Post Braschi. Roberto Rosetti in pole per sostituirlo..Ma quel mani di Zauri…

    0



    La svolta era già prevista a giugno, ma ora l’Aia potrebbe svelare in anticipo il successore di Braschi, scrive la Gazzetta Dello Sport. E’ Roberto Rosetti il candidato numero uno per sostituire Braschi nel ruolo di designatore arbitrale per la prossima stagione. Poi in corsa ci sono Stefano Farina e Domenico Messina. Rosetti sarebbe la soluzione più gradita alla Figc e anche agli arbitri, visto che è apprezzato da tutti, compreso Pierluigi Collina, designatore Uefa. Fu Nicchi, attuale presidente dell’Aia, a convincere Rosetti nel 2010 ad abbandonare i campi dopo il Mondiale per intraprendere l’avventura dall’altra parte della barricata. E’ stato Nicchi a metterlo alla Can B, individuandolo come successore di Braschi carica poi lasciata il 28 giugno 2011 quando fu nominato capo degli arbitri del massimo campionato russo dal presidente della Federazione calcistica della Russia Sergey Fursenko, carica lasciata come dimissionario a fine 2013. C’è un episodio che a Firenze molti ricordano con l’arbitro Rosetti:

     

    zauri mano

     

    Lazio-Fiorentina, mani di Zauri clamorosamente non visto, e Fiorentina scippata. Era l’anno dei cattivi pensieri, di quello che poi prese il nome di Calciopoli, anche se Rosetti non è mai rimasto invischiato nel processo visto che quell’errore, a danno della Fiorentina, venne giudicato come la prova della sua buona fede, visto che secondo Calciopoli la Fiorentina ricevette favori per rimanere in Serie A.