Prandelli, Montella, Sousa. La storia si ripete, ma stavolta la società non scansa le critiche

146



Cesare Prandelli, Vincenzo Montella, Paulo Sousa. La storia che si ripete è cronaca. Lasciarsi con una stretta di mano e senza una lunga e pregressa scia di polemiche è impossibile dalle parti di Firenze. Lo strascico dell’addio dell’ex ct durò mesi. Dal “Prandelli dica che non va alla Juve” di marchio Diego Della Valle, ai comunicati astiosi pre-addio di Montella. Il tutto fino alla lenta e dura separazione con Paulo Sousa che è ormai dietro l’angolo. Che avvenga domani o a giugno, poco cambia. La strada è segnata. Nel mezzo le tante frecciate arrivate da chi sedeva e siede in panchina, più o meno dirette. E le contromosse pubbliche o private dei vertici societari. La storia si è ripetuta anche a questa tornata. Ma stavolta le cose sembrano aver preso una piega differente.

“Una squadra non si rinforza attraverso le cessioni” – “Futuro? Dobbiamo prima capire cosa vogliamo fare” ecc. targate Montella. “Il vero colpo di mercato lo ha fatto chi ha preso Savic” – “le omelette con le uova che si hanno” – “con i giocatori che ho a disposizione” etc, targate Sousa. Impossibile non trovarvi delle somiglianze. Assonanze e similitudini che stavolta hanno portato il tifo viola a prendere le parti, sostanzialmente, di nessuno. Una sorta di tutti contro tutti che si è venuto a creare piuttosto preoccupante. Tifosi che contestano l’allenatore, tifosi che contestano la società, e tifosi che contestano gli altri tifosi che contestano. E giocattolo completamente sfasciato.

Non è la prima volta che accade. Ma stavolta qualcosa è cambiato. La parte avversa alla società cresce sempre più. Ed anche questa è cronaca. Se Sousa, come Prandelli e Montella sia chiaro, avevano le loro colpe per scelte sbagliate o partite sbagliate, stavolta i principali obiettivi della contestazione viola sono proprio i proprietari della Fiorentina. Perché agli occhi di una buona fetta dei tifosi se si è arrivati a tale situazione la colpa principale è di chi ha operato scelte gestionali piuttosto opinabili. Ovvero la società. O meglio, i Della Valle.

Se Prandelli era passato da filo-juventino con gli incontri con la società bianconera per lasciare Firenze denunciati più volte da parte della proprietà stessa, e Montella ci aveva messo del suo con le dichiarazioni post Siviglia ad agevolare tale meccanismo di scarica responsabilità, questa volta non è andata proprio così. Colpe di Sousa? Tante. Alcune inspiegabili. Come alcune formazioni e scelte a gara in corso. Ma non tutte. Anzi. Da Corvino ai Della Valle, passando per Cognigni. Sul banco degli imputati ci sono finiti tutti coloro che in qualche maniera, nei cicli precedenti, erano riusciti a scampare le critiche seppur con qualche diffidenza che mai è stata spazzata via davvero. Ricordarsi cori pro Della Valle, infatti, è impresa ardua. Costruttive o meno, stavolta, le critiche ci sono. Ed anche pesanti. Impossibile ignorarle. O far buon viso a cattiva sorte. Se gli striscioni o i cori anti-proprietà che nella gestione DV erano arrivati in piccole pillole sono stati poi messi a tacere dalle ripartenze varie, l’ambiente viola a questo giro è spaccato in maniera pressoché inguaribile. E trovare la soluzione a questo male appare cosa ardua, e lunga.

La storia si è ripetuta. La speranza è che possa esserci l’happy ending, ovvero la ripartenza di un ciclo ad alti livelli come accaduto varie volte. Anche se, stavolta, crederci davvero è difficile anche per i più accaniti ottimisti.

146
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Claudio Granducato
Ospite
Claudio Granducato

Non scansa, non può scansare le critiche semplicemente perchè la rosa attuale è figlia di operazioni di mercato effettuate dalla dirigenza da loro scelta e messa in campo dall’allenatore da loro scelto e trattenuto, come alcuni giocatori, forse troppo a lungo.

Renzo
Ospite
Renzo

Le critiche ci stanno tutte, ricordiamoci sempre però che l’alternativa era Preziosi…

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

Che col genoa ha vinto quanto noi, e non dirmi dell’europa perche’ tra 10 anni vorrai dire ai tuoi figli: sai tra il 2010 e il 2015 siamo stati in europa…

Matteo Praga
Ospite
Matteo Praga

Hanno perso completamente la faccia e la stima della stragrande maggioranza dei fiorentini. Potrebbero recuperare solo costruendo una squadra da 2/3 posto per il prossimo anno, cioe in gradi di competere con Roma e Napoli, il che significa cacciare almeno 50/60 milioni di tasca, ammesso e non concesso che il mago Corvino riesca a investirli nel modo giusto. Dubito fortemente che cio accada. Quindi sara una interminabile polemica e contestazione fin quando non se ne andranno. D’altronde, se la sono cercata.

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

PER come hanno umiliato Firenze e i fiorentini anche ci fosse solo il 10% di tifosi con loro, e son di piu purtroppo, sarebbe troppo, ma a qualcuno fa paura gubbio, a me la mediocrita’, pensa preferivo gubbio almeno allo stadio ci si divertiva

Lucabilly1963
Tifoso
Member
lucabilly1963

Calenzano, la Liberta` ha un costo. A Gubbio come a Gualdo Tadino eravamo Florentia Viola, ma liberi. L’entusiasmo a mille, si correva con orgoglio e valore. La squadra per noi era la Bibbia. Liberi. Coi DV siamo arrivati all’oppressione come gli austriaci con I patrioti che morivano allo Spielgerg. Loro sono il cancro che sta andando in metastasi. E noi non siamo liberi, non siamo felici, non siamo piu’ quelli di prima.

