Potenzialmente in Champions… (col sogno scudetto in testa)

0



Potenzialmente in Champions: potrebbe essere il titolo di un film con una trama a lieto fine, quello che stanno girando Paulo Sousa e la Fiorentina in questa magica stagione, che vede la squadra viola reggere il passo delle più blasonate Inter, Napoli e Juventus in un campionato a dir poco avvincente. Era dalla stagione 1990-91 che non si vedeva così tanto equilibrio. Erano anni e anni che a metà stagione non si conosceva ancora quella che (quasi) certamente sarebbe stata la squadra campione d’Italia alla fine del torneo.

Quest’anno invece tutto sembra possibile. Le quattro squadre che stanno lassù sembrano avere tutte le carte in regola per poter contendersi sia lo scudetto che i posti più prestigiosi della classifica fino alla fine del campionato. Perché nessuna riesce a staccare le altre. Perché ognuna con il suo gioco, ognuna con le proprie caratteristiche, riesce ad essere forte e determinata. La spunterà l’Inter cinica e fortunata che è riuscita a vincere ben 9 partite per 1-0? Oppure il Napoli dall’attacco formidabile dove splende la stella dell’infallibile Higuain? O perché no la scintillante Fiorentina del maestro portoghese Sousa, ovvero la squadra che gioca il miglior calcio d’Italia? Oppure l’immortale Juventus del ‘conte’ Max, in ripresa e alla sua ottava vittoria consecutiva? Chi vivrà vedrà, direbbe quello… Intanto c’è da capire chi sarà campione d’inverno. Tra domani e dopodomani lo sapremo. Anche se c’è chi afferma che il titolo di campione d’inverno sia piuttosto effimero, inutile. Che sia utile solo alle statistiche. Ma alla fine a chi non piacerebbe essere lassù al giro di boa?

Sicuramente piacerebbe ai tifosi della Fiorentina che non provano questa sensazione da ben 17 anni.  Ricordi memorabili, riposti in un cassetto per fare spazio a quelli più recenti che sta già collezionando la creatura di Sousa che, vincendo contro la Lazio, potrebbe addirittura girare a 41 punti (superando anche il record di Prandelli della stagione 2005-06, che aveva concluso il girone d’andata a 40 punti). Una cosa clamorosa che significherebbe essere potenzialmente in Champions alla fine del campionato, stando a quelli che sono i numeri degli ultimi campionati, da quando il ranking Uefa ha tolto all’Italia un posto utile per la qualificazione ai preliminari di Champions (il quarto).

Ma analizziamoli questi numeri. Fare 41 punti nel girone di andata vuol dire avere la potenzialità di concludere la stagione con 82 punti. E 82 punti, negli ultimi tre anni, solamente due squadre li hanno superati: la Juventus (tre volte campione d’Italia con 87 punti, 102 punti e ancora 87 punti) e la Roma (arrivata seconda nella stagione 2013-14 con 85 punti). Stop. Nessun’altra squadra è riuscita a raggiungere neanche quota 80 punti negli ultimi 3 campionati. Il che significa che il campionato si è livellato lassù in vetta – è vero – ma anche che Kalinic & Co. stanno facendo qualcosa di straordinario, assolutamente oltre quelle che erano le aspettative.

Certo, prima di parlare degli 80 o più punti che potrebbe fare la Fiorentina a fine stagione, meglio ‘giocare’ e pensare a centrare il traguardo dei 41 domani sera. Perché la partita con la Lazio non dovrà essere presa alla leggera. Ma se la Fiorentina dovesse vincere, i sogni assumerebbero sempre più le sembianze di una bella realtà.

 

Le postazioni Champions – Campionato 2012-13 

Fine girone d’andata:

Juventus 44 punti

Napoli 39 punti

Lazio 39 punti

(e Fiorentina quarta a pari merito con l’Inter a 35 punti)

 

Fine campionato:

Juventus 87 punti

Napoli 78 punti

Milan 72 punti

(e Fiorentina quarta con 70 punti)

 

Le postazioni Champions – Campionato 2013-14 

Fine girone d’andata:

Juventus 52 punti

Roma 44 punti

Napoli 42 punti

(e Fiorentina quarta con 37 punti)

 

Fine campionato:

Juventus 102 punti

Roma 85 punti

Napoli 78 punti

(e Fiorentina quarta con 65 punti)

 

Le postazioni Champions – Campionato 2014-15 

Fine girone d’andata:

Juventus 46 punti

Roma 41 punti

Napoli e Sampdoria 33 punti

(e Fiorentina sesta con 30 punti)

Fine campionato:

Juventus 87 punti

Roma 70 punti

Lazio 69 punti

(e Fiorentina quarta con 64 punti)

 

 

La Fiorentina di Prandelli e Montella al giro di boa e a fine stagione

 

Stagione 2005-06 – Prandelli

40 punti al giro di boa

3ª in classifica

34 punti nel girone di ritorno

74 punti alla fine del campionato

4ª in classifica

 

Stagione 2006-07 – Prandelli

34 punti al giro di boa (ma 17 al netto della penalizzazione di 15 punti)

4ª in classifica (ma 14ª al netto della penalizzazione di 15 punti

39 punti nel girone di ritorno

73 punti alla fine del campionato (ma 58 al netto della penalizzazione di 15 punti)

3ª in classifica (ma 5ª a pari merito col Palermo al netto della penalizzazione di 15 punti)

 

Stagione 2007-08 – Prandelli

34 punti al giro di boa

4ª in classifica

32 punti nel girone di ritorno

66 punti alla fine del campionato

4ª in classifica

 

Stagione 2008-09 – Prandelli

32 punti al giro di boa

6ª in classifica

36 punti nel girone di ritorno

68 punti alla fine del campionato

4ª in classifica (a pari merito col Genoa ma in vantaggio negli scontri diretti)

 

Stagione 2009-10 – Prandelli

30 punti al giro di boa

6ª in classifica

17 punti nel girone di ritorno

47 punti alla fine del campionato

11ª in classifica

 

Stagione 2012-13 – Montella

35 punti al giro di boa

4ª in classifica

35 punti nel girone di ritorno

70 punti alla fine del campionato

4ª in classifica

 

Stagione 2013-14 – Montella

37 punti al giro di boa

4ª in classifica

28 punti nel girone di ritorno

65 punti alla fine del campionato

4ª in classifica

 

Stagione 2014-15 – Montella

30 punti al giro di boa

6ª in classifica

34 punti nel girone di ritorno

64 punti alla fine del campionato

4ª in classifica

 

 

Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it