miracolo può salvarci dobbiamo fare punti con squadre alla nostra portata (spal, benevento verona genova crotone ecc…….).Per quanto mi riguarda la proprietà… Leggi altro »

Magnifico Messere
Ospite
Magnifico Messere

Appena il mago di Vernole ha esposto la campagna di annientamento della squadra il buon Di Francesco gli ha fatto il gesto dell’ombrello in faccia… e direi che ha fatto anche bene.

olegna
Ospite
olegna

siete impietosi, forse al di là di tutto, povero Pioli.
è finito nella squadra sbagliata e nel momento peggiore.
devo però anche dire che così, all’apparenza, la faccia del
furbino Di Francesco ce l’ha e deve avere capito da subito
in che troi……… si sarebbe andato a cacciare venendo a
Firenze.

marco mugello
Ospite
marco mugello

Questo può essere vero…. Inoltre chi sa cosa gli hanno detto… sicuramente non che prima della vigilia dell’Inter non sarebbe arrivato quasi nessuno, e nemmeno che il nostro obbiettivo erano giocatori da 3-4 milioni… tant’è vero che, educatissimo come è, un vero signore, un paio di settimane prima del campionato ha incominciato a borbottare pesante…

REM
Ospite
REM

Siama ma noi finiti nelle mani dell’allenatore sbagliato purtroppo..

Altai
Ospite
Altai

Non ci voleva un genio per capirlo…..

Vaiavaia
Ospite
Vaiavaia

Testa a testa ma di che? Appena Di Francesco ha capito i grandi obbiettivi e strategie, avendo alternative doveva avere dubbi? Tra una roma in CL e con una rosa superiore, e noi con Biraghi, Gaspar, Cristoforo, Olivia, Hugo, ecc,, con promesse e fuori da tutto, non c’era storia. A Pioli invece va tutto bene, era il massimo a cui poteva aspirare. Ma per favore, testa a testa, mi viene da ridere….

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

tra sarri e sousa abbiamo scelto sousa … tra di francesco e pioli abbiamo scelto pioli …..milenkovic savic , salah …. ma non sarà che siamo guidati da incompetenti????

Gigi
Ospite
Gigi

Logicamente l’allenatore d

Matteo Praga
Ospite
Matteo Praga

Testa a testa? ah ah ah ma fatemi ridere…. Ma perché dovete a tutti i costi cercare di far credere alla gente cose inesistenti salvo poi ritrovarsi sempre esimi? Di Francesco avendo alternative ha voluto capire cosa lo attendeva, una volta capito che il Brogetto dellavalliano era “ripigliassi i quadrini” non c’ha pensato 1 minuto ed è andato a Roma. Pioli, non avendo le stesse alternative, invece, è arrivato…. Allora cara Nazione invece di cercare di montare castelli e senza cadere nel patetico, non sarebbe meglio raccontare una versione dei fatti più vicina alla realta?

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Giusto, ma rimane il fatto che all’epoca qui 9 su 10 scrivevano che Di Francesco non era da Fiorentina: more solito viene sempre fuori la grande competenza del nostro tifo. Simeone c’ha la garra, Veretout è meglio di Vecino, Eysseric è meglio di Bernardeschi e chi più ne ha ne metta: indimenticabili perle di saggezza.

Vezio
Ospite
Vezio

E’ il solito discorso se e’ piu’ bona la trippa del lampredotto. Ma se tu li confronti con una bella bistecca…… Non e’ l’allenatore che va in campo. Un bello scudo contro gli errori di chi compra e vende. A rafforzarlo ci hanno messo anche il grande Antognoni.

Gualtiero
Tifoso
Gualtiero Milano

Quando c’è da scegliere tra due noi ci becchiamo sempre quello scarso. Le abbiamo buscate dal Crotone e contro i giallosozzi temo una grandinata.La squadra in mano a questo triste uomo deve solo cercare di non retrocedere .Poi c’è pure chi riesce ad esaltarsi perché abbiamo vinto contro il Benevento.

REM
Ospite
REM

Purtroppo é andata cosí..

Articolo precedenteFiorentina, programma di oggi: allenamento poi appuntamento con i tifosi
Articolo successivoOltre 500 tifosi all’allenamento viola: Saponara recupera, Thereau ci prova
CONDIVIDI