Pizarro: “Con Montella in viola un gioco simile a quello di Sarri. Tornerò in Italia”

0



Fiorentina Siviglia
FIORENTINA-SIVIGLIA 14-05-2015PIZARRO . GALASSI SILVANO

Intervista a La Gazzetta dello Sport per l’ex viola David Pizarro, per parlare di Spalletti capolista con l’Inter e della nostalgia per il calcio italiano. «Guarderò la Serie A finché non morirò: è un campionato che mi ha dato tanto».

Pizarro, che idea si è fatto di questa stagione? «La squadra da battere resta la Juve: organico superiore a tutte le altre. Adesso però per il bene calcio italiano sarebbe importante che squadre come Napoli, Roma o Inter riuscissero a spezzare la serie bianconera».

Fa il tifo per qualcuno in particolare? «Amo il calcio che fa il Napoli, perché sono un romantico: bado molto alla qualità. Alla Fiorentina con Montella abbiamo messo in campo un gioco simile a quello di Sarri, spero che a fine anno a festeggiare siano gli azzurri».

Al Milan l’avventura di Montella è finita male… «Non avrei mai pensato a un epilogo del genere. Vincenzo ha qualità, le colpe non sono tutte sue: il club non lo ha aiutato sul mercato o quando è stato indicato dai tifosi come principale responsabile del momento no del Milan».

E lei cosa farà una volta smesso di giocare? Tornerà in Italia? «Sicuramente. Studierò a Coverciano per prendere il patentino di allenatore. È una promessa. E gli italiani sanno che io le promesse le ho sempre mantenute».