Piovani (Gazzetta Parma): “Bella sfida tra squadre che mirano al gioco. Matri-Gomez..”

    0



    penna in trasfertaUna mentalità incentrata sul gioco. Ecco perché il posticipo di lunedì sera, tra Parma e Fiorentina, si presenta tutt’altro che scontato. Per fare il punto della situazione in casa dei ducali a due giorni dal prossimo impegno che attende i viola al Tardini, la redazione di Fiorentina.it ha voluto sentire il parere di Sandro Piovani, prestigiosa firma de La Gazzetta di Parma: “Il Parma ha dato prova di grande maturità domenica scorsa a Bergamo. E lunedì sera dovrà giocare con la stessa intensità, determinazione e organizzazione. Mi aspetto una bella gara, tra due squadre che per prima cosa pensano a giocare a calcio. Comunque vada, ci sarà da divertirsi. Parma capace di puntare alla zona europea? Lo dice la classifica e lo dicono anche i numeri. La continuità e non solo di risultati sarà il passaggio fondamentale per trasformare questo sogno in realtà”. Dal canto suo, la Fiorentina prosegue la sua corsa in Europa con l’obiettivo di riscattare ora anche l’amara sconfitta subita nell’ultima di campionato con l’Inter: “Non credo che una squadra ben impostata come la Fiorentina possa farsi condizionare da una sconfitta o da una vittoria. Una grande squadra, e la Fiorentina lo è, non può variare il proprio umore a seconda dei risultati. Montella ha dato gioco e fiducia nei propri mezzi alla squadra”. Potendo contare su un Matri ritrovato e un Mario Gomez sulla via del pieno recupero: “Sono due giocatori di grande classe. Credo, per motivi diversi, in cerca di rivincite personali. Nei confronti del calcio, s’intende. Il Parma deve sperare che questa eventuale voglia di riscatto possa offuscare le loro idee. Se no saranno guai”. Definita cooperativa del gol quella viola, non sono certo da meno i numeri fatti registrare quest’anno dall’attacco gialloblu. Con un gruppo che si è rivelato la vera forza dei ducali: “Un gruppo molto unito ed esperto. Che ha saputo superare momenti delicati. Cassano e Amauri rappresentano un mix di tecnica e forza, di estro e concretezza: se sono in giornata possono mettere in difficoltà chiunque. Biabiany? Sicuramente uno dei giocatori più duttili del Parma. Ha giocato in tutti i ruoli della fascia destra, dalla difesa all’attacco. Forse manca ancora qualcosa in fase realizzativa, visto che alla fine, comunque, lui è un attaccante”. E se la Fiorentina dimostra ancora qualche lacuna in difesa, per mister Donadoni reparto arretrato significa sinonimo di solidità: “Il Parma ha trovato un equilibrio importante in difesa. Ma credo che anche questo sia frutto dell’idea di giocare sempre e comunque, contro qualsiasi avversario”. E, a proposto di avversari, in chiave campionato: “Credo che oggi più che mai non ci siano vere favorite. E non è scaramanzia”.