Pioli si arrangia in difesa. Ma pur con i cerotti, cerca l’impresa al Franchi contro una big

17



Ceccherini terzino destro, Hancko centrale con Pezzella. A centrocampo in pole Dabo e davanti è ballottaggio Mirallas-Gerson. Pioli l’ha preparata così

L’obiettivo è quello di vivere una grande notte. Dopo lo scalpo della Roma in Coppa Italia, alla Fiorentina manca una bella affermazione al Franchi contro una big del campionato. Nel girone di ritorno ne passeranno diverse da queste parti, intanto si comincia con il Napoli di Ancelotti. Gli azzurri arrivano al Franchi un po’ meno lanciati dello scorso anno, quando a fine stagione tallonavano la Juventus dopo la vittoria nello scontro diretto di Torino. E’ finita come tutti ricordano, con gli uomini di Sarri mai di fatto in partita e, si dice, deconcentrati da quanto accadde la sera prima in Inter-Juventus. Se la partita la persero in albergo o in campo, poco cambia ormai. Alla Fiorentina servivano quei tre punti per sperare ancora nell’Europa (poi svanita), mentre il Napoli dette addio in modo definitivo al sogno Scudetto.

Oggi sarà una partita completamente diversa. Posta in palio molto alta, forse addirittura più per la Fiorentina che per il Napoli. Sembra un paradosso, ma il Napoli si presenta al Franchi con 9 punti da recuperare alla Juventus. Tanti, forse già troppi quando il girone di ritorno è già iniziato. In pochi, oggi, sono disposti a scommettere sul tricolore per gli uomini di Ancelotti. Qualcuno in più, forse, si può trovare disposto a credere nella rincorsa europea della Fiorentina. La squadra di Pioli ci crede, sono settimane che il profilo rimane basso a livello di dichiarazioni ufficiali, ma c’è la ferma convinzione di dare tutto per riuscirci. Tornare in Europa sarebbe importante per mille motivi, fin troppo ovvi da elencare, ma partite come quella di Udine devono essere portate a casa in qualche modo. Altrimenti si fa dura. Pioli in conferenza stampa ha sottolineato di come la Fiorentina abbia tre punti in più rispetto allo scorso anno di questi tempi. Vero, ma quel che successe di lì a poco cambiò il corso del campionato dei viola in modo netto. E’ difficile immaginare, oggi, che la Fiorentina possa mettere insieme un filotto di vittorie così importante come quello dello scorso anno. Quindi è bene mettere punti in cascina fin da subito, a cominciare da stasera.

I problemi, forse per la prima volta in stagione, sono legati agli indisponibili, o comunque a giocatori non al meglio della condizione. Non ci sarà Milenkovic squalificato, stamani si capirà se Vitor Hugo e Laurini potranno in qualche modo essere utili alla causa. Al Centro Sportivo andrà in scena il provino decisivo ed è praticamente impossibile sbilanciarsi, anche se nessuno sembra così ottimista di vederli fra i convocati. L’alternativa di Pioli è arrangiata, ma in settimana è stata provata molto. Ceccherini terzino destro (alla Milenkovic), Hancko centrale al fianco di Pezzella (dove gioca anche in Nazionale). Con una difesa così inedita, molto probabile l’inserimento di Dabo a centrocampo per fare più filtro. E sicuramente può farlo meglio di Gerson. In attacco, se così fosse disegnata la formazione, è ipotizzabile l’impiego di Mirallas con Muriel al centro. Ma la formula offensiva rimane davvero un rebus e questa è una carta che Pioli vuole giocarsi nel match con Ancelotti. Sarà una ‘sorpresa’ anche per il tecnico del Napoli. Anche perché Gerson, se non giocherà a centrocampo, entrerà prepotentemente in concorrenza con Mirallas per completare il tridente.

Poi pochi dubbi. Lafont giocherà in porta, Pezzella e Biraghi saranno al loro posto in difesa. Veretout ed Edimilson restano intoccabili ed interscambiabili. Davanti le certezze si chiamano Federico Chiesa e Luis Muriel. Il Napoli giocherà la partita, per la Fiorentina potrebbe essere meno complicato rispetto ad Udine innescare la velocità delle sue due frecce là davanti. La speranza è questa. Almeno nell’immediata vigilia.

