Pradé: “Giocatore non è la priorità. Tante soluzioni, possiamo andare avanti così”

    0



    Daniele Pradè, ds FiorentinaCosì il direttore sportivo viola Daniele Pradé ai microfoni della Rai nel post gara: “Sfortuna? La compensiamo col gruppo, con i calciatori forti che abbiamo, con più moduli che possiamo usare e con la bravura del nostro allenatore che qualcosa deve inventare. Papu Gomez? Non so cosa abbia detto il mister, ci confrontiamo quotidianamente. Anche domani ne riparleremo, potrebbe essere un profilo ma non è un calciatore la nostra priorità. La squadra la abbiamo, possiamo andare avanti anche così, aspettiamo anche Gomez non scordiamolo. Non è una situazione grave: abbiamo Cuadrado, Ilicic, Matos e Rebic pronti, con Joaquin che può fare la punta. La Fiorentina è una squadra che ha tante soluzioni. Aspettiamo il responso dal Colorado per Rossi e valuteremo i tempi. Neto? Ci abbiamo sempre creduto, quella del portiere la non abbiamo mai considerata una situazione. Ci ha ripagato coi fatti, andiamo avanti insieme. Matri? No…non ci stiamo interessando a Matri. Non andiamo a smuovere le acque, siamo in attesa, da qui al 31 mancano ancora 22 giorni, non abbiamo nessun tipo di fretta, se capiterà l’occasione la valuteremo. Oggi vittoria meritata, siamo contenti di questo. Musacchio? E’ un calciatore che ha le caratteristiche giuste per la nostra squadra ma da qui a dire che è un nostro obiettivo è una parola forte. Costa tanti soldi, sappiamo quali sono gli obiettivi che abbiamo in testa per crescere e fare il salto dell’asticella. Contratto? Non è il momento opportuno, ma con la proprietà c’è grande sintonia. Ci dobbiamo mettere seduti ma gli aspetti sono quelli giusti. Colpo più importante? La vittoria più bella è sempre la prossima”.