Pradè: “Duncan aveva voglia di cambiare squadra. Ottimi rapporti con il Sassuolo”

8



Il direttore sportivo della Fiorentina ha raccontato la trattativa che ha portato il centrocampista a vestire la maglia viola

Daniele Pradè in conferenza stampa ha raccontato l’evoluzione dell’operazione che ha portato Duncan alla Fiorentina: “Alfred non ha mai mollato durante la trattativa, aveva voglia di cambiare squadra. Il rapporto con il Sassuolo è ottimale. Sono una bottega cara ma è giusto che sia così. E’ stato bravo e forse anche fortunato con l’infortunio. Si è infortunato il 5 gennaio e questo gli ha permesso di concentrarsi solo su questa situazione. Ci sono stati degli eventi che ci hanno portato a chiudere la trattativa il 30 di gennaio“.

8
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
GeoxBxl
Ospite
GeoxBxl

Boga e De Zerbi per Giugno

Marco77
Ospite
Marco77

Boga è del Chelsea, e quasi sicuramente se lo riportano a casa

Marco 1965 Curva Fiesole Fiorentino DOCG
Ospite
Marco 1965 Curva Fiesole Fiorentino DOCG

Mettiamoci anche Berardi va…

Scrosione
Ospite
Scrosione

Boga é sano .. Non che nteressa

Addio sogni di gloria
Ospite
Addio sogni di gloria

Un alto giocatore che abbiamo tolto al Real madrid

Ponzio
Tifoso
VIA Pradè? Forse no

Pradè parla troppo e a vanvera: questo mi preoccupa assai. Se uno ha in mano dei super acquisti non si incensa tanto perché il campo lo confermerà per lui. Il nostro DS è un gran pavone, però non si rende conto che così si dà l’illusione di avere una squadra fortissima, peccato che abbiamo solo 25 punti.

Il Generale
Ospite
Il Generale

Ora basta con i giocatori da Sassuolo. Se proprio vuoi prendere l’ultimo prendi Boga

I'BRUFOLO
Ospite
I'BRUFOLO

ma stai zitto Prade…ci stai presentando dei giocatori nemmeno sarebbero come Rakitic Modric Pjanic con le tue campagnie acquisti ci stai mandando in B…peggio di noi solo Spal e Genoa

Articolo precedenteQui Sampdoria: Ranieri dovrà fare a meno del suo regista contro i viola
Articolo successivoI due fronti di Commisso: crescita della Fiorentina e il nuovo stadio
CONDIVIDI