Platini: “Alla Uefa la responsabilità di misure imperative per il benessere del calcio”

    0



    platini“Recentemente il calcio non ha sempre proiettato la migliore immagine di se stesso”. E’ questo il pensiero affidato al sito ufficiale della Uefa del Presidente Michel Platini: “La manipolazione di partite; gli eccessi violenti o discriminatori di frange estremiste che inquinano le tribune di certi stadi; gli eccessi nel sistema del trasferimenti; le cifre esagerate incassate da intermediari; contratti che non sono rispettati; stipendi dei giocatori non pagati; […] una piaga che sporca l’immagine del calcio in un periodo in cui il gioco ha raggiunto livelli senza precedenti e offre uno spettacolo mai visto prima. Le autorità pubbliche sembra che adesso siano maggiormente consapevoli di questi problemi, e che stiano iniziando a darsi come priorità quella di ripulire lo sport. Ovviamente la UEFA ha la sua parte di responsabilità, dovremmo agire più velocemente e in modo più deciso. Nel 2013 sono state prese comunque decisioni importanti: ad alcuni club è stata vietata la partecipazione alla UEFA Champions League e alla UEFA Europa League,  […] si sono giocate partite a porte chiuse per punire il comportamento  di certi ‘tifosi’ che non appartengono ai nostri stadi; i conti finanziari dei club europei  sono stati studiati con attenzione secondo le regole del ‘bilancio in pareggio’ e le prime conclusioni a riguardo verranno consegnate nei prossimi mesi. Per quanto riguarda il Financial Fair Play e altre questioni correlate, saremo in grado di adottare misure che sono imperative per il benessere del calcio. Devo assumermi questa responsabilità per mantenere viva la speranza che un altro tipo di calcio è possibile”.