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

Concordo

VIOLA
Ospite
VIOLA

VANNO CACCIATI A SUON DI CONTESTAZIONI

Lulu
Tifoso
Lulu Bologna

I Delle Balle non se ne andranno se non li cacciamo noi tifosi a pedate nel didietro! Vi ricordate? Al loro arrivo dissero a chiare lettere che ai minimi cenni di contestazione se ne sarebbero andati senza se e senza ma. Ebbene ora i cenni ci sono eccome, eppure se ne stanno lì imperterriti. Cosa vuol dire questo? Beh, se ci si mette in tasca quattrini senza fare fatica, perché andarsene. Loro se ne andranno quando avranno terminato di prosciugare completamente la squadra. Questi sono permalosi all’ennesima potenza e queste contestazioni ce le faranno pagare. Brutta gente questi taccagni. Ma… Leggi altro »

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

ma te rinunceresti a 30 40 mln annui di consulenze per du cori?

Lucabilly1963
Tifoso
Member
lucabilly1963

La colpa fondamentale edi una proprieta (ACF) che tira a campare fregandosene ampiamente di squadra (Fiorentina), del tifo, di Firenze. Tutto in attesa della presentazione del “nuovo” stadio il 10 di marzo, giorno dell’imbambolamento collettivo per eccellenza nella mente dellavalliana e dei loro portaborse/contabili narcotizzanti. La ciliegina sulla torta eil parafulmine dorato chiamato Antognoni, che nessuno di noi si sognerebbe di contrastare, ma che guarda caso e stato chiamato sul carro proprio nel periodo culmine dell’avversione contro di loro. Nell’attesa appunto di divenire quello che il maledetto Dominici propose loro nei giorni infausti del fallimento, cioe`, di diventare degli immobiliaristi,… Leggi altro »

Fantagrullo
Ospite
Fantagrullo

Sapete quale è la differenza tra quei 4 gatti contro i della valle e il tizio che ha scritto questo articolo ? Che i 4 gatti hanno bisogno di articoli così per credere che adesso i della valle gli ascolteranno , mentre bigiotti ha bisogno dei della valle per farsi ascoltare da 4 gatti…però hanno una cosa in comune … sia i 4 gatti che bigiotti non vengono ascoltati minimamente dal 95 % dei fiorentini ???

purple
Ospite
purple

l’importante è crederci che sia il 95% …
tempo al tempo , e di questo passo
venire a Firenze per i marchigiani
diventerà un’esperienza estremamente
spiacevole , direi sconsigliabile…tempo
al tempo vuol dire 6 mesi

Lulu
Tifoso
Lulu Bologna

Magari, ci farei la firma se questi si togliessero dalle balle entro sei mesi. A proposito Fantagrullo si è scelto proprio il nick ad hoc. Grande!

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

fantascemo era gia preso a regola

marco mugello
Ospite
marco mugello

Puoi ripetere che non ho capito? Dunque, se A è uguale a B, che è uguale a C , ma diverso da D, che non è diverso da A…..Però ricordati che i Troiani erano centomila, e Cassandra era “un solo gatto” a dire attenti al cavallo di Troia fatto dai greci, però morirono tutti. Oddio, c’era anche Lacoonte, a cui non andò tanto bene, morì per primo, per mano di un mostriciattolo con mandante una dea greca molto molto di parte…però vuoi mettere la soddisfazione! Morti per morti…! Viva Sousa!

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

“gli ascolteranno” denota il tuo livello culturale, mi fermo qui

walter firenze
Ospite
walter firenze

corvino indegno

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

,,,ma vogliamoparlare di Corvino che farà sicuramente plusvalenze ma i suoi acquisti costringono l’allenatore di turno a far giocare fuori ruolo (quando li fanno giocare) i fantastici acquisti di panzaleo……

Aramis974
Tifoso
Trusted Member

Veramente l’unico che li fa giocare fuori ruolo è Sousa. Prandelli li provava dove dovevano giocare e poi li accantonava se non erano buoni.

CALENZANO
Tifoso
CALENZANO

prandelli ne aveva uno per ruolo, noi abbiamo 1 difensore (astori) e poi gente da b, percui un centrocampista copre meglio di tomovic e salcedo. berna giocava esterno dx per coprire la fascia dallo sciamannato tomovic, non sono esperimenti, necessita’. ricordatevi che avevamo pasqual e alonso, ora milic a sx…

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Fiorentina e il sogno 2017-2018. ADV blocca Berna, Baba, Chiesa, Astori, Borja, Sportiello e Saponara e Vecino. Vende Kalinic e tutto il resto, mette sul mercato altri 30mln. Ci compra 3 giocatori di prima fascia, uno x reparto con ingaggi adeguati. Prende Sarri che porta in squadra alcuni giovani di ns. proprietà e altre promesse. Tempo x vincere qualcosa 3 anni. Questo è il progetto!
,

fporta
Ospite
fporta

Tre anni sono già troppi. Sommali alle durate di tutti i precedenti progetti e arrivi al… 1969. Te la ricordi tu la gioia di quello scudetto?

Articolo precedenteFigc, il candidato Abodi: “Ecco il mio programma, fairplay e più giovani”
Articolo successivoLega Serie A divisa su presidente, verso nuovo rinvio. Domani ripresa assemblea
CONDIVIDI