17
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ponzio
Tifoso
ponzio

Immaginare di vincere oggi è un pochino difficile, le partite da vincere sono altre. Oggi bisogna salvare la pelle e giocare con molta concentrazione e spirito di sacrificio. Tranne lo scorso anno il napoli ci ha sempre ammazzato a Firenze, cerchiamo di ristabilire più equilibrio alle statistiche

Enzurillo
Ospite
Enzurillo

Pioli dice che abbiamo tre punti in più del campionato scorso di questi tempi. Ma cosa c’entra? Ogni campionato fa storia a sé.Pioli non espone mai i veri problemi della squadra.Dice delle cose talvolta banali, comunque non parla quasi mai da tecnico. La Tattica della Viola non si riesce a capire. Comunque la Fiorentina ha dimostrato che giocando da dietro é un suicidio. Contro la Roma non lo ha fatto ed è andata benissimo. Perché non continuare così?. Qual´è il Problema?. Cosa si vuol dimostrare?. Se la squadra non può giocare da dietro, vedi pressing alto degli avversari, il Napoli… Leggi altro »

Oriundo
Ospite
Oriundo

Chiamiamo le cose col loro giusto nome: per noi è “un’ impresa” vincere in trasferta contro squadre scarse, vincere contro il napoli si chiama miracolo.

Raska.
Member
Raska.

VINCIAMO NOI.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Hancko,mancino che può giocare da laterale sinistro basso,in arte terzino,o centrale difensivo di sinistra, messo a terzino destro sarebbe/sarà interessante da vedere.,

Lupo viola
Ospite
Lupo viola

Mamma mia……

diaz
Ospite
diaz

Dabo sì
Gerson no

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

….siamo alla follia pura: da un lato, la stampa dopraesposta, insiste col tema Europa coppa. La fiorentina non è squadra da europa, nel senso che la meriti con questa squadra è con gioco che ha espresso sino a questo momento. Da altro lato la follia si evince anche dalle scelte di Pioli : anche a Gerson. Ma per farci cosa, sacrificando chi? Davanti devono giocare Simeone e Mirallas , direi Simeone negli ultimi 25 minuti e Mirallas che cerchi di cucire punte e centrocampo con le stesse ripartenze fatte con la Roma. Dietro con una difesa senza un paio di… Leggi altro »

franco 1949
Ospite
franco 1949

Spero veramente che giochi Dabo.
Uno tra Mirallas e Simeone, che non sono fenomeni, ma sono sempre meglio di Gerson.
Ma Pioli non credo proprio che metta Dabo non riesce a “digerirlo” Un brodo di dado gli farebbe bene…………………………………………e magari “digerire” Dabo.

GiacomoRoma
Ospite
GiacomoRoma

Gerson per favore NO. Dabo in mezzo a fare legna e Dar fastidio ad Allan. Penso venga fuori un pareggio, ma è una partita da tripla.

MArco
Ospite
MArco

Non capisco sinceramente perché dovrebbe far giocare Gerson in una posizione non proprio sua e tenere in panca Simeone o Mirallas…
Spero invece di poter vedere in campo Dabo che lo merita davvero.
Forza Viola

MAU 46
Ospite
MAU 46

Vuol far giocare Gerson perché Pioli è specializzato a far giocare i propri calciatori fuori ruolo,come Corvino è specializzato nell’acquisto di bidoni come ultimamente ha fatto con Rasmussen. Abbiamo Ranieri che sta facendo un campionato magnifico nel Foggia in B,è convocato in Nazionale Under 20 perché è del 1999, merita di far parte della rosa di prima squadra il prossimo anno e Corvino va a comprare Rasmussen pagandolo SETTE MILIONI
con nessuna esperienza del calcio italiano e che non è degno di fare il titolare neppure nell’Empoli.
Misteri Viola!!!!!!!!!

Felipe
Ospite
Felipe

Il reverendo PIOLO non demorde…..vuole Gerson in campo a tutti i costi……anche se gioca da far pietà, anche se risulta inguardabile ai più……tutta.questa incomprensibile ostinazione per forza induce a pensar male…..a ipotizzare una convenienza economica personale……..forse Piolo non è poi così tanto reverendo e magari è anche un poco in malafede, altrimenti nessuno sa spiegarsi perchè dobbiamo ogni volta regalare un uomo all’avversario.

MAU 46
Ospite
MAU 46

Quello che veramente disturba in Fiorentina è la testardaggine con cui sia Corvino che Pioli insistono sulle loro idee che si rivelano regolarmente sbagliate. Non si capisce il perché e l’interesse a cui mirano.
Nessuno è perfetto,tutti sbagliamo ,ma la ricchezza di ognuno di noi è rendersi conto con ragionevolezza dei propri errori e agire di conseguenza.
Sbagliare è umano,perseverare diabolico.

Pio Canti Senefreghetti
Ospite
Pio Canti Senefreghetti

Con una difesa come quella fatta nell’articolo si prendono i nostri dello scorso anno con tutti gli interessi !!! .

...
Ospite
...

Hai una diversa soluzione tattica?

Raska.
Member
Raska.

Affronti con questo ottimismo anche la vita?

Articolo precedenteSerie A, anticipo 23a giornata: Chievo Verona-Roma 0-3
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI