Pizarro: “Con Rossi e Gomez al meglio saremmo potuti essere il ‘Leicester’. Mi manca l’ultimo saluto con Firenze e i tifosi viola. Chiesa? Un grande ma non resterà a lungo”

di radio Bruno Toscana

16



Pizarro in Fiorentina-Torino

Alla vigilia di Fiorentina-Roma l’ex centrocampista ha parlato della sfida del Franchi e di come oggi è cambiato il calcio

Lunga intervista all’ex viola David Pizarro ai microfoni del Pentasport su RadioBruno. Il regista, oggi all’Universidad de Chile, ha parlato del suo passato in viola e giallorosso, di come è cambiato il calcio negli ultimi anni, del suo presente e futuro

Come stai, com’è andata la stagione in Cile?
Noi abbiamo avuto un anno molto complicato. Sono andati via giocatori importanti. Ma alla fine le ultime tre giornate ci danno comunque la possibilità di vincere il campionato. Adesso tocca a noi non sprecare l’occasione”
Quali sono i suoi progetti per la prossima stagione?
Ci sono situazioni su cui devo riflettere bene, devo coinvolgere anche la famiglia e decideremo se continuare o meno. Sicuramente la scelta che prenderà sarà la più giusta”.
Lei ha la sensazione di essere ormai uno degli ultimi registi mondiali nel vero senso del ruolo?
Dopo l’ultimo mondiale il calcio è cambiato molto. Adesso si gioca più con le transizioni, in verticale, nel cercare di rubare palla. Ho la sensazione che non si gioca più col regista basso
Sabato al Franchi ci sarà Fiorentina-Roma, per lei un passato importante?
Seguo le partite in televisione quando c’è la possibilità. Ho visto la Roma in Champions e campionato, la Fiorentina col Torino. I viola avevano iniziato molto bene il campionato poi hanno avuto qualche problema, mentre la Roma ancora deve trovare la sua strada. Diverso, invece, il suo cammino Champions”.
La Fiorentina ha deciso di sostituire un regista come Badelj con Veretout, un giocatore atipico per questo ruolo. E’ una scelta che nel tempo pagherà?
Per quello che ho conosciuto dei fiorentini loro hanno il palato molto fino. I fiorentini vogliono veder giocare un buon calcio. Oggi, invece, il calcio è molto più fisico. Si pensa soprattutto a giocare sulle palle ferme e la tecnica sparisce anno dopo anno”.
La ‘tua’ Fiorentina ha fatto innamorare i tifosi viola…
Dopo la Fiorentina ho avuto molte difficoltà a trovare una squadra che fosse come quella Fiorentina. Sulla di Montella Avrei voluto al cento per cento Pepito Rossi e Mario Gomez, eallora qualche vittoria importante sarebbe sicuramente arrivata. Questo è il rammarico maggiore. Forse avremmo potuto essere il Leicester del campionato italiano”.
Su Federico Chiesa…
Chiesa è un giocatore straordinario. È un campione. Mi piace molto come prepara le partite, come gioca. Mi dispiace solo che giocando così con tutta probabilità rimarrà poco a Firenze”.
Questa Fiorentina come può battere la Roma e come definiresti il tuo rapporto con i fiorentini…
La gara sarà molto bella, sarà una partita spettacolare a ritmi altissimi. La Roma ha cambiato tanto ma mi ha sorpreso che Monchi sia stato fischiato dai tifosi giallorossi. Firenze? Mi manca soprattutto il saluto con i tifosi viola, con i fiorentini. Mi manca quell’ultimo saluto con la gente che mi ha dato tanto. Ricordo ancora, purtroppo, quell’ultima gara di Siena. A dicembre sarà in Italia e spero proprio di poter essere al Franchi a vedere una gara dei viola”.

16
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ezio da Peretola
Ospite
Ezio da Peretola

Ovvia.. benvunuto nel club dei lenzolai !

Arcibaldo
Ospite
Arcibaldo

Rossi e Gomez se erano nei loro cenci col cavolo che venivano a Firenze..per favore Pizarro…

michele
Ospite
michele

Grandissimo! una stagione in più a firenze potevano anche fartela fare

michele
Ospite
michele

Con un Pizarro di 28 anni in mezzo questa Viola diventerebbe un missile

conte_mascetti
Ospite
conte_mascetti

a me e’ sempre piaciuto……………. anche più di pirlo

walter
Ospite
walter

Leicester?!?! la Fiorentina equivale al Tottenam che non arrivò al titolo proprio per colpa del Leicester al quale invece potremmo equiparare un Chievo o un Palermo. Pek bevi meno.

Modena
Ospite
Modena

Un Rossi ed un Gomez al meglio a Firenze li avremmo visti in televisione-

Aspetta & Spera
Ospite
Aspetta & Spera

L’ultimo dei grandi registi nel campionato italiano, molto superiore anche a jorgino, anni luce da badelj e non comparabile con quelli di adesso alla Fiorentina . Averlo preso due o tre anni prima…già ma costava troppo

marco
Ospite
marco

Grande Pek

viceversa
Ospite
viceversa

Poche volte un portiere è stato così decisivo per i destini di una squadra! Non solo ha eliminato la Fiorentina dalla lotta per il titolo alla terza giornata di campionato, ma ha provocato un disastro finanziario tale, che i suoi effetti durano ancora adesso.

Altavista
Tifoso
Altavista

Tutto bene?
La bottiglia l’ha finita?

Pratomagno Viola
Ospite
Pratomagno Viola

Che l’abbia finita o no ha perfettamente ragione,quel giorno sfumarono tutti i nostri sogni.Poi ci pensò il Livorno a completare il lavoro.

MatteoC
Ospite
MatteoC

Se non hai ricambi all’altezza, è ovvio che non riesci a portare la squadra fino in fondo ad alti livelli. Certo, il rammarico per la Coppa Italia c’è (e forse anche per l’Europa League), ma la Juventus dei 102 punti come la fermavamo?

viceversa
Ospite
viceversa

non dico che avremmo vinto, ho parlato di “lotta per il titolo”. Comunque avevamo 6 punti in 2 partite e ne avevamo fatti 5 in casa del Genoa.

Iosonviolateunloso
Ospite
Iosonviolateunloso

Il portiere del Cagliari ha rotto il ginocchio al nostro centravanti, ma il portiere più decisivo nella storia viola è stato Silvano Martina che ruppe la testa ad Antognoni privandoci del nostro miglior giocatore

Galindez
Ospite
Galindez

Mi scusi…ma….tutto bene?

Articolo precedenteFifa, Infantino pensa al Mondiale 2022 a 48 squadre
Articolo successivoIaquinta condannato a 2 anni nel processo ’Ndrangheta Emilia, 19 per il padre Giuseppe
CONDIVIDI