Prandelli e Criscito: “Lotteremo fino all’ultimo a Firenze. Un altro esame da superare”

15



Il tecnico (ex viola) e il capitano del Genoa parlano del pari contro il Cagliari e della sfida dell’ultimo turno al Franchi contro la Fiorentina.

Pareggio 1-1 a Marassi contro il Cagliari ieri per il Genoa, a segno all’89’ su rigore con Criscito. Un gol che ha riportato i viola nella corsa salvezza. Parla così mister Prandelli: «Fortunatamente abbiamo segnato il rigore, quindici giorni fa con la Roma l’abbiamo sbagliato. Mimmo è stato bravissimo, ha preso la palla, ha fatto capire a tutti che era tranquillo, un capitano vero. Salvezza? Tutto diventa un po’ complicato. Io sono rimasto coinvolto, è un pubblico da Europa, meraviglioso, è stato vicino alla squadra, poi quando le cose vanno male uno ha diritto di non essere d’accordo sul risultato. Un pubblico così non merita questa posizione, è un punto importante. Ora lotteremo fino all’ultimo a Firenze».

Poi parla Criscito:Ero sicuro di fare gol. Sono due punti persi per come è andata la partita sul piano del gioco, uno guadagnato per come si fosse messa. Ci mancano i gol. Piatek faceva reparto da solo. Sono arrivati sostituti all’altezza che hanno avuto un inserimento non facile. A volte paghiamo un po’ di sfortuna negli episodi. Si apre una settimana importante per preparare al meglio la trasferta di Firenze. Un altro esame da superare: ce la possiamo fare…”.

15
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Gigi
Ospite
Gigi

basta parole ne hanno dette troppe, servono gli attributi e vorrei vederli domenica, anche se Firenze mi ricorda cose troppi brutte. Noi siamo sempre con la squadra ma per favore smettiamola di parlare ci vogliono i fatti poi chi ha sbagliato pagherà vero Presidente????

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Preziosi ha messo in vendita il Genoa: punta al paracadute.
Lui è stata la nostra vera salvezza…

Sabaudoviola
Tifoso
sabaudoviola

Io invece mi ricordo l’anno del pareggio 3 – 3 con tripletta di Mutu…ero allo stadio…entrambi lottavano per un posto in Champions

Tagliamosche
Ospite
Tagliamosche

L’ultima di campionato sarà decisiva solo per il Genoa non per noi. Prandelli:”oh capitano,oh mio capitano” l’ultimo allenatore che ho amato.

mauro ribechini
Ospite
mauro ribechini

Caro fabio io quel giorno ero allo stadio quanta sofferenza, mi ricordo il momento che segnò Scanziani tutto lo stadio in piedi, un boato, Pruzzo all’epoca attaccante del Genoa, solo davanti alla nostra porta spaventato sparò alle stelle. Speriamo dai sono fiducioso.

Fabio
Ospite
Fabio

Quel pallone di Pruzzo l’ho davanti agli occhi come se fosse ora. Galli in quella sua maglia giallina penso che se lo riveda tutte le notti.

Andrea61
Ospite
Andrea61

Bravo Fabio concordo con te al 100% questa e’ la Fiorentina piu’ squallida da quando tifo per questi colori, calciatori senza attributi e strapagati per non parlare della presunzione e incopetenza della proprieta’.A quei tempi che ti riferisci tu c’era attaccamento ai colori e alla maglia e anche se rischiammo di retrocedere c’era entusiasmo e voglia di sostenere la squadra adesso non e’ piu’ cosi
i Della Valle ei suoi scagnozzi ci hanno tolto tutto se ne vadano una volta per tutte loro non hanno mai capito Firenze ei Fiorentini non sono degni di questa piazza

Fabio
Ospite
Fabio

Purtroppo i ragazzi di oggi capisco che non possono capire fino in fondo, ma all’epoca anche se non si vinceva nulla c’era entusiasmo vero, c’era attaccamento alla maglia, forse anche perchè c’era meno calcio in TV, forse perchè ci si accontentava di molto meno. La domenica prima al giardino dell’orticoltura eravamo ha sentire la partita per radio sotto un gioco fatto di massi coperto perchè pioveva e al gol i Sella all’89, dopo che Antonio aveva sbagliato un rigore,successe il finimondo. Poi si andava allo stadio e si tifava come non mai e si fischiava anche a volte ma sempre… Leggi altro »

Fabio
Ospite
Fabio

mi correggi la a con la h grazie

Jblk77
Tifoso
jblk77

Sarà una partita epica e sarà ricordata nelle scuole di calcio per generazioni.

Fabio
Ospite
Fabio

Sento odore di 1978 Fiorentina Genoa e Inter Foggia, scusate Empoli. Che bello tornare giovani, tornare al passato a quel 7 maggio 1978. Quando tutto sembra perduto quando al 75 tal Scanziani, soprannominato poi SantoScanziani, segnò il 2-1 che ci salvava, nell’inter giocava Merlo che sicuramente ci mise del suo per cercare la vittoria ad ogni costo, che all’epoca a nulla serviva ai neroazzurri mentre oggi potrebbero essere tre punti importanti. Dopo in uno stadio pieno fino all’inverosimile ci furono scene indescrivibili di gioia, oggi dubito che se le cose andassero nella stessa maniera ci sarebbero le stesse scene, lo… Leggi altro »

Calandrino
Ospite
Calandrino

Altri tempi, altra gente.

Pippidark
Ospite
Pippidark

Mah, personalmente dodicenne in erba partecipa anche alla festosa invasione di campo al termine della partita. Essere ritornati a quel punto non mi pare una cosa tanto entusiasmante dopo aver vinto a Wembley e ad Handfield. A me parebbe molto triste…

Fabio
Ospite
Fabio

Triste realtà corsi e ricorsi della storia.

Fabio
Ospite
Fabio

Una dimenticanza iniziammo la stagione con Carletto MAZZONE in panchina, gli subentrò MAZZONI che è deceduto qualche giorno fa che lasciò per motivi di salute e poi arrivò BEPPONE CHIAPPELLA.

Articolo precedenteDavanti Chiesa-Muriel-Mirallas: l’astinenza da gol e la voglia di riscatto
Articolo successivoTregua obbligatoria: oggi conta solo il risultato
CONDIVIDI