Pioli: “Veretout ha tanti margini di miglioramento. Prossima settimana importante per Badelj”

11



Prenderà la parola alle 14 il tecnico viola Stefano Pioli alla vigilia della gara di sabato a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Rileggi le parole dell’allenatore in conferenza stampa:

 

Come sta la squadra?”I giocatori stanno bene, hanno recuperato. Le fatiche si sono moltiplicate perché abbiamo giocato 90 minuti in dieci”.

Pregi e difetti? Abbiamo parlato pochissimo della partita con la Lazio. Le partite che mancano sono sempre meno e la partita di domani sarà importante per il nostro finale di stagione. Domani affrontiamo una squadra che sta bene, che ha trovato risultati positivi, ma che possiamo battere con le nostre qualità”.

Veretout? Ha margini di miglioramento considerando che è al primo anno in Italia. Con l’assenza di Badelj lo utilizzo anche per la costruzione, mentre in assenza lo uso per gli inserimenti. E’ un giocatore forte, che sradica palloni agli avversari e che si allena bene tutti i giorni”.

Il portiere e come sta la squadra mentalmente? “La squadra sa che la settimana finisce domani e sa che deve fare ancora una volta una prestazione fatta di attenzione. Dragowski è un ottimo portiere ed è entrato in una situazione non facile. Deve rimanere concentrato e ha il vantaggio che domani giocherà quindi farà bene”.

Babacar? “E’ un giocatore di qualità e di talento. Non credo abbia avuto troppa fretta perché si era messo a disposizione, ma a gennaio la società e lui hanno preso strade diverse”.

Come sta la quadra fisicamente? Abbiamo corso di più della Lazio, ma sappiamo che la fine del campionato è vicina e le energie possono diminuire. Stiamo e abbiamo speso tanto. Starò attento a queste situazioni, ma la squadra sta facendo bene. E’ la testa che comanda le gambe e non viceversa”.

Le voci di mercato? “Io potevo andare via l’anno della retrocessione ma sono rimasto. Io vedo i giocatori che stanno bene durante la settimana. Nelle scelte che faremo al termine della stagione metteremo da parte i sentimenti, ma in questo momento dobbiamo pensare alle gare che rimangono”.

Le polemiche dopo la partita con la Lazio? Dobbiamo migliorare la cultura sportiva in Italia, io non voglio giudicare nessuno, ma ci sono le apposite sedi per fare reclamo. Dobbiamo pensare che domani abbiamo la possibilità di dimenticare una settimana storta dal punto di vista dei risultati, e questo la squadra lo sa”

L’attacco del Sassuolo? Ha giocatori di talento ma  strano che ha segnato così poco. Non credo che domani avremmo problemi di assetto. Sarà tutta la squadra che dovrà lavorare in un certo modo, dovremmo rischiare poco”

Badelj? “Sta meglio e lavora con continuità e ritmo. Non ha ancora iniziato a calciare con l’arto inortunato. Grazie alla sua dedizione le cose stanno andando meglio, la prossima settimana sarà decisiva per vederlo in campo col Napoli”.

Il giocatore sul palo sulle punizioni? “Non è solo per il fuorigioco, ma anche per gli avversari che disturbano la visuale del portiere perché ci abbassiamo. Un mio allenatore diceva: “Tu copri il tuo palo, se poi la mette sopra la barriera tanto di cappello”.

Le reti subite? Non credo sia colpa del portiere. Dobbiamo stare meglio nelle palle inattive, come sul gol di Cáceres, mentre sul quarto gol abbiamo sbagliato sull’uscita del pallone. L’assenza di Pezzella sarà importante, perché oltre ad essere un grande difensore è uno che rincuora i compagni, ma giocheranno altri giocatori con altre caratteristiche e ci giocheremo la partita ugualmente”

Domani Saponara sarà il capitano? “Se giocherà dal 1′ sarà lui. La fascia è una cosa significativa da portare, essere il capitano è onore e orgoglio e chi la indossa deve saperla portare. Riccardo saprebbe cosa fare”.

Perché la Fiorentina meriterebbe l’Europa? “Per tutto il lavoro fatto e le situazioni che ha dovuto superare. Siamo partiti dal niente e tutti noi sappiamo quanto siamo stati toccati da ciò che è successo. La squadra deve sentire di poter ottenere qualcosa di importante, abbiamo fatto un grande lavoro dall’inizio di luglio. Sarà dura sicuramente ma siamo forti e abbiamo una bella capacità. I giocatori hanno un bel cuore”.

 

11
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
enzo - Rimini
Ospite
enzo - Rimini

La settimana è iniziata male col pareggio con la Spa,dove la palla non ne voleva sapere di entrare,è continuata peggio mercoledì e come nostro consueto finirà male sabato;vorrei augurarmi e augurare alla Viola di sbagliare,ma la sensazione è questa anche perchè i giocatori hanno speso tanto e mercoledì sono rimasti delusi,mazziati e due giocatori importanti squalificati; anche domani ci girerà qualcosa storto per perdere,max un punticino.

Giacomo
Ospite
Giacomo

ma thereau dovìè finito ?

viceversa
Ospite
viceversa

preferirei che i margini di miglioramento li avessero gli altri.

Francoviola
Tifoso
Francoviola

Ma un cenno di autocritica No? Domenica, caro Stefano, nella sconfitta c’hai messo del tuo. Il modulo che ha consegnato il centrocampo alla Lazio, l’impiego inutile, dannoso e ripetuto di Gil Tello Dias, le sostituzioni errate, ecc. Almeno fanne tesoro e non ripeterti ulteriormente.

Ponzio
Tifoso
Trusted Member

mercoledì

Lenzolaio
Ospite
Lenzolaio

Zitto. Zitto altrimenti i leccabiraghi e i leccapipli ti scomunicano…

Fragole e Sangue
Ospite
Fragole e Sangue

E te FrancoViola: un cenno di autocritica no?

jerac
Ospite
jerac

Non esageriamo Pioli, … domenica è già stato mostruoso per qualità e quantità, andare oltre significa diventare il migliore centrocampista del mondo.

REM
Ospite
REM

L’allenatore invece non mostra margini di miglioramento..sempre la solita minestra e sempre gli stessi errori

Lenzolaio
Ospite
Lenzolaio

Attento! Non dire certe verità altrimenti quelli xhe ritengono Pioli un grande allenatore e Biraghi un grande terzino ti mettono la manina giù e se la prendono a male….

Ponzio
Tifoso
Trusted Member

simpatia, prendiamo Wenger

Articolo precedenteLazio: polemiche infinite. Tare multato, e biancocelesti preoccupati per arbitraggi
Articolo successivoProgetto nuovo stadio: Palazzo Vecchio metterà dead-line. Nardella: “Stiamo lavorando”
CONDIVIDI