Poco turnover Pioli non si fida: il flop del mercato limita le scelte

di Matteo Dovellini - La Repubblica Firenze

16



La squadra viola è quella che ha cambiato di meno dopo l’Udinese. Ma col Bologna sono attese novità

Squadra che vince, non si cambia. Ma anche squadra che perde o che pareggia, secondo le statistiche degli undici titolari finora schierati da Stefano Pioli nelle prime dodici giornate di campionato.

Come riporta La Repubblica Firenze, la Fiorentina, infatti, è seconda nella classifica tutta speciale del turnover applicato dagli allenatori della Serie A. Seconda, di un soffio, soltanto all’Udinese che ha appena cambiato tecnico e si è fatta raggiungere dall’Empoli in terz’ultima posizione. I dati non devono preoccupare ma far riflettere. Pioli ha di fatto tenuto bloccato il reparto arretrato, compreso Lafont che ha saltato due sfide per infortunio.

NIENTE CAMBI. Titolari fissi anche Chiesa e Simeone, con Benassi che ha saltato una sola sfida e Veretout per squalifica le prime due. In pratica quando ha deciso di cambiare la formazione iniziale, Pioli ha messo mano in parte a centrocampo e in parte nel tridente offensivo. Ma quasi mai ha rivoluzionato la sua squadra, il suo impianto di gioco.

Soltanto a Torino sorprese un po’ tutti con la panchina di Gerson e quel tridente offensivo che a Chiesa affiancava Eysseric e Mirallas. A farne le spese furono Simeone e Pjaca. Un’eccezione che conferma la regola del tecnico: fiducia alla formazione tipo, quella su cui puntare nelle buona e nella cattiva sorte. Gli ultimi quattro pareggi consecutivi lo dimostrano.

Il feeling col gruppo è fondamentale. Perché soltanto un allenatore può essere a conoscenza dello stato di forma fisico e mentale dei suoi giocatori. Quindi non deve stupire che Pioli abbia insistito su alcuni elementi evidentemente non al massimo della loro lucidità. Come Simeone e Pjaca, appunto. Il tecnico crede fortemente nell’argentino e nel croato ed è convinto che prima o poi si sbloccheranno. Questione di continuità. Poi però ci sono le alternative.

IL MERCATO. Pioli aveva chiesto alla dirigenza di intervenire sul mercato con operazioni mirate, per aumentare la qualità dei giocatori a disposizione. Per questo al rientro dalla sosta dovrebbe provare Norgaard come regista insieme a Benassi e Veretout, che quindi dovrebbe tornare nel suo ruolo naturale di mezzala. E per questo potrebbe rimpiazzare l’infortunato Pezzella con Ceccherini che finora non è mai entrato in campo. Due novità assolute dal primo minuto, quindi.

E in attacco? Molto dipenderà da come tornerà Simeone dopo il doppio impegno col Messico. Conteranno le motivazioni del Cholito, certo, ma anche e soprattutto la sua forma fisica. Per questo Pioli potrebbe pensare anche alla terza variazione nella formazione titolare. Chi affiancare a Chiesa e Pjaca? Se l’argentino tornerà affaticato prendono quota le ipotesi che portano a Mirallas o a Thereau. Il francese continua ad allenarsi ma finora non ha mai giocato. Che sia l’occasione giusta per trovare i primi minuti?

16
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
marco mugello
Ospite
marco mugello

Pioli non si fida nemmeno della sua ombra, ha paura che se non sta attento l’ombra gli divori una caviglia…

Giulio
Ospite
Giulio

si fa cacare. punto. un’altro articolo parla di Vittorio. altri tempi, quelli del cotonato, che nostalgia. allora tutto sembrava possibile, adesso si dovrebbe gioire per un 7o posto, che cmq appare ben difficile. Lo stesso Chiesa avrebbe avuto grossissimi problemi a giocare nella squadra del suo babbo. altro che cazzate, siamo onesti per una volta.

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Erroneamente la redazione ha parlato di impianto di gioco del piolo, la verità sarebbe di caos senza gioco del piolo: il famoso palla lunga e pedalare.

pippo77
Ospite
pippo77

flop del mercato?? Ma che dite? O non era stato da 7 il mercato estivo di corvino?

ahahahhahahhahahhahahhahahhah

Albe47
Ospite
Albe47

Pioli non decide nulla di chi deve giocare
E’ tutto in mano a Corvino
PURTROPPO

Hamrin
Ospite
Hamrin

E così, Albe 47

Tiziano 51
Ospite
Tiziano 51

Rosa mediocre, allenatore mediocre. Se poi non si provano i vari Montiel e Hancko e altri, si resterà sempre impantanati: magari non si migliora ma peggio di quanto visto col Frosinone e non solo….
Comunque dubito fortemente che la proprietà cacci soldi a gennaio, men che meno che Corvino prenda giocatori validi.
Intanto in campo con ben altra maglia svettano Salah, Rebic, Savic, Cuadrado…

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
ILBOSSFIORENTINO

commenterò dopo la partita con la juve è una promessa

Aliush
Ospite
Aliush

Non per criticare, ma la partita con i gobbi non è esattamente uno spartiacque veritiero. Con quelli ci può perdere chiunque.

Marione
Ospite
Marione

Si, vero, però dipende da quante pappine pigli (ricorda Cerci e lo 0 -5)

Aliush
Ospite
Aliush

Voglio sperare che non siamo messi così male, nonostante tutto.

Francoviola
Tifoso
Francoviola

Se i titolari meritassero lo capirei, ma nel nostro caso non è così, ergo …

andreappp
Ospite
andreappp

Pioli chede interventi di qualità alla società nel mercato ??????
Fau giocare quelli che hai ha disposione !!!!
Anche io chiedo alla societù un allenatore di qualità che valuti tutta la rosa ha disposizione!!!!!

FLOGGI
Ospite
FLOGGI

Giusto. Si da per scontato che i titolari piú di cosí non possano dare e che le riserve siano scarse. Ma mister gileino quando mai ha provato cose diverse? Perché dare per scontato che quello che fa é giusto? Molti molti dubbi sulle capacitá di questo allenatore

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

dichiarazioni da stato confusionale … sue le dichiarazioni di aver fatto la campagna acquisti d’accordo con corvino …… di cosa parla ????

Marione
Ospite
Marione

Quali sono le dichiarazioni? Mi sono perso qualcosa? Non trovo traccia di dichiarazioni di Pioli in questo articolo…………………………
Mah…………..

Articolo precedenteNorgaard convocato in Nazionale per la partita contro l’Irlanda
Articolo successivoBologna, partita in famiglia con la Primavera. A parte Mattiello e l’ex De Maio
CONDIVIDI